BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Risultati Bundesliga/ Le partite, i marcatori e la classifica aggiornata (10a giornata, 23-25 ottobre 2015)

Risultati Bundesliga: le partite, i marcatori e la classifica aggiornata dopo la decima giornata del massimo campionato tedesco, sempre dominato dal Bayern Monaco (23-25 ottobre 2015)

Tifosi del Bayern (Infophoto)Tifosi del Bayern (Infophoto)

Andiamo a fare il punto sulla Bundesliga analizzando i risultati del decimo turno e dando uno sguardo alla nuova classifica. Dieci su dieci: il Bayern Monaco fa sempre più impressione e grazie all'ennesima vittoria ottenuta si mantiene a più sette sul Borussia Dortmund secondo. Sembra difficile al momento immaginare i bavaresi giù dal trono di Germania a fine stagione, con tutta l'incertezza degli appassionati al massimo campionato tedesco che si concentra sulla lotta per non retrocedere e sulle posizioni che valgono l'Europa. La formazione allenata da Pep Guardiola ha fatto un sol boccone del Colonia, festeggiando nel migliore dei modi il rientro nella formazione titolare di Arjen Robben, in gol subito dopo aver recuperato dall'infortunio che l'ha tenuto lontano dal campo per quasi due mesi. Poker dei bavaresi completato dalle reti dell'ex juventino Vidal, di Lewandowski e dal rigore trasformato da Thomas Muller. Per il Colonia, sempre a metà classifica, seconda sconfitta consecutiva dopo lo scivolone casalingo contro l'Hannover della settimana scorsa.

Alle spalle del Bayern come detto si stacca al secondo posto un Borussia Dortmund capace a sua volta di regalare spettacolo nel match casalingo contro il fanalino di coda Augsburg. Tripletta di Aubameyang e doppietta di Marco Reus per i gialloneri di Tuchel, mentre per la squadra allenata da Weinzierl, sempre più in crisi in campionato, solo la rete della bandiera del paraguaiano Bobadilla. Troppo poco per una squadra rivelazione lo scorso anno, e capace in questa stagione di raccogliere soltanto cinque punti nelle prime dieci partite di campionato.

Al terzo posto con diciannove punti resta lo Schalke 04, reduce però da un passo falso contro un Borussia Monchengladbach sempre più in crescita: dopo cinque sconfitte nelle prime cinque partite e l'esonero di Favre, per i tifosi del 'Borussia Park' sono arrivate cinque vittorie consecutive. In gol Stindl, Raffael e Korb, con lo Schalke capace solo di raggiungere il momentaneo pareggio grazie ad un'autorete di Christensen, per poi cedere nella ripresa. Alla formazione di Gelsenkirchen si avvicina ora il Wolfsburg, alla seconda vittoria consecutiva e capace di passare sul campo della matricola Darmstadt grazie ad una rete dell'italiano Caligiuri a soli dodici minuti dal triplice fischio finale. Un gol importante considerando il passo falso dello Schalke ed il fatto che alle spalle dei biancoverdi hanno vinto tutte le formazioni che stanno rincorrendo un posto in Europa.

Dopo il quattro a quattro in Champions League contro la Roma, ha vinto dopo un'altra partita al cardiopalma il Bayer Leverkusen. Sotto di due reti contro lo Stoccarda (gol di Harnik e Didavi), la squadra di Schmidt ha recuperato con la doppietta di Bellarabi, ma si è ritrovata di nuovo sotto a causa dell'acuto di Rupp. Il 'Chicharito' Hernandez ha ristabilito la parità, quindi a un solo giro di lancette dal triplice fischio finale è stato Mehmedi a regalare tre punti che parevano ormai insperati ai tifosi della BayArena. Bella vittoria anche per l'Hertha Berlino che stacca l'Ingolstadt in classifica grazie alla vittoria nello scontro diretto. La squadra della capitale colpisce con Weiser dopo soli dieci minuti di gioco e riesce a mantenere il vantaggio fino alla fine, con l'Ingolstadt, peggior attacco del campionato con sole sei reti realizzate nonostante una classifica lusinghiera per una matricola, che non è stato capace di ribaltare la situazione pur con tutta la partita davanti da giocare.

Nella sua parte centrale la classifica della Bundesliga è particolarmente corta. Ne ha approfittato l'Amburgo capace di continuare la sua scalata grazie al successo di misura sul campo dell'Hoffenheim. E' Lasogga a decidere un match giocato sul filo del rasoio da entrambe le squadre, con i padroni di casa costretti a capitolare dopo aver giocato in dieci gli ultimi venti minuti a causa dell'espulsione di Bicakcic. Per l'Hoffenheim persistono delle difficoltà, con il penultimo posto in classifica a quota sei punti, alle spalle dello Stoccarda fermo a sette e davanti all'Augsburg ultimo a quota cinque. In una giornata ricca di successi esterni, spicca anche quello dell'Eintracht Francoforte, che piega l'Hannover grazie alle reti di Stendera. Dopo un primo tempo estremamente equilibrato conclusosi a reti bianche, i padroni di casa si erano portati in vantaggio dopo sei minuti nel secondo tempo grazie ad una rete di Klaus. Ci ha pensato la doppietta dell'asso degli ospiti a ribaltare completamente la situazione e a permettere all'Eintracht di prendere un'importantissima boccata d'ossigeno in classifica. La formazione di Francoforte è ora a quota dodici punti, mentre l'Hannover resta fermo a quota otto, con una sola lunghezza di vantaggio dal terzultimo posto. A chiudere il quadro della decima giornata, un altro colpaccio esterno, quello del Werber Brema in casa del Mainz. Werder letteralmente devastante nel primo tempo, capace di andare a segno per ben tre volte grazie alla doppietta di Ujah e alla rete di Bartels. I progressi che si erano già visti nella precedente sfida perduta di misura contro il Bayern Monaco sono stati confermati contro un Mainz che ha visto la partita chiusa già prima del secondo tempo, in cui è arrivato per i padroni di casa solamente il gol del giapponese Muto.