BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Diretta/ Sampdoria-Inter (risultato finale 1-1): Perisic risponde a Muriel, pareggio tra le due squadre (Serie A 2015, oggi 4 ottobre)

Diretta Sampdoria-Inter, info streaming video e tv: risultato live e cronaca della partita che si gioca a Marassi, valida per la settima giornata del campionato di Serie A 2015-2016

Foto Infophoto Foto Infophoto

Termina con un pareggio la sfida del Luigi Ferraris tra la Sampdoria di Walter Zenga e l'Inter di Roberto Mancini. La partita la sblocca Luis Muriel alla fine di una bella azione su assist di Pereira. I nerazzurri reagiscono ea trovano la rete del pari nel finale con Ivan Perisic che approfitta di un batti e ribatti in mezzo all'area di rigore propiziato da Mauro Icardi. Pareggio alla fine che si può considerare giusto tra due squadre che hanno mostrato qualità a tratti alternandosi nel pallino del gioco. 

Quando siamo al minuto numero 80 la gara Sampdoria-Inter è sul risultato di 1-1. I blucerchiati iniziano ad accusare un po' la rapidità e la velocità della squadra nerazzurra anche stremati dopo un'ora di grande gioco. E' così che arriva il pareggio della squadra di Roberto Mancini, prima che Muriel in contropiede si divori il gol del 2-0. Palla dentro per Icardi che dopo una ribattuta trova dentro Perisic autore della rete dell'1-1. Sub ito dopo il gol Zenga toglie uno stremato Luis Muriel e inserisce Antonio Cassano.

Quando siamo al minuto numero 65 la gara Sampdoria-Inter è sul risultato di 1-0. La reazione dei nerazzurri è molto limitata e non riesce a trovare spazio davanti, la squadra di Roberto Mancini si trova di fronte una Sampdoria disposta molto bene in campo. L'occasione migliore arriva con un colpo di testa tagliato di Perisic sul quale però è bravo a chiudere Viviano. Roberto Mancini decide di giocarsi la carta Jonathan Biabiany, che mette al posto di Geoffrey Kondogbia sbilanciando la squadra alla ricerca della rete del pari.

Quando siamo al minuto numero 50 la gara Sampdoria-Inter è sul risultato di 1-0. Walter Zenga e Roberto Mancini hanno deciso di iniziare la ripresa così come avevano finito il primo tempo. Sono tornati in campo gli stessi ventidue effettivi che avevano lasciato il campo nella prima frazione di gioco. Pronti via palla dentro per Perisic che di testa sfiora e non riesce a deviare. Dall'altra parte invece Barreto sfrutta male un contropiede e allarga per Eder. Poco dopo invece Muriel di testa la colpisce fuori. Ancora Sampdoria e Muriel si infila su assist di Pereira e la butta dentro. Sampdoria avanti.

Quando siamo al minuto numero 35 la gara Sampdoria-Inter è sul risultato di 0-0. I nerazzurri vengono fuori con grinta e personalità. Palacio serve dentro un bel pallone per Kondogbia che serve smarcato al centro dell'area di rigore Guarin. Il colombiano in mezza rovesciata alza clamorosamente il pallone sopra la traversa. Poco dopo la Sampdoria preme in contropiede, Fernando la mette dentro ed Eder sfiora il gol. Risultato ancora inchiodato sul pari. 

Quando siamo al minuto numero 20 la gara Sampdoria-Inter è sul risultato di 0-0. I blucerchiati partono molto forte cercando diverse volte la rete. Ci prova da fuori con un gran tiro Correa, c'è la potenza ma non la precisione con Handanovic che blocca. Poco dopo sugli sviluppi di un calcio d'angolo Soriano colpisce molto alto. Dall'altra parte ci prova Telles senzaa grande fortuna, buona occasione anche per Kondogbia che rischia di farsi male ma fortunatamente può continuare la sua gara.

Quando siamo al minuto numero 5 la gara Sampdoria-Inter è sul risultato di 0-0. I padroni di casa sono partiti davvero forte con Pereira che si è guadagnato subito un calcio d'angolo. Poco dopo Handanovic mette un altro pallone in angolo. Sugli sviluppi grande colpo a giro di Zukanovic che di poco non incrocia lo specchio della porta. Bordata di fischi riservata dalla curva della Sampdoria all'ex blucerchiato Maurito Icardi.

