BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DIRETTA / Sassuolo-Juventus (risultato finale 1-0): decide Sansone, cadono ancora i bianconeri (Serie A 2015, oggi 28 ottobre)

Diretta Sassuolo-Juventus, risultato finale 1-0: la punizione perfetta di Nicola Sansone regala tre punti d'oro ai neroverdi, i campioni d'Italia sono alla quarta sconfitta in Serie A

Foto Infophoto Foto Infophoto

Risultato finale 1-0: il Sassuolo batte la Juventus grazie alla punizione splendida messa a segno da Nicola Sansone nel primo tempo e infligge ai campioni d'Italia la quarta sconfitta nelle prime dieci giornate di campionato. Discutibile l'operato dell'arbitro Gervasoni che però non ha certo influito direttamente sul risultato della partita; la Juventus ha dominato sul piano del possesso palla ma, a parte un paio di velenose conclusioni, ha creato pochi pericoli alla porta di Pegolo consentendo così al Sassuolo di vincere con praticamente l'unico tiro in porta della serata. Il Sassuolo dunque si porta a quota 18 punti in classifica e rimane ancorato al treno delle prime, la Juventus a 12 è a -11 dalla Roma capolista e probabilmente dice addio allo scudetto, sapendo anche che per il terzo posto utile per andare in Champions League dovrà effettuare una rincorsa non da poco.  

Risultato sempre fermo sull'1-0 per il Sassuolo sulla Juventus e sul terreno di gioco sferzato dalla pioggia è il caos. La terna arbitrale fatica a tenere ordine tra i giocatori e la partita è nervosissima. Gervasoni dosa (non benissimo) i cartellini e suscita le ire della panchina della Juventus quando - nel giro di due minuti - prima non ammonisce Berardi per aver calciato a gioco fermo il pallone verso la porta difesa da Buffon (era già ammonito) e poi non sanziona un intervento molto dubbio di Acerbi su Dybala, che dalla panchina sembra addirittura una gomitata. A questo punto Pogba perde il controllo e lo sommerge di insulti, cavandosela con un giallo davvero benevolo. Si corre ai ripari e partono le sostituzioni. Come finirà? 

Risultato ancora sull'1-0 tra Sassuolo e Juventus, ma Halloween è arrivato in anticipo per i bianconeri. La mazzata è l'espulsione di Chiellini, per somma di ammonizioni. Due falli su Berardi, il primo al quarto minuto, il secondo a fine del primo periodo, sono costati un rosso (peraltro meritato) a Chiello. Partita decisamente in salita per i campioni d'Italia, che ora si schierano con il 4-4-1 e che non riescono a prodursi in convincennti azioni offensive. L'intervallo porterà consiglio ad Allegri?

Risultato che cambia tra Sassuolo e Juventu grazie a un calcio di punizione pazzesco di Sansone che da ottima posizione pennella una traiettoria che toglie le ragnatele dall'angolo alla destra di Gigi Buffon, davvero impotente nella circostanza. Sciagurato il fallo di Lemina (pessima la sua prestazione fin o a questo momento) proprio su Sansone che poi parlotta a lungo con Berardi e alla fine si incarica del tiro. Il pallone gira sopra la foltissima barriera bianconera, bacia il palo e finisce dentro. Il risultato è shock: Sassuolo 1, Juventus 0 

Risultato sempre di 0-0 tra Sassuolo e Juventus quando siamo arrivati al 12' del primo tempo. Buona la prova dei padroni di casa, volitivi e molto frizzanti sul fronte offensivo, come anche compatti su quello difensivo. Un motivatissimo Berardi si sta facendo vedere in tutte le zone del campo, e i neroverdi del Sassuolo danno l'impressione di riuscire sempre a sfruttare i problemi di rodaggio della Juventus che ha dovuto ricorrere a un discreto turnover stasera. Non ci va per il sottile Chiellini a farsi sentire a metà campo e rimedia la prima ammonizione della gara, mentre al 10' è Dybala che si rende pericoloso con una bella punizione da posizione defilata che però viene a fatica neutralizzata dalla difesa

Sassuolo-Juventus al via: turnover per Massimiliano Allegri come possiamo vedere dalle formazioni ufficiali, ma c’è la conferma per Mandzukic-Dybala come coppia d’attacco nel 3-5-2. Dentro Alex Sandro, non è ancora il turno di Rugani. Nel Sassuolo Nicola Sansone preferito a Floro Flores, gioca dal primo minuto Floccari mentre in mediana Biondini prende il posto di Duncan. Calcio d’inizio alle ore 20:45, partita diretta da Andrea Gervasoni. SASSUOLO (4-3-3): Pegolo; Vrsaljko, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Biondini, Magnanelli, Missiroli; D. Berardi, Floccari, N. Sansone. A disposizione: Pomini, Longhi, Terranova, Gazzola, Fontanesi, Ariaudo, L. Pellegrini, Duncan, Laribi, Politano, Floro Flores, Defrel, Falcinelli. Allenatore: Eusebio Di Francesco JUVENTUS (4-3-3): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Cuadrado, Sturaro, Lemina, Pogba, Alex Sandro; Mandzukic, Dybala. A disposizione: Neto, Audero, Rugani, Evra, Padoin, Khedira, Hernanes, Zaza, Morata. Allenatore: Massimiliano Allegri 

