BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DIRETTA / Genoa-Napoli (risultato finale 0-0) info streaming video e tv: pareggio a reti inviolate! (Serie A 2015, oggi 1 novembre)

Diretta Genoa-Napoli, info streaming video e tv: risultato live e cronaca della partita dello stadio Luigi Ferraris, valida per l'undicesima giornata del campionato di Serie A 2015-2016

Foto Infophoto Foto Infophoto

Genoa-Napoli termina con il punteggio di 0-0. Gli uomini di Sarri ci provano sino al triplice fischio di Doveri ma non riescono a trovare il gol vittoria: fallito l'aggancio alla vetta. Prestazione generosa del Grifone che riesce a neutralizzare un avversario sulla carta più forte portando a casa un punto importante. 

Quando siamo all'80' il risultato di Genoa-Napoli è sempre di 0-0. Al 78' enorme chance per gli uomini di Sarri che cestinano il possibile vantaggio con Hamisk. Fa tutto Insigne che dal limite scodella in area un assist al bacio per lo slovacco che, da posizione favorevole, non riesce a calciare con forza complice l'uscita di Perin che salva il risultato. Intanto Sarri si gioca l'ultimo cambio: dentro David Lopez, fuori Allan.   

Quando siamo al 65' di gioco il risultato di Genoa-Napoli è sempre di 0-0. Ritmi altissimi in questa fase di match con le due squadre lunghe e molto propositive. Al 52'Pavoletti ruba il tempo a Koulibaly e calcia in porta: tiro potente ma impreciso. Un minuto più tardi siamo già dalla parte opposta dove Mertens sfonda sulla sinistra e serve Higuain: lo spagnolo stoppa la sfera, si gira in un fazzoletto e calcia di prima intenzione. Conclusione murata da Ansaldi. Al 56' Mertens deve uscire per problemi fisici: al suo posto entra Insigne, subito nel vivo dell'azione. Il neo entrato capitalizza al meglio un contropiede servendo sulla destra Callejon; lo spagnolo entra in area e lascia partire un diagonale terminato sul fondo di un soffio. Enorme chance per gli ospiti! 

Quando siamo al 50' il risultato di Genoa-Napoli è sempre di 0-0. Buon inizio di ripresa per gli ospiti che attaccano subito a testa bassa. Dagli sviluppi di un corner Koulibaly serve Callejon davanti a Perin ma Doveri ferma tutto per fuorigioco. Poco dopo gran botta di Higuain dal limite: tiro potente ma alto. Spinge fortissimo il Napoli, Genoa in sofferenza.  

Quando siamo al 35' il risultato di Genoa-Napoli è sempre di 0-0. Al 28'enorme occasione per gli ospiti che vanno ad un passo dal gol del vantaggio. Dormita della difesa del Genoa che regala un'autostrada a Mertens sulla corsia sinistra. Il belga entra in area e cerca il secondo palo con un insidioso tiro-cross: non tocca Perin, non ci arriva Higuain. Il pallone termina sul fondo di un soffio. Da segnalare al 33' il primo cambio forzato per il Genoa: Munoz esce in barella, al suo posto Gasperini inserisce Izzo. 

Quando siamo al 20' di gioco il risultato di Genoa-Napoli è sempre di 0-0. Al Ferrraris fin qui poche occasioni da gol e azioni offensive ridotte al minimo. L'atteggiamento del Grifone, aggressivo a centrocampo e pronto a triplicare in pressing sui giocatori chiave di Sarri, sta mettendo in difficoltà gli ospiti. Il Genoa si fa notare al 15': Pavoletti appoggia per Laxalt che dal limite ci prova con il mancino. Tiro ampiamente sul fondo. Resiste lo 0-0. 

Quando siamo al 5' di gioco il risultato di Genoa-Napoli è sempre di 0-0. Le due squadre lottano senza esclusione di colpi a centrocampo anche se la maggiore qualità degli ospiti si nota fin da subito. Al 2' Mertens serve in verticale Higuain che tenta il tiro trovando la deviazione in corner di Burdisso. Al 4' Ansaldi abbocca alla finta di Callejon che roentra sul mancino e cerca il gol a giro: Perin respinge in corner. 