Le formazioni ufficiali di Sampdoria-Inter, partita che sarà diretta dall'arbitro Rocchi. Tra i blucerchiati Soriano gioca nel trio di centrocampo mentre tra le linee partirà il giovane argentino Joaquin Correa, nell'Inter ci sono Murillo e Telles in difesa e Palacio in attacco. 2 Viviano; 13 Pereira, 4 Moisander, 87 Zukanovic, 3 Mesbah; 7 Fernando, 8 Barreto, 21 Soriano; 10 Correa; 24 Muriel, 23 Eder In panchina: 1 Puggioni, 57 Brignoli, 9 Rodriguez, 17 Palombo, 19 Regini, 77 Carbonero, 92 Rocca, 95 Ivan, 99 Cassano Allenatore: Walter Zenga 1 Handanovic; 21 Santon, 17 Medel, 24 Murillo, 12 Telles; 13 Guarin, 83 Melo, 7 Kondogbia; 44 Perisic, 8 Palacio; 9 Icardi In panchina: 30 Carrizo, 46 Berni, 5 Jesus, 11 Biabiany, 14 Montoya, 22 Ljajic, 23 Ranocchia, 27 Gnoukouri, 33 D'Ambrosio, 55 Nagatomo, 77 Brozovic, 97 Manaj Allenatore: Roberto Mancini Arbitro: Gianluca Rocchi (sezione di Firenze) 

I nerazzurri vengono dal pesante primo ko della stagione, un 4-1 casalingo contro la Fiorentina che ha lanciato l'allarme dopo le prime cinque vittorie consecutive. La squadra di Roberto Mancini però continuerà a giocare con il 4-3-2-1 che ha dato garanzie lasciando da una parte l'esperimento difesa a tre fallito. Dall'altra parte c'è una Samp che gioca con un offensivo 4-3-1-2. Sarà molto importante valutare quali saranno le fasi della partita in cui spingere e quelle in cui decelerare. Le due squadre sono comunque abili a muovere in rapidità il pallone, cercando spazi e riflettendo anche sul momento in cui spingere lasciando degli spazi. Tatticamente i nerazzurri fino alla gara contro la Fiorentina erano stati perfetti, con i due trequartisti abili ad aprire la manovra e Icardi che faceva salire la squadra. Bisognerà però stare molto attenti alla rapidità delle punte della squadra di Walter Zenga.

In vista della sfida di domenica pomeriggio fra la Sampdoria e l’Inter, match in programma alle ore 15.00 allo stadio Marassi, ha parlato il difensore del club blucerchiato, Ervin Zukanovic, fra i più positivi di questo inizio di campionato della squadra ligure. Intervistato da SampTv, il canale ufficiale della squadra, ha ammesso: «L’Inter è un grandissimo club, ma vogliamo batterlo. In casa siamo ancora imbattuti, però dobbiamo migliorare in trasferta dove finora abbiamo raccolto pochi punti. Se vogliamo restare in alta classifica servirà un cambio di rotta in tal senso…». Curiosità, Zukanovic è stato a lungo seguito proprio dall’Inter durante il calciomercato estivo 2015, prima che l’ex calciatore del Chievo si accordasse con la Sampdoria. L’Inter volerà allo stadio Marassi di Genova per sfidare i padroni di casa della Sampdoria, match che si giocherà domenica alle ore 15.00 in quel dello stadio Marassi. In vista della delicata trasferta ha parlato il difensore centrale dei nerazzurri, Murillo, che dopo aver saltato le gare contro Verona e Fiorentina sembrerebbe ora tornato al 100%: «Ho finito l’allenamento, grazie a Dio va tutto bene – ha detto il difensore dell’Inter ai microfoni di ‘Win Sports’ -. Ora sto cercando di riabituarmi al campo per poter giocare domenica contro la Sampdoria. Stamattina (ieri, ndr) ho fatto gli esami e per fortuna non è emerso niente di negativo, l’edema è sparito». Murillo dovrebbe stazionare al centro della difesa al fianco di Medel, favorito su Ranocchia. Out Miranda per squalifica.

