BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DIRETTA / Norvegia-Ungheria (risultato finale 0-1) info streaming video e tv:Decide Kleinheisler all'esordio(playoff Euro 2016, oggi 12 novembre 2015)

Diretta Norvegia-Ungheria: info streaming video e tv, quote, risultato live e cronaca della partita in programma a Oslo il 12 novembre 2015, valida per l'andata dei playoff per Euro 2016

(INFOPHOTO) (INFOPHOTO)

L'Ungheria conquista una vittoria importantissima e mette una seria ipoteca sulla qualificazione alle fasi finali di Euro 2016. I magiari hanno espugnato l'Ullevaal Stadion grazie ad un gol segnato al 25' dall'esordiente Kleinheisler, lanciato a sorpresa dal Ct Storck, che ha sfruttato un errore Nyland tutt'altro che impeccabile in occasione della rete decisiva. La Norvegia ha provato in tutti i modi a raggiungere il pareggio ma l'ottima difesa degli avversari e la giornata non eccezionale di Soderlund e Henriksen gli ha impedito di evitare una sconfitta che potrebbe decidere il destino di questo spareggio. Non è stata certamente fortunata la nazionale guidata da Hogmo che ha sfiorato il gol più volte ed in particolare nei minuti finali col doppio tentativo di Johansen, murato dall'eccellente Kiraly e soprattutto con Helland che sulla ribattuta ha centrato la traversa a porta sguarnita.

Minuti finali all'Ullevaal Stadion dove l'Ungheria conduce ancora per uno a zero contro i padroni di casa. La Norvegia non riesce a rendersi pericolosa nell'area di rigore avversaria nonostante il controllo del possesso palla anche perchè i cambi del ct ungherese hanno protetto ulteriormente la retroguardia magiara. Storck ha difatti sostituito il momentaneo match winner Kleinheisler col più difensivo Nagy che si è piazzato davanti alla difesa insieme a Elek e a Gera. Ora gli ospiti provano ad abbassare il ritmo cercando di mantenere il pallone tra i piedi anche perchè i padroni di casa iniziano a mostrare segni di stanchezza.

Quando siamo giunti al sessantacinquesimo minuto di gioco, il risultato tra Norvegia e Ungheria è di zero a uno grazie al gol realizzato da Kleinheisler nel corso del primo tempo. I padroni di casa hanno iniziato spingendo moltissimo per cercare il gol del pareggio ma si espone inevitabilmente al contropiede degli ospiti che hanno sfiorato il raddoppio con Dzsudzsak, il cui potente tiro, a conclusione di una pregevole azione personale è stato respinto da Nyland. Proteste vibranti subito dopo da parte dei padroni di casa che hanno reclamato un rigore per una evidente trattenuta di Kadar, già ammonito, ai danni di un lanciatissimo Elabdellaoui. L'arbitro ha deciso di non intervenire sbagliando. Il Ct Hogmo ha poi deciso di cambiare l'attacco inserendo Pedersen al posto del deludente Soderlund.

La partita tra Norvegia e Ungheria è ripresa da cinque minuti e, ad inizio secondo tempo, è il gol realizzato da Kleinheisler a decidere la sfida dell'Ullevann Stadion. Nessun cambio per entrambi i selezionatori, che hanno dato fiducia agli undici schierati dal primo minuto. I padroni stanno cercando di iniziare in modo aggressivo, così come avevano fatto anche nella prima frazione di gioco, spingendo soprattutto sul lato destro con Elabdellaoui che ha provato con un buon cross ed una conclusione parata da Kiraly.

A Oslo la sfida tra Norvegia e Ungheria è arrivata al trentacinquesimo minuto del primo tempo ed il risultato è cambiato visto che l'esordiente Kleineisler ha portato in vantaggio l'Ungheria al 25' con la collaborazione di Nylan. Il tiro mancino dello "Scholes magiaro", scoccato da dentro all'area di rigore, dopo aver ricevuto un passaggio di Elek, era tutt'altro che imprendibile, ma il portiere dell'Ingolstadt non è riuscito a respingere la conclusione. Una rete importantissima considerando anche che lo spareggio si decide su due incontri. La Norvegia ha provato a reagire subito ed ha avuto un ottima occasione con Soderlund che, ottimamente lanciato da Skjelbred, ha calciato debolmente addosso a Kiraly

