BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Risultati Eredivisie/ Le partite, i marcatori e la classifica aggiornata (11^ giornata, 30-31 ottobre-1 novembre 2015)

Pubblicazione:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

RISULTATI EREDIVISIE: PARTITE, MARCATORI E CLASSIFICA AGGIORNATA (11^ GIORNATA) - E alla fine, nell'undicesima giornata di Eredivisie, l'atteso strappo in testa alla classifica c'è stato. L'Ajax ha allungato isolandosi di nuovo in testa nel campionato olandese, approfittando della caduta del Feyenoord a L'Aja. E continuano a sognare il PSV Eindhoven campione in carica, che sembra in grado di tornare a lottare per il titolo, ma anche e soprattutto la sorprendente rivelazione Heracles Almelo.

Ma andiamo con ordine analizzando i risultati della giornata del massimo campionato olandese. L'Ajax ha letteralmente imposto la sua legge in una partita senza storia con il Roda, che ha raccolto solo due punti in cinque partite ed ora staziona al decimo posto, avendo vanificato almeno in parte l'ottimo inizio di stagione. Gialloneri sotto di due gol già dopo soli 6' all'Amsterdam Arena, con le reti di Fischer e Milik. Klaassen ha triplicato già a metà del primo tempo, quindi Fischer, ancora Milik e ancora Klaassen si sono ripetuti nello stesso ordine firmando il definitivo 6-0.

Quello dell'Ajax, grazie a questa goleada, resta inoltre il miglior attacco dell'Eredivisie, con trenta gol realizzati contro i ventinove del PSV Eindhoven. Ma la notizia migliore per la capolista è arrivata da L'Aja, dove il Feyenoord è caduto al cospetto dei padroni di casa del Den Haag, capaci di togliersi un altro sfizio stagionale importante dopo aver fermato all'esordio in campionato il PSV Eindhoven. La squadra allenata da Fraser ha fatto festa grazie ad un'autorete di Van Beek a metà ripresa. L'espulsione di Duplan nel finale non ha impedito al Den Haag di centrare la seconda stagionale. Ossigeno per la classifica con la zona calda che si fa più lontana, ma anche uno sgambetto per la formazione di Rotterdam, ora a tre punti dall'Ajax e con una sola lunghezza di vantaggio sul duo PSV-Heracles. CLICCA QUI PER I RISULTATI E LA CLASSIFICA DI EREDIVISIE (11^ GIORNATA)

Una sconfitta che ha decisamente gelato l'entusiasmo del Feyenoord, che veniva da quattro vittorie consecutive in campionato e soprattutto dalla vittoria all'ultimo minuto ottenuta in Coppa d'Olanda proprio contro l'Ajax, che aveva fatto festeggiare i tifosi tutta la notte mercoledì scorso. I campioni d'Olanda allenati da Cocu infatti hanno vinto sei a tre uno spettacolare match in casa del fanalino di coda De Graafschap, sempre inchiodato a quota sei punti. Clamoroso lo sviluppo del match: PSV avanti di tre reti alla mezz'ora con i gol di Propper (doppietta) e Guardado. La reazione del De Graafschap valeva il 3-3 al ventesimo della ripresa: in gol Driver prima dell'intervallo e poi Bannink e Kabasele. Luuk de Jong, Narsingh e Pereiro hanno evitato lo smacco, permettendo alla formazione di Eindhoven di vincere addirittura in goleada dopo il grande spavento.

Prosegue anche la favola dell'Heracles Almelo, ora ad un solo punto dal secondo posto grazie al successo casalingo su un coriaceo Willem II, che dopo aver subito i gol di Navratil e Zomer in meno di mezz'ora, ha accorciato nella ripresa le distanze con Falkenburg ed ha mancato di poco il pareggio. Dietro il quartetto di testa, resta saldo al quinto posto il Vitesse, che ha raggiunto quota venti punti battendo in trasferta con un perentorio tre a zero l'Excelsior Rotterdam. Solanke, Diks e Rashica hanno messo la firma sulla festa giallonera, col Vitesse che sembra decisamente in grado di competere per una qualificazione europea anche quest'anno. Al sesto posto il PEC Zwolle cade sul campo del Groningen: all'Euroborg decidono le reti di De Leeuw e di Burnet, che già nel primo tempo indirizzano la sfida in favore dei detentori della Coppa d'Olanda.

A quota diciassette punti il PEC Zwolle si fa raggiungere così dal NEC Nijmengen, vincente con un pirotecnico quattro a due sul campo di un AZ Alkmaar sempre più irriconoscibile. In meno di un'ora il NEC si porta sul quattro a uno con la doppietta di Limbombe e le reti di Santos e Woudenberg. L'AZ salva la faccia con la doppietta di Henriksen, ma i tifosi dell'Afas Stadion vedono farsi preoccupanete una classifica in cui ormai la loro squadra, con soli dodici punti, risulta staccatissima dalle posizioni di testa. A quota diciassette grazie al sopracitato successo sul PEC Zwolle c'è anche il Groningen, mentre un punto più in basso continua a sorridere l'Utrecht, alla seconda vittoria consecutiva in campionato grazie al quattro a due rifilato in casa al Twente. Al Galgenwaard Stadion ospiti in vantaggio con Agyepong; l'Utrecht la ribalta con Lestschert e Drommel, ma il Twente trova il pari prima dell'intervallo con Ziyech.

Nella ripresa la formazione allenata da Ten Hag trova la forza per l'allungo decisivo, con le marcature di Barazite e di Haller (allo scadere su rigore) che chiudono definitivamente la contesa. In coda, si complica la situazione del Cambuur penultimo con soli sei punti, che dopo cinque pareggi consecutivi è costretto a cedere sul campo dell'Heerenveen. L'unica squadra a non aver ancora vinto una partita in questa Eredivisie assieme al De Graafschap va subito sotto a causa di un'autorete di Dammers e poi capitola una seconda volta già nel primo tempo a causa di un rigore trasformato da Te Vrede. Per l'Heerenveen tre punti estremamente preziosi che lo proiettano al quintultimo posto, a più quattro sul Willem II terzultimo e dunque dalla zona rischio. CLICCA QUI PER I RISULTATI E LA CLASSIFICA DI EREDIVISIE (11^ GIORNATA)



  PAG. SUCC. >