BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FOOTBALL MANAGER 2016/ Dal classico all'innovazione: un passo nel futuro del manageriale calcistico

Pubblicazione:giovedì 19 novembre 2015

Foto Infophoto Foto Infophoto

FOOTBALL MANAGER 2016, DAL CLASSICO ALL'INNOVAZIONE - Chi l'ha prenotato e... conosciuto nelle scorse settimane già nella versione Beta (ovvero di prova), gli aficionados – al limite della dipendenza, diciamocelo senza problemi – sanno già quanto il nuovo Football Manager sia proiettato verso l'orizzonte innovativo dei videogiochi, aprendo l'esperienza del manageriale più famoso e meglio "costruito" alle nuove tecnologie. Per gli altri, a partire da venerdì scorso 13 novembre, si tratta solo di pagare i 55 euro meglio spesi dell'anno – anche qui citiamo e interpretiamo pensieri di un infinito popolo di managers virtuali – per entrare in gioco. Durante la consueta conferenza stampa di presentazione, arricchita dalla presenza di Giovanni Carnevali (AD del Sassuolo) e Federico Pastorello (Agente FIFA tra i più influenti) oltre al giornalista di Sky Gianluca Di Marzo – e tenutasi quest'anno nella sala conferenze dello Stadio Meazza a San Siro – ampio spazio alle spiegazioni "tecniche" dei boss, arrivati come sempre dall'Inghilterra per battezzare anche la versione italiana di FM 2016.

CROSSMEDIALITA' e NUOVE VERSIONI La prima caratteristica da sottolineare è dunque l'apertura alle nuove modalità 'Touch' e 'Mobile'. La versione per dispositivi di ultima generazione, in particolare, prevede il cross-save, ovvero la possibilità di salvare e proseguire una partita passando da tablet a pc e viceversa, senza problemi. La versione per smartphone, pur progettata per sessioni più brevi di gioco, è molto migliorata nelle gestione delle tattiche e in generale nelle schermate; c'è poi la novità degli stemmi di allenamento – oro, argento e bronzo – per definire lo stile di gestione manageriale, con tanto di condizionamento dei feedback da parte della squadra e dello spogliatoio! Disponibili per dispositivi sia iOS che Android, la modalità 'Touch' sarà lanciata prima di Natale, mentre la 'Mobile' è pronta da ieri, 18 novembre; entrambe sono scaricabili, attraverso Steam, anche in maniera separata rispetto al pacchetto intero.

I LOVE THIS GAME: LE NOVITA' Aria di semi-rivoluzione, passando alla giocabilità: a partire da questa edizione di FM infatti il manager potrà creare la propria squadra – sostituendola ad una esistente e dunque rimpiazzandola in un campionato "reale" – inserendosi anche come giocatore e personalizzando ogni aspetto, fino ai colori sociali. Inoltre, in una specie di commistione con il Fantacalcio, ecco la 'Fantasy Draft': partendo da un budget e affrontando quella che di fatto è una piccola-grande asta, ogni giocatore comporrà la propria rosa, andando poi ad affrontare i rivali in un campionato ad hoc. Tra le implementazioni a livello di grafica e realismo del gioco, da segnalare anche oltre 2000 nuove animazioni per migliorare i match in 3D e la collaborazione con Prozone, leader delle statistiche sportive, con conseguente arricchimento dei report disponibili per i managers. Infine, per gli intenditori, arriva anche la possibilità di poter incidere sul proprio aspetto virtuale, modificando tratti somatici, divisa (c'è anche l'allenatore in tuta!) e profilo del manager. Insomma, anche quest'anno la Sports Interactive ha alzato il livello della competizione. Se siete amanti del genere (ma anche se volete provare per la prima volta), l'avrete capito dal tono, ve lo consigliamo senza troppi dubbi.



© Riproduzione Riservata.