BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Risultati Premier League/ Le partite, i marcatori e la classifica aggiornata (8^ giornata, 3-4 ottobre)

Risultati Premier League, le partite, i marcatori e la classifica aggiornata (8^ giornata, 3-4 ottobre). Facciamo il punto sull’ottavagiornata del campionato inglese di calcio 2015-2016

Aguero, attaccante Manchester City (Infophoto) Aguero, attaccante Manchester City (Infophoto)

Manchester United e Chelsea battute, e City di nuovo in testa da solo, in una Premier che sembra la più combattuta degli ultimi anni. Questo il risultato dell’8ª giornata, al termine della quale c’è anche una lotta aspra in fondo alla classifica, con Sunderland e Newcastle a 3 punti e Aston Villa a 4. L’Arsenal insegue la capolista con le sorprese Leicester City e Crystal Palace a quota 15, mentre Mourinho è nel terzetto a quota 8 che oltre al suo Chelsea comprende West Beomwich e Bournemouth, in quartultima posizione. Male anche il Liverpool, che pareggia nel derby con l’Everton, con la panchina di Rodgers che vacilla. Il Chelsea di Mourinho continua nel suo inizio di stagione disastrato e incassa la sua sesta sconfitta, la quarta in Premier League. Il Southampton passa a Stamford Bridge per 3 a 1 e lascia i londinesi al quint’ultimo posto in classifica, e la posizione del portoghese sulla panchina della squadra di Abramovich inizia a traballare, anche se lo stesso Mourinho professa tranquillità. I punti di distacco dalla vetta sono adesso in doppia cifra per i campioni in carica. Per i Blues anche la seconda peggiore difesa del campionato e distrazioni durante le fasi di gioco anche da parte di top-player come Hazard ed Ivanovic. La sconfitta contro la formazione di Pellè arriva in coincidenza del rientro tra i titolari di capitan Terry. Chelsea in vantaggio con una rete su punizione di Willian, poi il Southampton pareggia con Davis su assist di Pellè, che nella ripresa segna anche la rete del 3 a 1 per la formazione di Koeman, che si era portata in vantaggio con un gol di Manè. All’Ethiad Aguero emula Lewandowski segnandone 5 al malcapitato Newcastle. Alla fine il Manchester City chiude 6 a 1 con una rete del belga De Bruyne. Eppure il Newcastle era passato per primo in vantaggio, segnando dopo 18 minuti di gioco con Mitrovic. Il pareggio dell’argentino arriva al 42esimo con una rete di testa su passaggio di Fernandinho, dopo che gli ospiti avevano sprecato due occasioni per raddoppiare e mettere in crisi la squadra di Pellegrini. Nella ripresa la gara viene clamorosamente ribaltata con Aguero che segna quattro reti dal 49esimo al 62esimo, in totale 5 in 20 minuti di gioco. In mezzo, al 53esimo, anche la rete di De Bruyne per un Manchester City completamente rilanciato in Premier. Si rilancia anche Claudio Ranieri che con il suo Leicester vince per 2–1 a Norwich dopo la lezione incassata in casa da parte dell’Arsenal. Per il Leicester reti di Vardy su rigore, dopo 28 minuti di gioco, e di Schlupp al 47esimo. I padroni di casa del Norwich accorciano le distanze al 68esimo con una rete segnata da Mbokani. Il pareggio casalingo del Sunderland, per 2 a 2 contro il West Ham, significa addio alla panchina per il tecnico olandese Advocaat. Per la formazione di casa doppio vantaggio con le reti di Fletcher al 10° e Lens al 22esimo, ma poi lo stesso Lens viene espulso ed il West Ham arriva al pareggio andando a segno prima con Jenkinson al 45esimo e poi con Payet al 60esimo, che sfrutta anche una mezza papera del portiere avversario, Pantilimon. Nelle altre gare l’Aston Villa continua a perdere, cedendo in casa per 1–0 contro lo Stoke City, con una rete di Arnautovic, segnata al 55esimo. Pareggio per 1 a 1 tra Bournemouth e Watford con il portiere degli ospiti, Gomes, che ha parato un calcio di rigore calciato da Murray. Lo stesso Murray aveva portato in vantaggio i suoi al minuto 28, ed il Watford aveva pareggiato con Ighalo al 45esimo. Venerdì si era giocato l’anticipo tra Crystal Palace e WBA che si è concluso con la vittoria dei padroni di casa per 2-0 grazie alle reti messe a segno da Bolasie al 68esimo, e da Cabaye, che all’89esimo ha trasformato un calcio dagli undici metri. L’Arsenal con un super Alexis Sanchez vince la battaglia contro il Manchester United di Van Gaal e lo affianca al secondo posto in classifica. Le tre reti dei Gunners nei primi 19 minuti di partita mettono i Red Devils con le spalle al muro e la formazione di Arsene Wenger potrebbe anche segnarne altri. Prima rete di Sanchez, segnata di tacco, poi il cileno mette lo zampino anche nella seconda, firmata da Walcott, e poi segna personalmente anche la terza, prima dribblando Darmian e poi sparando una cannonata all’incrocio dei pali. Van Gaal prova a cambiare qualcosa con le sostituzioni nell’intervallo e con un nuovo modulo ma l’Arsenal non fa sconti e la gara finisce con il trionfo dei Gunners. Pareggio divertente tra i gallesi dello Swansea ed il Tottenham. Per la formazione di casa una rete messa a segno da Ayew ed una autorete di Kane, mentre i londinesi vanno a segno con una doppietta di Eriksen. Il pari per 1 a 1 tra Everton e Liverpool potrebbe costare la panchina a Rodgers. Il pareggio non accontenta nessuno e si è deciso nel finale della prima frazione di gioco quando alla rete di Ings per il Liverpool, segnata al 42esimo, ha fatto seguito la rete del pareggio, quasi immediato, dell’Everton, con Lukaju che ha piazzato un forte tiro dopo che la palla gli era giunta grazie ad una carambola fortunosa. Nella ripresa, entrambe le formazioni cercano la vittoria giocando a viso aperto, ma mostrando i loro limiti attuali e per la maggior parte del tempo si assiste a scontri fisici con il risultato che resta inchiodato sul pareggio.