BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Pagelle/ Carpi-Torino (2-1): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2015-2016, 7^ giornata)

Pubblicazione:sabato 3 ottobre 2015 - Ultimo aggiornamento:sabato 3 ottobre 2015, 20.24

Giuseppe Sannino (Infophoto): debutta sulla panchina del Carpi Giuseppe Sannino (Infophoto): debutta sulla panchina del Carpi

TORINO

Padelli 6: ha personalità ed è un portiere di grande spessore tecnico. E' sfortunatissimo sul gol subito, ma di certo il ko non è colpa sua;
Bovo 5.5: nel primo tempo sbaglia, stranamente, una serie di palloni dentro per Quagliarella. Nella ripresa commette errori anche dietro;
Glik 5: non una grande giornata al centro della difesa per il capitano del Toro;
Moretti 5.5: non riesce a trovare la rapidità giusta per stare dietro a uno come Matos;
Zappacosta 4.5: in tutto il tempo che rimane in campo non vince mai uno scontro col suo dirimpettaio Gabriel Silva, soffre tantissimo la sua fisicità e commette anche dei falli pericolosi. Davanti non si vede praticamente mai; (72' Martinez sv)
Vives 6: giocatore di intensità straordinaria, in mezzo al campo è l'unico che regge botta;
Gazzi 5: non riesce a trovare la solita intensità, perde molti palloni e gli avversari spesso sono in vantaggio su di lui; (60' Acquah 6): entra e la differenza si sente, ma non riesce a trovare continuità nella sua prestazione;
Benassi 5.5: non una gara indimenticabile per un giocatore che sappiamo bene può offrire di più;
Silva 6: il più intraprendente dei suoi, gioca bene palla a terra anche se dovrebbe essere più preciso quando fornisce assist dentro;
Quagliarella 6: si muove bene, anche se spesso i palloni che gli mette dentro Bovo sono troppo lunghi e non riesce a prenderli. Si da comunque da fare e nella ripresa sfiora il gol. Esce per dare spazio a un giocatore più fisico; (65' Belotti sv)
Lopez 6.5: ci prova due volte nel primo tempo con personalità, nella ripresa si guadagna e segna il rigore del 2-1;

All. Ventura 5.5: Toro irriconoscibile che esce dal campo con la sconfitta, servirà a crescere ancora.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.