Al Mapei Stadium si gioca la sfida tra il Sassuolo di Eusebio Di Francesco e la Juventus di Massimiliano Allegri. I padroni di casa si presentano in campo con il 4-3-3 mentre gli ospiti, ancora orfani di Caceres e Lichtsteiner, ballano tra il 3-5-2 e il 4-3-3. In casa Juve molto dipenderà dalle scelte di Allegri che dovrebbe comunque riproporre la difesa a tre con Cuadrado in campo dal primo minuto. I bianconeri dovranno fare molta attenzione a una delle squadre che gioca meglio in Serie A. I problemi potrebbero arrivare soprattutto dalla rapidità e intelligenza di un centrocampo abile a dialogare con l'attacco. La mina vagante della gara potrebbe essere però Paulo Dybala, protagonista dell'ultimo match bianconero con un gol e un assist, dovrebbe essere confermato dietro a Morata che dovrebbe prendere il posto di Mandzukic.

Sassuolo-Juventus sarà una partita dalle grandi emozioni soprattutto per Simone Zaza che fino a pochi mesi fa giocava dall'altra parte, anche se contro la sua ex squadra partirà dalla panchina. Il capitano della Juventus Gianluigi Buffon ha deciso così di dedicare un ricordo proprio alla sfida dell'anno scorso al Mapei Stadium su Twitter: "Lo scorso anno avversari, quest'anno compagni! #SimoneZaza". Il tutto accompagnato da una foto nella quale il portierone di Juve e Nazionale stacca in presa alta proprio sull'attaccante lucano. Zaza fu protagonista degli ultimi due Sassuolo-Juventus con altrettanti gol e sempre nei primi minuti della partita. Nell'aprile del 2014 siglò la rete dell'uno a zero al minuto nove, gara poi finita 3-1 per gli ospiti, mentre nell'ottobre dello stesso anno mise in porta il gol del vantaggio al minuto numero tredici prima del pari di Paul Pogba. Un Sassuolo che dovrà trovare gli stimoli per non arrendersi contro una squadra oggettivamente più forte in teoria ma che in classifica è dietro ai neroverde: la possibilità di fare bene oggi è reale, e per il Mister Di Francesco i social sono stati il luogo dove ha espresso il suo invito ed augurio: «Il Mapei Stadium pieno ci sarà ancora più motivazione!», basterà questa speranza?

Eusebio Di Francesco parla alla viglia del delicato match contro la Juventus. Il tecnico del Sassuolo afferma che la squadra sta preparando nei minimi dettagli questa gara che potrebbe dare indicazioni molto importanti sul ruolo che potrà ricoprire la squadra romagnola in questo campionato. L'allenatore ancora deve decidere se effettuare qualche cambio nella formazione titolare rispetto a quella scesa in campo contro il Milan. Di Francesco avverte tutti che troveranno una Juventus molto cambiata da quella di inizio stagione e invita i suoi giocatori a non sottovalutarla per non fare brutte figure. Infine, Di Francesco dichiara che nelle ultime gare di campionamento sono emersi diversi elementi positivi, anche se mascherati da alcuni episodi che hanno sfavorito il Sassuolo. Per Massimiliano Allegri, le priorità principali in questo momento sono due: la prima, ovviamente, è quella di battere il Sassuolo per guadagnare altri tre punti e continuare così la scalata ai vertici della classifica; la seconda si chiama Champions League, in particolare la prossima sfida contro il Borussia Moenchengladbach, in Germania, sarà decisiva per il passaggio del turno, e l'allenatore della Juventus intende riportare i bianconeri tra le grandi d'Europa dopo la finale della scorsa stagione. Allegri si è soffermato anche sull'emergenza infortuni, con gli ultimi stop di Asamoah e Pereyra, alle prese con problemi muscolari, ma anche detto di essere fiducioso sui pieni recuperi di Marchisio e Khedira, che col passare del tempo entreranno nel pieno della forma fisica e potranno dare un ampio contributo alla squadra. 

La Juventus approda al Mapei Stadium per sfidare il Sassuolo padrone di casa. La formazione di Allegri è reduce dal successo interno contro l'Atalanta e sembra aver dato finalmente il via alla scalata verso le posizioni di vertice dopo il difficile inizio di stagione. Il club allenato da Eusebio Di Francesco, nell'ultima di campionato, ha perso contro il Milan giocando in inferiorità numerica per gran parte della gara, eppure i neroverdi sono rimasti in partita fino al fischio finale, dimostrando ancora una volta di essere una squadra più che buona. Gli ultimi precedenti risalgono alla stagione 2014-2015: all'andata (18 ottobre 2014 al Mapei Stadium) i padroni di casa costrinsero i campioni d'Italia in carica al pareggio col punteggio di 1-1, gol di Zaza per il Sassuolo e di Pogba per la Juventus; al ritorno (9 marzo 2015 allo Juventus Stadium) vittoria dei bianconeri per 1 a 0, la rete che decise l'incontro porta sempre la firma di Paul Pogba. Il bilancio degli scontri diretti in campionato da quando il Sassuolo è in Serie A, cioè dal 2013, è di tre successi per la Juventus e un pareggio. Il Sassuolo cerca dunque l'impresa di battere la Vecchia Signora per la prima volta nella sua storia. 