A poche ore dal match del Luigi Ferrraris, valido per la settima giornata del campionato di Serie A, sul profilo twitter della società blucerchiata spazio all'incontro di Eder con alcuni piccoli tifosi sampdoriani. L'attaccante della formazione ligure si è concesso ai suoi sostenitori, firmando autografi e magliette (clicca qui per vedere il video) https://twitter.com/sampdoria/status/649982690842775552 Riflettori puntati anche sulla dedica speciale rilasciata dal portiere Christian Puggioni sul suo 'diario blucerchiato' (clicca qui per leggerla) https://twitter.com/Puggio_1/status/650030593766461440 Sul profilo dell'Inter, invece, arrivano gli auguri di una pronta guarigione da parte della società nerazzurra al giocatore della Juventus Stephen Lichsteiner (clicca qui per visualizzarla) https://twitter.com/Inter/status/650000505217925120 . Spazio anche alle parole di Biabiany che ha voluto ringraziare la società e lo staff tencico per la fiducia riposta in lui dopo la lunga assenza dai campi, legata ai noti problemi di salute.

Sia la Sampdoria che l'Inter hanno bisogno di trovare immediatamente un feedback positivo dopo l'ultima giornata di campionato: i blucerchiati allenati da Zenga provengono dalla sconfitta esterna in casa con l'Atalanta (2-1); i nerazzurri di Mancini hanno perso l'imbattibilità venendo trovati a San Siro dalla Fiorentina (1-4) e devono ancora capire se quest'anno potranno lottare per lo scudetto fino in fondo oppure, come negli ultimi anni, accontentarsi di contendersi un posto nelle coppe europee. Lo scorso anno, Sampdoria e Inter si sono affrontate tre volte: all'andata (29 ottobre 2014 a San Siro) vittoria dei padroni di casa per 1-0, gol decisivo di Icardi su calcio di rigore; ottavo di finale di Coppa Italia (21 gennaio 2015 sempre a San Siro), passa l'Inter col punteggio di 2-0, reti di Shaqiri e Icardi; al ritorno (22 marzo 2015 a Marassi) la Sampdoria si aggiudica l'incontro col punteggio finale di 1-0, gol vittoria di Eder. Il bilancio tra le due formazioni, dal 1998 a oggi, è di quindi successi per i nerazzurri, quattro vittorie per i blucerchiati e dieci pareggi.

Gran bella partita questa Sampdoria-Inter: i numeri ci raccontano, come già sapevamo, di un’Inter prima in classifica nonostante l’undicesimo attacco del campionato (7 gol) e di una Sampdoria che sta 5 punti sotto pur condividendo con il Napoli la seconda piazza per reti realizzate (12). Contano però anche altre statistiche: intanto quella che riguarda la difesa, e poi quella della precisione dei tiri: l’Inter, è vero, segna poco ma tira tanto (64 volte) elevando perciò la possibilità di vincere le partite, la Sampdoria per il momento è stata pressochè perfetta visto che ha generato 12 gol da 47 tiri (in pratica una rete ogni 4 conclusioni) 29 delle quali sono terminate nello specchio. Come dire: i blucerchiati calciano a botta sicura, per il resto preferiscono far girare palla. In più calciano tanto da fuori o con soluzioni personali (7 assist, 4 decisivi) e si affidano poco o nulla ai cross, visto che con 23 utili (20 quelli sbagliati) la Sampdoria è ultima in Serie A. L’Inter si affida decisamente di più alle fasce: ha effettuato 76 cross, 40 dei quali precisi.

