BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Risultati Ligue 1/ Le partite, i marcatori e la classifica aggiornata (12^ giornata, 30 ottobre-1 novembre 2015)

Risultati Ligue 1, le partite, i marcatori e la classifica aggiornata (12^ giornata, 30ottobre-1 novembre 2015): il punto sulla dodicesima giornata del campionato di calcio francese

Un pallone da calcio (Infophoto) Un pallone da calcio (Infophoto)

Andiamo a vedere insieme i risultati delle varie partite che si sono giocate in Ligue 1 per la dodicesima giornata, con i marcatori e la classifica aggiornata. Le grandi alla riscossa nella dodicesima giornata della Ligue 1 francese. E se l'ennesimo successo di un Paris Saint Germain ormai sempre più lanciato verso un nuovo titolo non fa più notizia, il ritorno al secondo posto di Lione e Saint Etienn,e e la caduta delle rivelazioni di inizio stagione Angers e Caen, ricomincia a ristabilire le gerarchie previste alle spalle della formazione della capitale, che aumenta a dieci i punti di vantaggio sulle più immediate di inseguitrici. La capolista allenata da Laurent Blanc ha ottenuto il massimo risultato con il minimo sforzo sul campo del Rennes. Vittoria di misura per uno a zero grazie ad una rete di Angel Di Maria a un quarto d'ora dalla fine, in un match che ha visto Zlatan Ibrahimovic restare in panchina per novanta minuti per il turn over, con i parigini attesi dalla supersfida in Champions League contro il Real Madrid. Per il Rennes, che resta a metà classifica, un ko che non fa troppo male contro l'avversaria sulla carta più difficile, ma i turni di campionato senza vittoria ora diventano sette, con cinque pareggi e due sconfitte. Alle spalle del PSG, come detto, si accende la bagarre. L'Angers cade sul campo del Monaco, che colpisce nel primo tempo con Pasalic e non si lascia più riprendere. La formazione allenata da Moulin, ora a quota ventidue punti, al secondo posto, viene raggiunta da Lione e Saint Etienne. Lione che contro il fanalino di coda Troyes (ultimo in classifica a quattro punti, e alla quarta sconfitta consecutiva) passa soffrendo, nonostante l'espulsione nel primo tempo di Corentin tra gli avversari. A 12' dalla fine arriva un calcio di rigore che Beauvue non sbaglia, regalando così tre punti preziosissimi alla squadra del tecnico Fournier. Il Saint Etienne, dalla sua, torna in quota grazie all'agevole successo casalingo contro il Reims, costruito tutto nel secondo tempo. Tre gol nella ripresa firmati dal centravanti sloveno Beric, dall'autogol di Oniangue e da Eysseric per la squadra di Christophe Galtier. Il Reims si ritrova invece ad incassare la quarta sconfitta consecutiva, scendendo sempre di più in graduatoria dopo un avvio di stagione che gli aveva permesso di respirare aria di alta classifica. Sia il Saint Etienne sia il Lione conquistano il secondo posto in coabitazione anche grazie alla contemporanea caduta del Caen, altra grande sorpresa di questo avvio di Ligue 1, scivolato però in Corsica sul campo di un Bastia capace di rialzarsi dopo tre sconfitte consecutive e di mettere così in cascina importanti punti salvezza. Per i corsi, decisiva la rete di Diallo alla mezz'ora, con l'attacco del Caen particolarmente evanescente nell'occasione. E così i rossoblu scivolano al quinto posto, con una sola lunghezza di vantaggio su un Monaco capace di un considerevole balzo in classifica grazie alla sopra citata vittoria contro l'Angers. Dopo tanti alti e bassi, finalmente un pomeriggio ordinario per il Nizza, che si assesta al settimo posto in classifica a ridosso del gruppo di testa con il pareggio casalingo a reti bianche contro il Lille. Nelle ultime cinque partite disputate dalla squadra della Costa Azzurra non erano mai stati realizzati complessivamente meno di quattro gol. Il pragmatismo del Lille, sempre nei bassifondi della classifica ma con tre lunghezze ora di vantaggio sul terzultimo posto, ha fermato una giostra che nelle ultime cinque sfide era stata ubriacante per i tifosi rossoneri, tra esaltanti vittorie e cadute clamorose come quella in casa del Gazelec Ajaccio della settimana scorsa. Parlando di pareggi, si incrociano i destini di Guingamp e Lorient, con entrambe le formazioni alla terza 'X' consecutiva dopo il pareggio per due a due nel loro scontro diretto. Un'espulsione per parte nella sfida, ed entrambe nel primo tempo, chiuso sull'uno a zero per il Guingamp grazie alla rete-lampo di Briand. In dieci contro dieci per i cartellini rossi a Waris e Sankhare, è arrivato il pareggio su rigore del Lorient, con Moukandjo, e la rete del nuovo sorpasso di Salibur. Ma ancora Moukandjo al 93' ha firmato la doppietta personale e regalato un punto ormai insperato al Lorient. Le due squadre restano rispettivamente all'undicesimo e all'ottavo posto, a cavallo del già citato Rennes e del Nantes e del Marsiglia, che si sono scontrate con successo della squadra allenata dallo spagnolo Michel grazie alla rete di N'Koudou in apertura di ripresa. Tre punti importantissimi per il Marsigli,a alla seconda vittoria consecutiva (per giunta entrambi i successi sono arrivati in trasferta) dopo una lunga crisi che aveva fatto precipitare il club in zona retrocessione: impensabile ad inizio di una stagione apertasi con la tempesta delle dimissioni di Marcelo Bielsa e dell'arrivo del nuovo tecnico iberico. Il quadro della giornata del massimo campionato francese si chiude con il pari per uno a uno fra Tolosa e Montpellier, che restano rispettivamente al penultimo e al quartultimo posto in classifica senza superare le problematiche che hanno trascinato i due club in zona retrocessione. E infine, col secondo acuto consecutivo del Gazelec Ajaccio, che dopo dieci giornate senza vittorie ha messo in riga il Nizza e ora il Bordeaux, battuto due a zero grazie alla doppietta di Larbi.