Dopo venti minuti di gioco tra Norvegia e Ungheria, impegnate nell'andata degli spareggi di qualificazione per Euro 2016, il risultato è ancora fermo sullo 0 a 0 ma l'incontro è tutt'altro che noioso. Difatti, dopo la prima occasionissima per Skjelbred dopo pochissimi minuti, l'Ungheria ha risposto subito con un tentativo dell'esordiente Kleinheisler che ha controllato alla grande un cross proveniente dalla destra ed ha calciato al volo ma ha trovato la risposta sicura di Nyland che ha allontanato coi pugni. Dopo questa occasione i padroni di casa hanno un pò rallentato, forse anche per lo spavento, e gli ospiti stanno riuscendo a mantenere il possesso del pallone senza riuscire a creare altri pericoli. Il ritmo è drasticamente calato, le squadre stanno aspettando un errore dell'avversario.

Allo stadio Ullevaal di Oslo i padroni di casa della Norvegia stanno affrontando l'Ungheria nella sfida valida di andata degli spareggi per qualificarsi ad Euro 2016 e, quando la partita è iniziata da cinque minuti, il risultato è di 0 a 0. La posta in palio è sicuramente importante, i padroni di casa cercheranno di ipotecare la qualificazione già stasera mentre gli ospiti proveranno a segnare almeno una rete per lasciare aperta la possibilità di qualificarsin nella partita che le squadre giocheranno domenica a Budapest. Ottimo inizio dei padroni di casa che hanno subito sfiorato il vantaggio con Skjelbred, il cui tentativo da dentro l'area di rigore è stato ottimamente respinto da Kiraly.

Tutto pronto all'Ullevaal Stadion di Oslo, Norvegia ed Ungheria stanno per scendere in campo nel match d'andata dei playoff per Euro 2016. Di seguito le formazioni ufficiali: entrambe le nazionali si scherano con il modulo più tradizionale, il 4-4-2. NORVEGIA (4-4-2): 1 Nyland; 14 Elabdellaoui, 3 Hovland, 21 Forren, 2 Hogli; 15 Skjelbred, 5 Tettey, 8 Johansen, 19 Berget; 10 Henriksen, 9 Soderlund In panchina: 1 Jarstein, 22 André Hansen, 4 Strandberg, 16 Aleesami, 17 Linnes, 6 Nordtveit, 11 Odegaard, 18 Berisha, 7 Pedersen, 13 Elyounoussi, 20 Veton Berisha, 23 Helland Allenatore: Per-Mathias Hogmo UNGHERIA (4-4-2): 1 Kiraly; 5 Fiola, 20 Guzmics, 2 Lang, 4 Kadar; 15 Kleinheisler, 10 Gera, 6 Elek, 7 Dzsudzsak; 11 Nemeth, 9 Szalai In panchina: 12 Bogdan, 22 Megyeri, 3 Vanczak, 16 Pinter, 21 Leandro, 23 Bosnjak, 8 A.Nagy, 18 Stieber, 13 Bode, 14 Lovrencsics, 17 Nikolic, 19 Priskin Alleatore: Bernd Storck Arbitro: Mark Clattenburg (Inghilterra)

Si affrontano due squadra che hanno basato molto delle proprie fortune sul proprio gioco di squadra. Crediamo che nel duello possa avere la meglio la Norvegia in quanto squadra più solida soprattutto a centrocampo. La chiave tattica sarà proprio in mediana con laNorvegia che potrebbe sfruttare la posizione del trequartista centrale che quasi certamente andrà ad agire tra le linee.

Quest’oggi si giocherà la sfida fra la Norvegia e l’Ungheria, una delle quattro partite valevole per l’andata degli spareggi delle qualificazioni agli Europei del 2016. Una gara che stando agli annali e alle statistiche, vede i norvegesi favoriti, visto che i nordici non perdono da ben 30 anni uno scontro diretto contro gli ungheresi. Nella loro storia le due nazionali si sono incontrate per 17 volte, con un bilancio leggermente in favore degli ungheresi che vantano 7 vittorie, cinque sconfitte, e altrettanti pareggi. L’ultimo successo, però, come dicevamo risale al 4 a 1 di Budapest del 1981. Per L’Ungheria si tratta del primo spareggio in assoluto per gli Europei, mentre la Norvegia ne ha già disputato uno, quello per Euro 2004, perdendo contro la Spagna. 