Si gioca alle 20:45 ed è diretta dall’arbitro Andrea Gervasoni. Il Sassuolo, 15 punti in classifica, arriva dalla sconfitta in extremis subita a San Siro ma resta ancora la prima delle inseguitrici del gruppo di testa, con un torneo fin qui ottimo. La Juventus sembra essere in ripresa: domenica ha battuto l’Atalanta cogliendo la seconda vittoria consecutiva in casa, ha 12 punti e se ancora si trova a otto lunghezze dalla vetta vede forse la luce in fondo al tunnel di un pessimo inizio di stagione. Juventus che ha ottenuto una vittoria e un pareggio nei due precedenti ufficiali in casa del Sassuolo.

Nel 2013-2014 il 3-1 ottenuto in rimonta, dopo il gol di Simone Zaza che è uno dei doppi ex (gli altri sono Federico Peluso, Lorenzo Ariaudo e tecnicamente Domenico Berardi, di proprietà bianconera ma ancora con zero partite nella Juventus) aveva sancito la vittoria del terzo scudetto consecutivo, arrivato definitivamente senza giocare per la sconfitta della Roma. Fino a qui il Sassuolo ha perso soltanto due partite; in casa è ancora imbattuto con due vittorie e due pareggi, e nel computo totale dei gol fatti e subiti fa meglio della Juventus alla prima voce (12 contro 11).

Un Sassuolo che dopo aver ottenuto due salvezze brillanti ha confermato la bontà del suo progetto: la squadra è quasi la stessa che aveva ottenuto la promozione in Serie A, qualche elemento è cambiato ma l’allenatore è sempre Eusebio Di Francesco e soprattutto si è deciso di puntare sulla linea giovane e italiana. La programmazione ha pagato e il fatto che oggi la squadra si trovi al sesto posto in classifica sarà anche dovuto alla stranezza di questo campionato ma anche e soprattutto alla serietà professionale che si respira da queste parti. 

La Juventus finora ha faticato, anche in uno Juventus Stadium che finora era stato un fortino: nelle prime tre giornate di campionato due pareggi e una sconfitta interni, contro squadre non certo irresistibili. Pancia piena o effetto collaterale dato dagli addii di giocatori importanti, sta di fatto che la squadra di Massimiliano Allegri ha deluso sul piano del gioco e del risultato in campo, volando in Champions League ma non trovando la quadratura del cerchio. Dopo la sconfitta di Napoli, già la terza nelle prime sei partite, i bianconeri hanno forse svoltato e con due vittorie e il pareggio di San Siro si sono rimessi in carreggiata.

Forse non basterà per vincere il quinto scudetto consecutivo (pareggiando così la striscia degli anni Trenta), ma dopo tutto il terzo posto - obiettivo minimo - è ancora a sei lunghezze e c’è tutto il tempo per recuperare il terreno perduto. In trasferta sono 4 i punti della Juventus, che ha vinto a Marassi contro il Genoa e pareggiato appunto in casa dell’Inter. Non ci resta dunque che metterci comodi, dare la parola al campo e stare a vedere come andrà a finire questa interessante partita del Mapei Stadium di Reggio Emilia: la diretta di Sassuolo-Juventus, valida per la decima giornata del campionato di Serie A 2015-2016, sta per cominciare…

Diamo uno sguardo alle quote che l’agenzia di scommesse Snai ha previsto per questa partita. Juventus che sembra essere nettamente favorita con il segno 2 che paga 1,70, mentre per quanto riguarda la vittoria del Sassuolo siamo a 5.00. Il pareggio, contrassegnato dal segno X, vale invece 3,65 volte la somma che deciderete eventualmente di giocare.

La diretta tv di Sassuolo-Juventus è affidata ai canali della pay tv satellitare, in particolare sui canali Sky Sport 1 e Sky Calcio 1; e su quelli della pay tv del digitale terrestre ai canali Premium Sport e Premium Sport HD. Tutti gli abbonati avranno anche la possibilità di seguire la partita in diretta streaming video, attivando senza costi aggiuntivi le applicazione Sky Go e Premium Play, che consentono di visualizzare le immagini su supporti digitali come PC, tablet e smartphone. Ricordiamo poi che sul sito ufficiale della Lega Serie A troverete aggiornamenti e informazioni utili su questa partita e su tutto il campionato; i corrispettivi sui social network sono alle pagine facebook.com/serieatim e, su Twitter, @SerieATIM.