BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Parigi sotto attacco / Attentati: news, tre esplosioni in contemporanea. Sessanta persone in ostaggio (aggiornamento in diretta)

Francia-Germania allarme bomba nell’hotel della nazionale tedesca. L’albergo dove alloggiano i calciatori teutonici è stato evacuato per la presunta presenza di un ordigno

Low, ct Germania (Infophoto) Low, ct Germania (Infophoto)

Serata piena di tensione a Parigi dove sono avvenute tre sparatorie nelle stesse ore in cui andava in scena la partita di calcio Francia - Germania allo stadio dei Principi, che in giornata era stata caratterizzata da un allarme bomba nell'albergo dei tedeschi. Ora giunge notizia di un attentato a rue de Charonne dove sarebbero rimaste a terra dodici persone e anche di una sparatoria al Bataclan, uno spazio per concerti ed eventi vicino alla sede della rivista Charlie Hebdo, dove un uomo ha aperto il fuoco ma ancora non si sa se ci sono state vittime. Infine in un ristorante della capitale francese un uomo ha ucciso sette persone sempre nella serata del 13 novembre 2015 mentre i cittadini erano impegnati a seguire la partita. Ci sarebbero almeno sessanta persone in ostaggio. Le forze dell'ordine stanno indagando per capire se gli attentati sono connessi.

La notizia delle ultime ore è senza dubbio quella riguardante l’allarme bomba nell’hotel dove alloggia la nazionale tedesca. La Germania si trova attualmente a Parigi, in Francia, per la gara di questa sera, l’amichevole proprio contro i “Galletti”, e stamane all’hotel Molitor é giunta una chiamata anonima che denunciava la presenza di un ordigno nell’edificio. Le forze dell’ordine hanno subito fatto evacuare tutti i clienti, fra cui i calciatori tedeschi e un altro centinaio di persone. Attualmente, però, a circa tre ore e mezzo dall’allarme, non è stato trovato ancora nulla di sospetto, ed è molto probabile che a breve i giocatori possano fare ritorno nelle stanze che li ospitano. Alcuni di essi hanno cercato di sdrammatizzare facendo un giro ai campi del Roland Garros, dove si gioca il prestigioso torneo tennistico parigino.

Questa mattina c’è stato un allarme bomba che ha costretto i calciatori della nazionale tedesca a lasciare l’albergo dove alloggiavano, l’Hotel Molitor di Parigi. Attualmente le forze dell’ordine sono alla ricerca dell’ordigno o di qualcosa di sospetto, ma nulla è stato fino ad ora trovato. Nel frattempo è uscito allo scoperto Hendrik Grosse Lefert, responsabile della sicurezza della nazionale tedesca, che ha aggiornato la situazione dicendo: «La polizia francese ci ha comunicato che è giunta una segnalazione anonima della presenza di una bomba nell'hotel. Abbiamo immediatamente lasciato la struttura». I giocatori della Germania, che questa sera giocheranno in amichevole contro la Francia, sono ancora fuori dall’albergo.

La nazionale tedesca di calcio, insieme ad altre diverse persone, è stata evacuata per un'allarma bomba nelle scorse ore dall’Hotel Molitor di Parigi, dove alloggia in vista dell’amichevole contro la Francia in programma questa sera nella capitale transalpina. Attualmente le forze dell’ordine sono alla ricerca della presenza dell’ordigno, ma per ora non ne hanno trovato traccia. Ricordiamo che attorno all’ora di pranzo l’hotel in questione ha ricevuto una chiamata anonima che annunciava appunto una bomba all’interno dello stabile. I giocatori tedeschi hanno preso la notizia con filosofia e dopo essere stati evacuati si sono diretti a visitare gli storici campi da tennis del Roland Garros, dove si gioca il prestigioso torno Atp. A testimonianza da ciò la foto pubblicata dal profilo ufficiale Instagram di Sami Khedira, centrocampista tedesco e della Juventus, in compagnia di alcuni compagni di squadra: «Allarme bomba in hotel – scrive l’ex Real - nessun problema per la squadra, noi giochiamo a tennis al Roland Garros».

Non inizia nel migliore dei modi l’avventura della Germania in Francia per l’amichevole di prestigio di questa sera. L’albergo dove risiedono i calciatori tedeschi, in centro a Parigi, è stato infatti evacuato a seguito di un allarme bomba. Pare che all’hotel Molitor sia arrivata una chiamata anonima che denunciava appunto la presenza di un ordigno al suo interno. L’albergo è stato ovviamente evacuato ma attualmente le forze dell’ordine non hanno trovato nulla di sospetto. Nelle scorse ore è uscito allo scoperto Oliver Bierhoff, team manager della nazionale campione del mondo, che ai microfoni dell’Express ha ammesso: «C’è stato un allarme bomba. L’albergo è stato transennato ed evacuato». Attualmente i giocatori sono fuori dall’edificio ma non si sa quando potranno rientrare nelle loro stanze.

© Riproduzione Riservata.