BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Max Biaggi/ News, rinviato a giudizio per evasione fiscale (oggi 7 ottobre 2015)

Max Biaggi news, rinviato a giudizio per evasione fiscale. Il tribunale di Roma lo accusa di avere evaso 18 milioni di euro, il processo si terrà il 15 settembre 2016 (oggi 7 ottobre 2015)

Max Biaggi in azione con l'Aprilia in Superbike (Infophoto)Max Biaggi in azione con l'Aprilia in Superbike (Infophoto)

Momento non facile per Max Biaggi. L'ex campione del mondo di motociclismo è stato rinviato a giudizio dal tribunale di Roma per evasione fiscale. L'accusa a carico del pilota romano è quella di avere evaso al fisco circa 18 milioni di euro. A disporre il processo è stato il giudice dell'udienza preliminare, Valerio Savio, su richiesta del pubblico ministero Giancarlo Cirielli. Equitalia, riconosciuta parte offesa, si è costituita parte civile con l'avvocato Emilio Ricci. Il processo è fissato per il 15 settembre del 2016 davanti al giudice monocratico Bruno Costantini. In questa disavventura fiscale Biaggi segue quanto già successo in passato ad alcuni suoi illustri colleghi, compreso il grande rivale Valentino Rossi. Biaggi era già stato protagonista in passato di una indagine del fisco: usufruì dello scudo fiscale per far rientrare in Italia i capitali depositati all'estero, ma era stato rinviato a giudizio con l'accusa di evasione fiscale per aver trasferito in modo fittizio la residenza nel Principato di Monaco. Fu prosciolto per prescrizione. Adesso, come si può leggere su La Repubblica, Biaggi fino al dicembre del 2012, allo scopo di “sottrarsi al pagamento delle imposte sui redditi e sul valore aggiunto e degli interessi e sanzioni amministrative relativi a dette imposte di ammontare complessivo di 17,852.261,95 euro” avrebbe compiuto “atti fraudolenti consistiti nel trasferimento della propria residenza nel Principato di Monaco e nell'affidare lo sfruttamento dei suoi diritti di immagine, derivanti dai contratti di sponsorizzazione con la società Dainese Spa, a società di capitale con sedi a Londra, Montecarlo e Madrid”. Tutto questo, stando all'ipotesi accusatoria della Procura, avrebbe reso “inefficace” il recupero delle somme dovute al fisco. Un momento dunque davvero difficile per il quattro volte campione del Mondo della classe 250 e due volte iridato Superbike, visto che è di pochi giorni fa la notizia della separazione dalla compagna Eleonora Pedron, madre dei suoi due figli. Meglio pensare all'agonismo, dal momento che Biaggi prenderà parte al Gp del Qatar, ultimo atto del Mondiale Superbike di quest'anno, dopo avere già gareggiato a Misano e Sepang.

© Riproduzione Riservata.