Di seguito le formazioni ufficiali della partita tra Genoa e Napoli che sta per cominciare allo stadio Luigi Ferraris. Gasperini conferma Ansaldi nell'undici titolare mentre Sarri lancia Mertens al posto di Insigne. GENOA (3-4-3): Perin; Munoz, Burdisso, Izzo; Rincon, Tino Costa, Dzemaili, Ansaldi; Perotti, Pavoletti, Laxalt In panchina: Lamanna, Ujkani, Cissokho, Figueiras, Tachtsidis, Ntcham, Lazovic, Gakpé Allenatore: Gian Piero Gaperini NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Higuain, Mertens In panchina: Rafael, Gabriel, Henrique, Chiriches, Maggio, Strinic, Valdifiori, David Lopez, Chalobah, El Kaddouri, Gabbiadini Allenatore: Maurizio Sarri Arbitro: Daniele Doveri (sezione di Roma) 

Dal cilindro di Gasperini può sempre emergere un protagonista a sorpresa. Mercoledì ad esempio Diego Laxatl si è meritato la copertina per la sua doppietta, decisiva nel 3-3 di Torino. Contro il Napoli potrebbe farsi valere Oliver-Jules Ntcham, gioiellino proveniente dal Manchester City e già in buona evidenza nelle giornate precedenti. Il francese può giocare ovunque dalla cintola in su e potrebbe rappresentare una variante impazzita nella metacarpo del Napoli. Curiosità per l'argentino Cristian Ansaldi: affermatosi come un terizno di fascia sinistra, ha debuttato nell'infrasettimanale come centrale nella difesa a tre, vedremo se Gasperini lo vorrà riproporre in tali vesti. Napoli: Dries Mertens sta dimostrando grande voglia di fare e potrebbe rubare il posto a Lorenzo Insigne, dal ballottaggio potrebbe uscire un protagonista della partita. I terzini Elseid Hysaj e Faouzi Ghoulam potranno essere importanti per schiacciare il Genoa nella sua metacampo evitandone le ripartenze.

Il grifone ha collezionato un punto nelle ultime due gare e cerca la vittoria del riscatto, non sarà certo facile contro un Napoli arrivato alla quinta vittoria di fila. Delle due squadre andiamo a capire chi sono stati i miglioritramite i numeri. Nel Grifone il calciatore che ha raccolto il maggior numero di assist è Olivier Ntcham con nove, mentre quello con più conclusioni è l'attaccante Leonardo Pavoletti con 12. Lo stesso è inoltre il miglior marcatore a 3 reti. Tra gli azzurri il calciatore che ha fatto più assist è Lorenzo Insigne con 10, mentre quello che ha tirato di più è Gonzalo Higuain con 36. E' sempre il Pipita il miglior marcatore con otto reti.

Per il Genoa di Giampiero Gasperini, il Napoli di Sarri è decisamente l'avversario peggiore da affrontare se si vuole tornare alla vittoria dopo un pareggio e una sconfitta nelle ultime due gare di campionato. La squadra partenopea, infatti, proviene da cinque vittorie consecutive e non sembra avere alcuna intenzione di fermarsi, visto che mai come quest'anno il Napoli ha tutte le carte in regola per giocarsi lo scudetto fino all'ultima giornata. Scenario completamente diverso per il Genoa, che si ritrova nella parte destra della classifica, con appena 11 punti in 10 giornate, media sufficiente per salvarsi. Grifoni che possono comunque contare sul fattore campo, visto che tutte le vittorie arrivate finora sono maturate al Ferraris, sebbene il Napoli in trasferta abbia il quarto miglior rendimento dopo Inter, Roma e Fiorentina. Lo scorso campionato il Napoli si aggiudicò gli scontri diretti sia all'andata che il ritorno, vincendo con lo stesso punteggio (2-1). Da quando Genoa e Napoli sono tornate in Serie A nella stagione 2007-2008, la formazione ligure si è aggiudicata sei scontri diretti, quella partenopea otto, con due pareggi.

Genoa-Napoli è una partita tra due squadre che hanno una precisa identità; potremmo chiamarla la sfida delle panchine, perchè Gian Piero Gasperini e Maurizio Sarri sono tra i tecnici più tatticamente preparati che abbiamo in Italia. Il Gasp gioca con il consueto 3-4-3 nei quali gli esterni fanno un grande lavoro, attenzione a Perotti che lavora tanto anche abbassandosi a prendere palla in mediana. Il Napoli ormai lo conosciamo bene: fa tanto possesso ma a differenza di quanto accadeva con Benitez c’è più attacco alla porta. Attenzione alle combinazioni al limite: tanti gol sono arrivati con rapidi uno-due Insigne-Higuain (in particolar modo), bravissimi a trovare spazi anche con la difesa schierata. 