È una partita tra due “outsider” del calcio europeo, se vogliamo definirle così; si sfidano due squadre che da molti anni non sono più ai vertici UEFA e ora puntano ad un posto agli Europei 2016. Per quanto riguarda i protagonisti attesi, nella Norvegia abbiamo scelto Alexander Tettey, giocatore che ha raggiunto la sua maturità a 29 anni dimostrando di saper essere incisivo anche in zona gol (3 in queste qualificazioni) e che dunque aumenta la pericolosità offensiva di una nazionale che non ha grandi centravanti. Nell’Ungheria scegliamo invece Balasz Dzsudzsak: insieme a Zoltan Gera è il giocatore di maggior peso internazionale e talento, deve aumentare la sua produzione in zona gol (una sola rete nelle qualificazioni) e diventare leader di una squadra che non si qualifica alla fase finale di un grande torneo dal 1986. 

-Ungheria, diretta dall'arbitro inglese Mark Clattenburg, si gioca giovedì 12 novembre all'Ullevaal Stadion di Oslo, nella partita che sarà e valida per l'andata dei playoff verso Euro 2016. Calcio d'inizio alle ore 20:45. Un incontro molto delicato epilogo di due anni di lavoro delle due formazioni, che bramano di partecipare alla rassegna continentale francese. La Norvegia arriva a questo appuntamento dopo aver chiuso la fase a gironi al terzo posto nel gruppo H, quello vinto dall’Italia di Antonio Conte, ottenendo 19 punti frutto di 6 vittorie, 1 pareggio e 3 sconfitte. I norvegesi hanno visto sfumare nell’ultima gara, quella persa per 2-1 in Italia, la possibilità di accedere direttamente agli Europei senza il pericoloso passaggio per i playoff.

L’Ungheria ha invece chiuso la fase a gironi al terzo posto nel gruppo F, quello vinto dall'Irlanda del Nord con dietro la Romania. Un terzo posto che i magiari hanno conseguito con 16 punti conquistati per effetto di 4 vittorie, 4 pareggi e 2 sconfitte. Nella classifica a squadre per il terzo posto, che ha premiato come migliore terza la Turchia, l’Ungheria è risultata seconda mentre la Norvegia quarta.

La gara di Oslo mette dinnanzi due tra le migliori terze, per un pronostico molto difficile anche se i magiari avranno il vantaggio di poter disputare il match di ritorno davanti ai propri sostenitori.

Il commissario tecnico della Norvegia, Per-Mathias Hogmo, sembra essere intenzionato a ripresentare in campo il suo collaudato 4-2-3-1, con cui è riuscito ad ottenere un certo equilibrio di gioco. Tra i pali Nyland mentre per la linea difensiva i favoriti sono Elabdellaoui ed Aleesami sulle corsie laterali, con Hovland e Forren nel mezzo. A centrocampo Tettey in coppia con Johansen mentre leggermente più avanzati agiranno Berget sulla sinistra, Henriksen nel mezzo e Skjebred a destra. Unica punta Soderlund.

Per quanto concerne l’Ungheria si va verso il classico 4-4-2 con Kiraly tra i pali; in difesa la coppia di centrali dovrebbe essere costituita da Kadar e Juhasz, sulla destra dovremmo trovare Fiola e sulla sinistra Leandro. A centrocampo Gera e Elek con Lovrencsics largo a destra e Dzsudzsak sulla fascia mancina. In avanti la coppia Nemeth-Bode. Tra i giocatori da tenere d’occhio c’è l’esterno magiaro Lovrencsics e l’ottimo centrocampista norvegese Tettey, anche se è bene ricordare come entrambe le formazioni facciano leva su un efficace gioco di squadra.

Le quote dei bookmakers vedono favorita la Norvegia la cui vittoria in questa gara di andata è valutata 1.90 contro il 3-30 del pareggio ed il 4.20 della possibile affermazione dell’Ungheria. Per quanto concerne il computo reti, è prevista una gara con poche emozioni in quanto l’evento Under 2,5 è il più probabile con una quota dell’1.55 contro il 2.50 dell’Over 2,5.

La partita tra Norvegia ed Ungheria sarà trasmessa in diretta tv da Sky sui canali Sport 1 HD (numero 201), Super Calcio HD (n.206) e Calcio 1 HD (251): telecronaca dalle ore 20:45. I clienti Sky abbonati al pacchetto Sport o al pacchetto Calcio potranno seguire il match anche in diretta streaming video, tramite l'applicazione SkyGo disponibile per pc, tablet e smartphone; per i non abbonati ad alcun pacchetto il codice di acquisto pay-per-view è 488715. Il sito ufficiale www.uefa.com metterà a disposizione una pagina azione per azione della sfida.