BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Ungheria-Norvegia: quote, le ultime novità: Hogmo fiducioso (qualificazioni Euro 2016, ritorno playoff)

Probabili formazioni Ungheria-Norvegia: quote, le ultime novità su moduli e titolari per la partita delle qualificazioni Euro 2016, ritorno playoff (oggi domenica 15 novembre 2015)

Un'immagine della partita d'andata (Infophoto) Un'immagine della partita d'andata (Infophoto)

E’ fiducioso il commissario tecnico della nazionale norvegese, Per-Mathias Hogmo, nonostante la sconfitta di venerdì sera in casa. Secondo il ct dei finnici la propria squadra ha la possibilità di ribaltare le sorti dello scorso match, avendo la meglio sull’Ungheria. Ecco le sue dichiarazioni a riguardo: «Non sono turbato dal fatto che la Norvegia abbia perso tutte e sei le partite interne disputate a novembre negli ultimi 20 anni. In squadra ci sono molti giocatori ancora impegnati nelle competizioni UEFA con i propri club, e sono certo che porteranno quell'intensità nella gara contro l'Ungheria. Questa è una Norvegia totalmente nuova e i lavori sono ancora in corso. Nel gruppo c'è molta fiducia e mi stupisce il modo in cui i ragazzi riescono a gestire successi e fallimenti». 

Si gioca questa sera alle ore 20.45 la sfida tra Ungheria e Norvegia valevole per il ritorno dei playoff che portano a Euro 2016. Per i due commissari tecnici Bernd Storck e sarà molto importante anche l'utilizzo delle pedine che partono dalla panchina. Tra gli ungheresi si accomoderà tra le riserve c'è l'attaccante Nemanja Nikolic' nato in Serbia ma naturalizzato. Questi gioca nel Legia Varsavia e in questa stagione ha segnato ben 15 reti in 12 partite. Bomber vero vanta anche tre marcature con la maglia della sua nazionale. Tra i norvegesi invece in panchina c'è il centrocampista Martin Odegaard. Reso noto dal suo esordio in nazionale ad appena 14 anni è un talento vero, tanto che il Real Madrid ha voluto investire su di lui andandolo a pescare dallo Stromsgodset. Sul calciatore c'era stata anche la Juventus.

È il ritorno dei playoff per la qualificazione a Euro 2016. All'andata l'Ungheria ha vinto per 1-0 in trasferta con una rete al minuto 26 di Kleinheisler che complica le cose per la Norvegia ora obbligata a vincere in trasferta. Ma chi saranno i protagonisti del match? Andiamo a guardare le probabili formazioni per farci un'idea di come potrebbe andare la gara. Tra i padroni di casa c'è sicurametne Dzsudzsak da tenere d'occhio. Il centrocampista esterno è passato in estate dalla Dinamo Mosca al Bursaspor e negli ultimi anni è sparito un po' dal radar delle grandi. Ricordiamo però che nel 2010 quando era ancora al Psv era un obiettivo concreto della Juventus prima che la scelta ricadesse su Milos Krasic quando Beppe Marotta e Fabio Paratici furono chiamati a ricostruire una squadra in grande difficoltà. Dall'altra parte attenzione al giovanissimo Markus Hneriksen, centrocampista dell'Az Alkmaar che ad appena 23 anni conta già 23 presenze nella nazionale maggiore oltre a un gol.

Si gioca alla Groupama Arena di Budapest; questa sera alle ore 20:45 ecco il ritorno dei playoff di qualificazione agli Europei 2016. Giunte terze nei rispettivi raggruppamenti, Norvegia e Ungheria mancano alla fase finale di un grande torneo da tempo e sognano ora il grande traguardo; i magiari vi sono molto più vicini grazie alla vittoria esterna per 1-0 ottenuta giovedì a Oslo, ma i giochi sono comunque ancora aperti e le emozioni non mancheranno. Arbitra la partita lo spagnolo Carlos Velasco Carballo; andiamo allora a dare uno sguardo più approfondito alle probabili formazioni di Ungheria-Norvegia.

Le quote Snai per Ungheria-Norvegia, partita valida per il ritorno dei playoff delle qualificazioni a Euro 2016, ci forniscono le seguenti informazioni: vittoria Ungheria (segno 1) a 2,65; pareggio (segno X) a 3,05; vittoria Norvegia (segno 2) a 2,75.

L’Ungheria dovrebbe sostanzialmente confermare la squadra che giovedì è riuscita a vincere ad Oslo ribaltando i pronostici e avvicinandosi alla qualificazione che agli Europei manca addirittura dal 1972 e comunque dal 1986 considerando anche i Mondiali. Dunque ci attendiamo un modulo 4-4-2 da parte del commissario tecnico Bernd Storck, con riflettori puntati sul veterano e il debuttante: in Norvegia il portiere Kiraly festeggiava la presenza numero 100 mentre Kleinheisler (autore del gol decisivo) era al suo debutto con la maglia della Nazionale e sono stati i migliori in campo. Quanto all'attacco, dovremmo vedere all'opera la coppia formata da Nemeth e Szalai, forse il giocatore più noto dell'attuale Nazionale ungherese con la sua grande esperienza in Bundesliga fra Magonza, Schalke 04 e Hoffenheim.

La Norvegia invece deve provare a ribaltare la situazione: difficile ma non impossibile, perché in fondo basterebbe una vittoria per 2-1 (oppure 1-0 per andare ai supplementari). Anche per gli scandinavi l'assenza dalla fase finale di un grande torneo è piuttosto lunga visto che l'ultima partecipazione risale a Euro 2000. Il commissario tecnico Per-Mathias Hogmo dovrebbe puntare sul 4-4-2 con il tandem d'attacco composto da Henriksen e Soderlund, ma attenzione anche ad Odegaard, a partita in corso o magari a sorpresa fin dal primo minuto. Vero che stiamo parlando di un ragazzo classe 1998, ma in fondo quale occasione migliore di questa per confermare il suo indiscutibile talento, che lo ha già portato a vestire la maglia del Real Madrid?