È il big-match del pomeriggio dell'undicesima giornata di Serie A. Dando uno sguardo alle statistiche, spiccano i numeri della squadra di Maurizio Sarri che è seconda per gol segnati (21) e numero di tiri complessivi (136) oltre che terza per gli assist (33), ad indicare una stagione che per il Napoli potrebbe rivelarsi molto felice. Il Genoa invece ha qualche difficoltà, infatti una squadra solitamente molto offensiva sotto la guida di Gian Piero Gasperini è soltanto tredicesima sia per numero di gol segnati (10) sia per quello dei tiri complessivi (89), anche se l'ottavo posto per assist (18) indica che non manca la ricerca della coralità.

Si gioca alle ore 15 e sarà diretta dall'arbitro Daniele Doveri. Bella partita a Marassi, tra due squadre che hanno avuto vicende simili nel corso degli anni recenti, con discese in Serie C legate a diversi motivi e la risalita a braccetto nel 2007. Da allora a fare i passi più lunghi è stato il Napoli, che ha ritrovato la Champions League e ha vinto due volte la Coppa Italia; il Genoa però resta una solida realtà del nostro campionato e da qualche stagione va a caccia della qualificazione alle coppe europee.

Lo scorso anno l’aveva anche centrata, ma il ritardato pagamento IRPEF ha impedito al Grifone di partecipare all’Europa League. Ci si riprova quest’anno, anche se l’avvio di stagione è stato meno brillante rispetto a quanto accaduto nell’ultima stagione: i punti sono 11 e quello che preoccupa è il fatto che fuori casa non sia ancora arrivata una vittoria. Anzi: dopo tre sconfitte consecutive il Genoa è riuscito soltanto a pareggiare a Udine e a Torino, sul campo dei granata, peraltro con un clamoroso 3-3 dopo essere passato in vantaggio. Le cose cambiano a Marassi, dove in quattro partite sono arrivate tre vittorie: unica caduta, quella contro la Juventus. L’attacco produce reti, quello che sta mancando a questo Genoa è una compattezza difensiva che impedisca di subire così tanto.

Contro il Napoli può essere un problema: i partenopei sono imbattuti dal 23 agosto, quando alla prima giornata caddero in casa del Sassuolo. Dopo altri due pareggi hanno vinto sei delle sette partite giocate e arrivano da cinque vittorie consecutive; soprattutto, in questa striscia il Napoli ha segnato 16 gol subendone appena due. E’ sicuramente la squadra più in forma del momento: adesso di scudetto si può parlare al di là della scaramanzia che da queste parti rimane quasi sacra. 

Sarà quindi una gran bella sfida, caratterizzata anche da ex e doppi ex: Goran Pandev è stato un giocatore importante per il Napoli degli ultimi anni, così come Blerim Dzemaili, e anche nel passato si contano giocatori che hanno indossato entrambe le maglie come ad esempio Giandomenico Mesto. A noi non resta dunque che metterci comodi e dare la parola al campo per stare a vedere come andrà a finire questa interessante partita del Luigi Ferraris: il Napoli cerca la testa della classifica mentre il Genoa vuole risalire la corrente e riportarsi nelle posizioni europee. Attendiamo quindi il calcio d’inizio: la diretta di Genoa-Napoli, valida per l’undicesima giornata del campionato di Serie A 2015-2016, sta per cominciare…

Diamo uno sguardo alle quote che l’agenzia di scommesse Snai ha previsto per questa partita. Il Napoli sta volando ed è favorito anche a Marassi, quota di 1,83 per il segno 2 con pareggio che paga già abbastanza, vale a dire 3,50 volte la somma giocata. La vittoria del Genoa, segno 1, vale invece 4,25.

La diretta tv di Genoa-Napoli è affidata ai canali della pay tv satellitare, in particolare sui canali Sky Sport 1 e Sky Calcio 1; e su quelli della pay tv del digitale terrestre ai canali Premium Calcio e Premium Calcio HD. Tutti gli abbonati avranno anche la possibilità di seguire la partita in diretta streaming video, attivando senza costi aggiuntivi le applicazione Sky Go e Premium Play, che consentono di visualizzare le immagini su supporti digitali come PC, tablet e smartphone. Ricordiamo poi che sul sito ufficiale della Lega Serie A troverete aggiornamenti e informazioni utili su questa partita e su tutto il campionato; i corrispettivi sui social network sono alle pagine facebook.com/serieatim e, su Twitter, @SerieATIM.