BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

SORTEGGIO EUROPEI 2016/ Gironi, le fasce e i rischi per l'Italia

Il sorteggio della fase a gironi degli Europei 2016 si terrà il 12 dicembre. L'Italia è stata inserita in seconda fascia, rischia un girone di ferro ma può anche avere un cammino abbordabile

Foto InfophotoFoto Infophoto

Terminati i playoff, la composizione degli Europei 2016 è definita. Per la prima volta nella storia il massimo torneo continentale per nazionali sarà composto da 24 squadre nella sua fase finale; ce ne sono dunque otto in più rispetto alla formula a 16 che è stata in vigore tra il 1996 e il 2012. Il prossimo 12 dicembre verrà effettuato il sorteggio dei gironi; le squadre saranno suddivise in 6 gruppi da quattro nazionali ciascuno, e per la prima volta ci saranno gli ottavi di finale ai quali si qualificheranno le prime due e le quattro migliori terze.

La UEFA ha già delineato le quattro fasce per il sorteggio, secondo il ranking per nazionali; l’Italia è inserita nella seconda fascia, avendo mancato l’accesso alle teste di serie in virtù della vittoria del Belgio nell’ultima partita di qualificazione. Dunque ci sono tanti rischi sul cammino degli Azzurri; le teste di serie sono, oltre ai Diavoli Rossi, i campioni in carica della Spagna, la Francia padrona di casa, la Germania, l’Inghilterra e il Portogallo. In seconda fascia troviamo Italia, Russia, Svizzera, Austria, Croazia e Ucraina; fanno parte della terza fascia Repubblica Ceca, Svezia, Polonia, Romania, Slovacchia e Ungheria (che mancava alla fase finale dal 1972); infine in quarta fascia Turchia, Irlanda e le matricole Islanda, Albania, Galles (queste tre non hanno nemmeno giocato un Mondiale) e Irlanda del Nord. Studiando le possibilità del sorteggio, possiamo dire che un girone di ferro per l’Italia potrebbe essere composto da Spagna o Germania, Repubblica Ceca o Polonia e Galles; un girone abbordabile invece potrebbe prevedere Portogallo, Slovacchia o Ungheria e Islanda, Albania e Irlanda del Nord. Considerazioni che vanno ovviamente prese con le pinze: l’Italia infatti è stata eliminata al Mondiale 2010 perdendo contro la Slovacchia e non riuscendo a battere Paraguay e Nuova Zelanda, mentre quattro anni più tardi ha perso dalla Costa Rica. Il vero giudice sarà come sempre il campo; sicuramente si può dire che la nuova formula concede una possibilità in più, perchè anche arrivando terzi si può andare agli ottavi (per esempio nel 2004 il presunto “biscotto” tra Svezia e Danimarca non ci avrebbe comunque eliminati). Appuntamento dunque al 12 dicembre per il sorteggio della fase a gironi degli Europei 2016.