BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Risultati Ligue 1/ Le partite e la classifica aggiornata (11^ giornata, 23-25 ottobre 2015)

Pubblicazione:

Zlatan Ibrahimovic (Infophoto)  Zlatan Ibrahimovic (Infophoto)

RISULTATI LIGUE 1 LE PARTITE I MARCATORI E LA CLASSIFICA AGGIORNATA (11^ GIORNATA, 23-25 OTTOBRE 2015) - Risultati Ligue 1: facciamo il punto sulla Ligue 1, analizzando i risultati dell'undicesima giornata e dando uno sguardo alla nuova classifica. Le rivelazioni si fermano, il Paris Saint Germain allunga ancora. E' questa la notizia di punta per quanto riguarda la Ligue 1 francese: la capolista infatti ha fatto un sol boccone del Saint Etienne, allungando così su Caen e Angers, le due sorprese di inizio stagione che hanno mancato entrambe l'appuntamento con la vittoria. Kurzawa, Cavani, Ibrahimovic e Lucas: è il poker di solisti che il Paris Saint Germain ha calato contro la (ora ex) quarta della classe, il Saint Etienne che dopo la straordinaria partenza di inizio stagione non è riuscito a tenere un ritmo da prima della classe. Problema che al cospetto della capolista è apparso evidente, con la rete della bandiera arrivata solo a causa di un'autorete del centrocampista azzurro Verratti. La capolista allenata da Laurent Blanc ora vanta ben sette e otto punti di vantaggio sulle più immediate inseguitrici, ovvero Angers e Caen.

La formazione allenata da Moulin non è riuscita a sfondare il muro difensivo del Guingamp, al quarto risultato utile consecutivo e già capace di raggiungere la rassicurante soglia dei quindici punti in classifica. L'Angers si è trovato anzi a difendere nel finale, costretto in dieci uomini dall'espulsione di Sissoko a nove minuti dal novantesimo. Ancor peggio è andata al Caen, sconfitto in casa nell'anticipo del venerdì da un Nantes frizzante, al segno nel primo tempo con Bammou e nella ripresa con Thomasson. Canarini alla terza vittoria consecutiva, lanciatissimi dopo i successi contro Lille e Troyes e ormai lontani a quota sedici punti dalla zona retrocessione.

Il Caen vede ora il suo terzo posto insidiato a due lunghezze di distanza dal Lione che ha battuto nettamente il Tolosa in casa. Tre a zero grazie ai gol di Darder, Valbuena e Cornet che hanno regalato un successo importante ad una squadra che si sta confrontando anche con la realtà della Champions League, e dunque per i tecnico Fournier la risposta della squadra può ritenersi più che soddisfacente anche dal punto di vista atletico. Il Tolosa resta invece invischiato nei bassifondi della classifica, a quota otto punti e alla seconda sconfitta consecutiva in campionato.

Alle spalle del Paris Saint Germain primo della classe dunque l'andamento non è di certo forsennato, ma solo il Lione è riuscito ad approfittarne concretamente. Clamorosa la caduta del Nizza, la squadra più in forma del momento, in casa del Gazelec Ajaccio fanalino di coda fino a questa settimana (palma poco ambita dell'ultima in classifica ora lasciata al Troyes). Il club della Corsica si è imposto con un netto tre a uno grazie alle reti di Pujol, Filippi e Djokovic. Non molto meglio è andato al Rennes che non è andato oltre il pareggio sul campo del Lorient. Padoni di casa in vantaggio a metà della prima frazione di gioco grazie a Guerreiro, raggiunti però nella ripresa dall'acuto di Grosicki. Nizza e Rennes restano dunque a quota diciassette punti alle spalle di Lione e Saint Etienne, col Lorient che insegue ad una sola lunghezza di distanza a quota sedici.

Quello a diciassette punti da questa settimana è un terzetto, visto che anche il Monaco è riuscito a rilanciarsi in zona Europa, ottenendo il quinto risultato utile consecutivo in campionato battendo in trasferta il Reims. Alla formazione del principato, reduce dalle fatiche del giovedì in Europa League, è bastata una rete-lampo di Bernardo Silva per mettere in ghiacco la partita ed ottenere così tre punti importantissimi. Ottima è stata la gestione del vantaggio da parte del Monaco, contro un Reims spuntato in avanti e che resta dunque a metà classifica, perdendo l'occasione di proiettarsi a diciotto punti con una vittoria che avrebbe lanciato il club nelle zona alte della classifica.

Chi è riuscito finalmente ad ingranare è stato il Bordeaux di Willy Sagnol, capace di battere grazie ad una rete di Ounas a dodici minuti dalla fine il Troyes in casa. Per gli ospiti una battuta d'arresto che costa l'ultimo posto solitario in classifica con soli quattro punti fin qui ottenuti in campionato. Con la vittoria del Gazelec Ajaccio sul Nizza, il Troyes resta l'unica formazione della Ligue 1 ancora a digiuno di vittorie dopo undici partite disputate in campionato. Il Bordeaux continua a non incantare, ma ha preso un'importante boccata d'ossigeno, portando a sei i punti di vantaggio dal terzultimo posto in classifica, che se occupato a fine stagione significherebbe retrocessione.

Rialza la testa finalmente anche il Marsiglia, che aveva visto il momento nero non interrompersi neppure in Europa League, con la rocambolesca, beffarda sconfitta in casa del Braga. La squadra allenata da Michel è tornata finalmente a riveder le stelle grazie al colpaccio sul campo del Lille, messo al tappeto dalle reti di Batshuayi e di Alessandrini. A nulla è servito ai padroni di casa, ora quindicesimi con soli undici punti, il gol della bandiera di Corchia. Infine, vittoria interna che potrebbe essere vitale per il Montpellier in chiave salvezza contro il Bastia. Le reti di Boudebouz e Ninga mantengono gli orange al terzultimo posto, ma permettono loro di agganciare il Tolosa e provare a scalare posizioni in un torneo con poche formazioni in grado di trovare la giusta continuità. CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE RISULTATI LIGUE 1: LE PARTITE E LA CLASSIFICA AGGIORNATA (11^ GIORNATA, 23-25 OTTOBRE 2015)



  PAG. SUCC. >