Dopo una partenza da primatista, la Sampdoria arriva alla sfida con l'Inter a seguito di una sconfitta con l'Atalanta. Zenga non potrà contare sul difensore migliore ovvero Silvestre che si è infortunato ma a centrocampo avrà un Soriano in ottima forma e davanti il capocannoniere Eder che sta segnando a medie altissime. Per l'Inter di Mancini quotazioni in risalto per Alex Telles, uno dei pochi che si è salvato contro la Fiorentina e a centrocampo per il redivivo Guarin. Davanti in coppia con Icardi il migliore da schierare è Jovetic che tornerà dopo l'infortunio ed è pronto a dimostrare perchè la squadra milanese abbia voluto così tanto puntare su di lui. Dopo i primi gol, il montenegrino tornerà a fare coppia in attacco con Icardi per provare a battere Viviano.

Si gioca alle ore 15 di oggi pomeriggio e sarà diretta dall'arbitro Gianluca Rocchi della sezione di Firenze. Potremmo spendere tante parole per le sfide nella sfida: quella di Mauro Icardi che la Sampdoria ha cresciuto e con la quale ha centrato la promozione in Serie A e un esordio nel massimo campionato con doppia cifra di gol. O quella dei due allenatori, Walter Zenga e Roberto Mancini, che hanno reso grandi le squadre di cui oggi sono avversari, vincendo scudetti e coppe, e che forse sognano un giorno di sedere dall’altra parte (di sicuro Zenga, che lo ha ammesso a più riprese).

Parlando invece della partita in sè, le due squadre ci arrivano avendo perso la scorsa settimana: per la Sampdoria a Bergamo, per l’Inter in casa contro la Fiorentina. Per la prima volta in stagione i nerazzurri hanno subito più di un gol (e hanno incassato per la seconda volta in sei partite) ma soprattutto sono crollati senza appello, schiacciati da un avversario superiore e da un modulo, quello con la difesa a tre, che ha lasciato interdetti. Si era detto: nelle prime difficoltà si vedrà il reale valore dell’Inter.

Ora capiremo di più, a seconda della reazione che la squadra avrà a Marassi, un campo dove ha vinto 29 volte in 65 precedenti ma è anche caduta in 14 occasioni (l’ultima peraltro nello scorso campionato, con gol di quell’Eder tanto cercato in estate). Al di là del pesante 1-4, l’Inter resta candidata per lo scudetto ma è chiaro che ora dovrà far capire a tutti i tifosi e gli addetti ai lavori che si è trattato di un arresto passeggero. 

La Sampdoria continua il suo campionato da montagne russe: scintillante in casa, molle e fragile in trasferta. Se a Marassi sono arrivate le vittorie anche roboanti contro Carpi, Roma e Bologna, in trasferta i blucerchiati hanno perso contro Torino e Atalanta quasi senza appelli, riuscendo solo a frenare il Napoli. Restano le contraddizioni: una squadra che sa essere devastante nella sua fase offensiva, con attaccanti veloci e interni che si inseriscono a dovere, ma che patisce in maniera eccessiva il fatto di essere attaccata con organizzazione e che non sa cambiare ritmo quando costretta a ragionare davanti a una difesa schierata.

Anche l’Inter è formazione da ripartenza più che da costruzione; dunque oggi ci aspetta una partita davvero interessante nella quale sarà possibile vedere squadre lunghe che proveranno a sorprendersi di volta in volta. A noi non resta che metterci comodi e dare la parola al campo per stare a vedere come andrà a finire questa sfida pomeridiana a Marassi: la diretta di Sampdoria-Inter, valida per la settima giornata del campionato di Serie A 2015-2016, sta per cominciare…

La diretta tv di Sampdoria-Inter è affidata alla televisione satellitare, in particolare al canale Sky Calcio 1 (251); e a quella del digitale terrestre, ai canali Premium Calcio e Premium Calcio HD; senza costi aggiuntivi potrete avvalervi della diretta streaming video attivando su PC, tablet e smartphone le applicazioni Sky Go e Premium Play. In alternativa potrete consultare le pagine che le due società mettono a disposizione sui social network, in particolare Facebook e Twitter. Ricordiamo poi la possibilità di assistere agli highlights in tempo reale da tutti i campi, collegandosi al satellite sul canale Sky SuperCalcio per il programma Diretta Gol Serie A. A proposito: anche la Lega Serie A offre aggiornamenti costanti tramite i suoi profili ufficiali, li trovate agli indirizzi facebook.com/serieatim e @SerieA_TIM.