BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Risultati Liga/ Le partite, i marcatori e la classifica aggiornata (7^ giornata, 2-4 ottobre)

Risultati Liga, le partite, i marcatori e la classifica aggiornata (7^ giornata, 2-4 ottobre). Facciamo il punto sulla settima giornata del campionato spagnolo di calcio 2015-2016

Karim Benzema, attaccante Real Madrid (Infophoto) Karim Benzema, attaccante Real Madrid (Infophoto)

RISULTATI LIGA LE PARTITE, I MARCATORI E LA CLASSIFICA AGGIORNATA (7^ GIORNATA, 2-4 OTTOBRE) - Risultati Liga: Villareal ancora in testa alla classifica della Liga dopo che sono state giocate 7 giornate di campionato pur con una sconfitta in casa del Levante, perché Atletico Madrid e Real Madrid pareggiano tra di loro nel derby della capitale ed il Barcellona viene battuto dal Siviglia che si rilancia così in campionato e reagisce anche alla sconfitta, con prova incolore, della Champions. Dopo 7 giornate, al vertice ci sono 8 squadre in 5 punti con tre inseguitrici per il Villareal appena ad un punto, Barcellona, Real Madrid ed il sorprendente Celta Vigo, che non è andato oltre lo 0–0 casalingo contro il Getafe nell’anticipo del venerdì. Anche in coda c’è grande equilibrio, con il Granada ultimo a 4 punti, ed il Las Palmas che lo precede di 1, mentre a quota 6 punti stazionano in 3, Real Sociedad, Levante e Malaga. Al Vicente Calderon finisce 1–1 con Simeone e Benitez che arrivano con umori decisamente diversi al 90esimo. Sono stati 90 minuti infuocati quelli del derby, che l’Atletico ha chiuso con un inaspettato pareggio dopo che i blancos si erano portati avanti grazie ad una rete firmata Benzema. Il pareggio è stato realizzato dall’argentino Luciano Vietto, subentrato a gara in corso. Il Real ha dominato l’incontro per larga parte e deve ringraziare il suo portiere Keylor Navas che nel primo tempo ha parato un calcio di rigore e nel finale, dopo aver subito la rete del pareggio ha salvato la sua porta su una conclusione tentata da Jackson Martinez. La zampata della formazione ospite era arrivata dopo 9 minuti con Benzema che aveva messo alle spalle del portiere con un colpo di testa su lancio di Carvajal. Da parte dell’Atletico arriva una reazione blanda con Correa che impegna in due occasioni il portiere avversario, che poi è bravo a neutralizzare un rigore provocato da Sergio Ramos e calciato dal francese Griezmann. Il penalty sbagliato è un colpo tremendo per la formazione di Diego Simeone. Il Real controlla ma non passa e la crescita dei padroni di casa è evidente grazie anche alle entrate di Vietto e di Martinez, oltre a quella, nell’intervallo, di Ferreira Carrasco. La rete del pareggio arriva con Vietto che si fa trovare pronto quando Martinez riesce a sfondare sulla sinistra offrendogli un pallone invitante. Il Rayo Vallecano deve lasciare spazio al Betis Siviglia per 2–0 nell’incontro casalingo, con la prima rete messa a segno da Westermann dopo 20 minuti di gioco e la seconda dopo 61 minuti da Ruben Castro. Lo stesso Ruben Castro aveva fornito l’assist della prima rete dopo una fuga in contropiede che Westermann aveva concluso con un tiro di destro scagliato da centro area. Nella seconda rete invece l’assist era stato di Alvaro Cejudo. L’Athletic Bilbao vince la partita casalinga contro il Valencia con il punteggio di 3–1, ribaltando il match dopo che la formazione ospite era passata in vantaggio per prima. Rete del Valencia al 20esimo con un calcio di punizione che Daniel Parejo mette sotto la traversa calciando di destro. Il pareggio dei padroni di casa dopo 14 minuti con Aymeric Laporte, con un colpo di testa su calcio d’angolo. Le altre due reti dell’Athletic Bilbao nella ripresa, nel giro di 5 minuti. Al 64esimo segna Markel Susaeta con un tiro di sinistro dopo aver ricevuto un passaggio smarcante da parte di Aduriz. Al 69esimo