BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Carpi-Verona (0-0): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2015-2016, 11^ giornata)

Foto Infophoto Foto Infophoto

Hellas Verona

RAFAEL 7: Il portiere brasiliano è tornato titolare, dopo la panchina di Mercoledì contro la Fiorentina, e lo fa con gran sicurezza con la quale respinge i tentativi di Lasagna nel secondo tempo.

PISANO 5,5: Il laterale destro ha sofferto moltissimo le iniziative del duo Silva-Di Gaudio nel corso del primo tempo. Nella ripresa è riuscito ad arginare uno stanco Di Gaudio, senza proporsi mai nella metà campo avversaria.

MORAS 6,5: Il greco ha diretto egregiamente la retroguardia scaligera, sopperendo anche le mancanze dei suoi compagni di reparto Marquez ed Helander che non erano certamente nella loro giornata migliore. Puntuale e preciso nei colpi di testa nelle tante mischie di oggi.

MARQUEZ 5: L'errato rinvio che ha lanciato difatto Lasagna davanti a Rafael poteva costare carissimo alla sua squadra. Soffre la velocità degli attaccanti avversari ed esce per un infortunio proprio in quell'occasione.

SOUPRAYEN 5,5: Dal laterale francese ci si aspetta di certamente di più. Riesce a conquistare il fondo solamente in una occasione nel corso del primo tempo, mentre per il resto della gara si limita a tenere la posizione senza mai avanzare più di tanto. 

GRECO 5,5: Dovrebbe dare ordine e geometria alla manovra ed invece non riesce mai a prendere in mano il gioco che viene gestito dal suo compango Hallfredsson. Mandorlini sta aspettando con ansia il rientro di Viviani.

HALLFREDSSON 6,5: Nonostante il recupero in extremis, riesce a mettere in campo la solita generosità e qualità. Centrocampista a tutto campo col piede delicato che crea l'occasione più pericolosa del primo tempo con uno stupendo cross per Pazzzini. E' fondamentale recuperarlo al 100% per sperare nella salvezza.

IONITA 5,5: Molta confusione per il moldavo a cui non manca certamente la volontà e l'impegno ma che non riesce a trovare la posizione giusta. Tenta più volte l'inserimento in avanti senza troppi risultati.

GOMEZ 5,5: Uno dei leader storici di questa squadra, prova a trascinare i compagni soprattutto in avvio di partita, quando va vicino al gol con un tiro parato da Benussi. Cala alla distanza soffrendo la crescita degli avversari nella seconda frazione di gioco.

PAZZINI 6: Lotta da solo contro i due centrali emiliani e per poco non segna con la specialità della casa, il colpo di testa su un cross di Hallfredsson. Crolla fisicamente nella ripresa pur cercando di rendersi pericoloso nel centro dell'area avversaria.

SALA 5: Partita disordinata per il centrocampista che nella passata stagione era stato anche vicino alla nazionale. Il continuo cambio di posizione a cui lo costringe Mandorlini non lo sta certamente aiutando. Non riesce mai ad incidere e viene sostituito nel finale per far posto a Siligardi.

 

HELANDER 6: Entra al posto dell'infortunato Marquez proprio quando gli avversari hanno iniziato a calare il ritmo. Lasagna in particolar modo avrebbe potuto metterlo in difficoltà con la sua velocità, ma la stanchezza glielo ha impedito.

SILIGARDI 5,5: Si è scaldato molto durante l'intervallo ma viene lanciato da Mandorlini negli ultimi quindici minuti di gara. Si fa notare solo per i calci piazzati e per un fuorigioco.

MATUZALEM S.V.: Entra a giochi ormai fatti al posto dello stanchissimo Ionita.

 

All.MANDORLINI 6: La squadra spettacolare che avevamo ammirato negli anni scorsi è ancora lontana ma bisogna ammettere che le attenuanti ci sono. L'assenza prolungata di bomber Toni, gli infortuni di Viviani e Romulo e le non perfette condizioni di giocatori fondamentali come Hallfredsson e Pazzini forse giustificano l'ultima posizione in classifica.

 

(Marco Guido)

© Riproduzione Riservata.