BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Danimarca-Svezia: quote, le ultime novità. Statistiche (17 novembre 2015, ritorno playoff qualificazioni Euro 2016)

Probabili formazioni Danimarca-Svezia: le quote e le ultime novità sulla partita di playoff di scena a Copenhagen, che mette a disposizione un posto nella fase finale degli Europei 2016

Foto Infophoto Foto Infophoto

Svezia e Danimarca si affronteranno quest’oggi alle ore 20.45, ritorno dei playoff per Euro 2016. All’andata, pochi giorni fa, successo degli svedesi con il risultato di due reti a uno. Andiamo ad analizzare insieme le statistiche del match. Ovviamente i gialloblu prevalgono nelle reti, mentre il possesso palla è largamente a favore dei biancorossi, con uno schiacciante 60% contro il 40% gialloblu. Identico il numero dei tiri, 11 vs 11, mentre nei calci d’angolo leggera supremazia danese con cinque battuti contro i 4 degli svedesi. Il numero dei passaggi è invece in forte favore della Danimarca, 508 contro 268, un dato derivante dalla supremazia nel possesso palla. Infine i falli subiti: 19 quelli degli svedesi e 12 quelli della Danimarca. 

E’ fiduciosa la Danimarca in vista della sfida di questa sera contro la Svezia. I biancorossi vengono dalla sconfitta per due a uno della scorsa settimana, ma giocandosela in casa, tutto potrebbe succedere. Lo si capisce dal tono delle dichiarazioni dei calciatori della stessa compagine danese, a cominciare da quelle di Nicklas Bendtner, una delle stelle della formazione di Olsen: «Segnare il goal del 2-1 è stato molto importante – le parole riferite al match dell’andata - Volevamo segnare, farlo prima, ma non ci siamo riusciti. Grande chance nel primo tempo? Era rigore, mi ha toccato. Qualificazione? Io ci credo, ce la metteremo tutta al ritorno». Gli fa eco il portiere Kasper Schmeichel: «Abbiamo giocato bene, abbiamo avuto diverse chanche, ma non siamo riusciti a fare il secondo goal. Siamo fiduciosi per il ritorno, avremo tempo per analizzare quanto è successo nell'andata».

La Danimarca ospiterà questa sera in casa la Svezia, per il secondo ed ultimo atto dei playoff in vista dei campionati europei di calcio della prossima estate. Pochi giorni fa, vittoria della Svezia per due a uno, e i danesi dovranno quindi cercare di approfittare delle mura domestiche per ribaltare le sorti del match e strappare il pass per la Francia. Il commissario tecnico Morten Olsen, ha parlato così nelle scorse ore: «Uno dei nostri obiettivi era quello di mantenere viva la qualificazione anche a Copenaghen. Non siamo contenti di perdere, ma la gara di martedì sarà un battaglia. L'obiettivo l'abbiamo raggiunto, ora tocca a noi. Abbiamo iniziato meglio – le parole sulla partita - ma gli svedesi sono saliti in cattedra e hanno avute diverse occasioni. Nella ripresa sono partiti ancora meglio, noi però non ci siamo disuniti e alla fine abbiamo colto un risultato che ci permette di guardare con speranza al ritorno».

Questa sera si giocherà la sfida in terra danese fra i padroni di casa della Danimarca e gli ospiti della Svezia, ritorno dei playoff di qualificazione agli Europei del 2016. Dopo la vittoria dei gialloblu dell’andata, la compagine danese dovrà ora dare il tutto per tutto fra le mura domestiche. Il ct degli svedesi, Hamren, non è comunque sereno, nonostante il successo di pochi giorni fa, e nelle scorse ore ha puntato il dito contro la data del ritorno, troppo vicina all’andata: «Avevamo già protestato per questa collocazione ravvicinata. Si tratta di un sistema folle. Non si può giocare ogni tre giorni e credo che non sia semplice nemmeno per la salute dei giocatori».

Si gioca alle ore 20:45 di questa sera presso il Telia Parken di Copenhagen; è valida per il ritorno dei playoff di qualificazione agli Europei 2016. Nella partita di sabato la Svezia ha vinto 2-1, e il gol di Nicolai Jorgensen realizzato a dieci minuti dal termine può ora essere vitale per la Danimarca, cui basta un 1-0 per volare alla fase finale del torneo. Arbitra la partita l’inglese Martin Atkinson; diamo allora uno sguardo alle probabili formazioni di Danimarca-Svezia

Le quote Snai per Danimarca-Svezia, ritorno dei playoff per le qualificazioni a Euro 2016, ci forniscono le seguenti informazioni: vittoria Danimarca (segno 1) a 2,15; pareggio (segno X) a 3,25; vittoria Svezia (segno 2) a 3,45.

Morten Olsen va verso la conferma della formazione che ha giocato sabato sera; sarà sicuramente 4-3-3 con qualche dubbio in particolare nella zona avanzata del campo, dove Eriksen potrebbe riprendersi il posto sul centrosinistra nel tridente offensivo così da infoltire il centrocampo (nel caso è pronto il giovane Hojbjerg) oppure giocare in mediana come mezzala, confermando così Fischer in attacco al fianco della prima punta Bendtner e dell’altro esterno Braithwaite, mentre Jorgensen dovrebbe comunque partire dalla panchina nonostante l’importantissimo gol segnato in Svezia. Di sicuro il perno centrale davanti alla difesa sarà Kvist; nel reparto arretrato invece nessuna novità con Jacobsen e Durmisi a giocare come terzini, avendo in Kjaer e Agger i giocatori che si sistemeranno al centro della linea difensiva a protezione del portiere Kasper Schmeichel.

Problemi in difesa per Erik Hamren, che ha perso Antonsson per infortunio sabato; il CT della Svezia ha convocato due centrali come Helander (che gioca nel Verona) e Alexander Milosevic, il primo non ha ancora giocato una partita con la nazionale maggiore e dunque questa sera potrebbe toccare al secondo, che farebbe coppia con Granqvist nel pacchetto che comprende Lustig e Olsson in qualità di terzini. Per il resto dovrebbe cambiare poco nel solito 4-4-2 svedese: Kallstrom e Lewicki (sempre in vantaggio su Svensson) giocheranno come centrali in mediana, con Durmaz schierato a destra e Forsberg, autore del primo gol in Svezia, che ancora una volta parte favorito su Erkan Zengin. In attacco Ibrahimovic cerca un altro gol per portare la sua nazionale agli Europei, a fargli compagnia sarà Berg con Toivonen e il giovane Guidetti che restano le prime alternative qualora ci sia bisogno di aumentare il peso offensivo della squadra.