la rete della sicurezza per i baschi con lo stesso Aduriz che riceve un bel passaggio da parte di Raul Garcia e manda il pallone ad infilarsi nell’angolo a sinistra della porta del Valencia. Il Levante batte la capolista Villareal per 1a 0 con una rete segnata all’83esimo da Deyverson che trasforma un cross di Nabil Ghilas con un potente tiro scagliato di sinistro sul quale il portiere avversario non può fare nulla. Il Barcellona di Luis Enrique tentava l’assalto alla vetta della classifica, ma ha subito la seconda sconfitta consecutiva in trasferta, battuto dal Siviglia per 2 a 1. Per la formazione guidata da Luis Enrique si tratta della prima sconfitta senza Messi in campo. La partita è stata decisa dalle reti di Kron-Dehli e Iborra, e il calcio di rigore trasformato da Neymar è stato inutile. Per la formazione blaugrana 4 pali, oltre alle grandi parate di Sergio Rico, ad impedire il successo od almeno il pareggio. Il Siviglia, reduce dalla sconfitta di Torino, ha messo in campo un grande cuore ed il suo tecnico Unay Emery ha firmato la sua prima vittoria contro il Barcellona che aveva già affrontato 20 volte senza riuscirci. Il Sanchez Pizjuan sprona i suoi giocatori fin dall’inizio e gli uomini di Emery raccolgono l’invito dei tifosi con una grande pressione, soprattutto a centrocampo. E’ però il Barcellona a creare pericoli, specialmente nella prima parte di gara sfiorando la rete e colpendo la traversa. Il Siviglia resiste e passa all’inizio ripresa con due reti nello spazio di pochi minuti: prima un freddo Krohn-Dehli, mette dentro su una occasione creata da Gameiro che fa un grande spunto sulla destra, poi Iborra mette in rete, dopo 6 minuti, un cross perfetto dello stesso Krohn-Dehli. Per il Barcellona arrivano immediatamente i cambi con Munier e Mathieu che escono e lasciano il posto a Sandro e Dani Alves con un cambio anche di schema. Sergio Rico dice no a Neymar in 3 occasioni, poi capitola quando il brasiliano si presenta sul dischetto per un calcio di rigore causato da un fallo di mano di Tremoulinas. Poi è assalto al fortino, ma il Siviglia regge fino al termine. A Vigo il Celta non riesce ad andare oltre lo 0–0 contro il Getafe, mentre a Granada i padroni di casa pareggiano per 1-1 contro il Deportivo La Coruna. Ospiti in vantaggio con una rete al 25esimo di Faycal Fajr su assist di Fernando Navarro, e pareggio dei padroni di casa al 65esimo con una rete di Piti che manda la palla ad infilarsi nell’angolino basso alla destra del portiere. Sconfitta casalinga per l’Espanyol contro lo Sporting de Gijón per 1 a 2. Rete della vittoria segnata in pieno recupero da Alex Menendez che ha piazzato in porta il pallone con un tiro di sinistro dopo un passaggio di Mascarell; in precedenza, al 62esimo, l’Espanyol aveva pareggiato con un gol di Felipe Caceido, il vantaggio che la formazione ospite aveva conquistato al 10° con Alen Halolovic. L’Espanyol ha fallito un rigore con lo stesso Felipe Caceido alla mezzora del primo tempo. A Las Palmas passa l’Eibar per 0 a 2, con la prima rete dopo appena 7 minuti di gioco ad opera di Saul Berjon e raddoppio ospite nella ripresa grazie a Borja Gaston che insacca con un tiro di destro. Vittoria casalinga invece per il Malaga, che regola la Real Sociedad per 3 a 1. Gara che si infiamma subito: dopo 4 minuti padroni di casa in vantaggio con una rete di Charles; raddoppio dopo 3 minuti ancora con Charles, poi reazione della Real Sociedad che dimezza lo svantaggio al 14esimo con una rete di Imanol Agirretxe. Il primo tempo finisce 2 a 1 e poi la partita va avanti sino all’89esimo, quando Charles chiude la pratica segnando la tripletta con un tiro di destro.

 

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO, PER CONTINUARE A LEGGERE RISULTATI LIGA LE PARTITE, I MARCATORI E LA CLASSIFICA AGGIORNATA (7^ GIORNATA, 2-4 OTTOBRE)