BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Udinese-Sassuolo (0-0): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2015-2016, 11^ giornata)

Foto Infophoto Foto Infophoto

Udinese

Sufficienza risicata per l'estremo difensore dell'Udinese, mai impegnato severamente dagli attaccanti del Sassuolo e che nel corso della gara sbaglia anche diversi rinvii.

Commette qualche fallo di troppo, ma è apprezzabile il suo tentativo di proporsi anche in fase offensiva.

Guida la difesa dell'Udinese con il suo carisma, rimedia un'ammonizione a inizio gara ma poi è bravo a non prendere un altro cartellino giallo fino al triplice fischio.

Rimedia parecchie botte dagli avversari, in campo lotta su ogni pallone e con alcuni interventi difensivi toglie alcune castagne dal fuoco ai suoi compagni.

Molto propositivo sulla fascia destra, anche se spesso si incarta col pallone complicandosi la vita, ma è sempre presente in fase offensiva.

Guadagna diversi palloni e arriva a un passo dal gol, con Acerbi che gli ruba il pallone un attimo prima di calciare a rete.

Dei calci piazzati si occupa lui, e guarda caso l'Udinese si rende pericolosa soprattutto sui calci di punizione e sui corner. Nel finale prova la botta da fuori area, mancando di non molto il bersaglio grosso.

A inizio gara va vicino al gol ma viene ostacolato da Terranova, nei minuti successivi si fa sempre trovare dalle parti di Consigli, ma gli manca quella freddezza necessaria per lasciare il segno.

Sale spesso e volentieri sulla fascia sinistra, servendo cross invitanti ai suoi compagni che non riescono quasi mai però a toccare il pallone.

Rileva Ali Adnan ed entra subito in partita, rendendosi pericoloso.

Oggi l'attaccante francese è stato meno incisivo del solito in fase offensiva, non è stata sicuramente una delle sue migliori partite.

Il giovane attaccante uruguaiano prende il posto di Théréau, tanta buona volontà ma pochi risultati alla mano.

A 38 anni le sue giocate si rivelano ancora decisive per l'Udinese, peccato che oggi non riescano a sbloccare il risultato e nel finale la stanchezza gli impedisce di concludere la gara.

Grazie agli sbandamenti della difesa del Sassuolo si affaccia spesso dalle parti di Consigli, ma senza trovare il modo di gonfiare la rete.

Nella ripresa decide di cambiare completamente il tridente d'attacco nel tentativo di avere forze fresche sotto porta, la scelta non funziona a causa dello scarso cinismo dei suoi attaccanti.