BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Risultati Premier League/ Le partite, i marcatori e la classifica aggiornata (11^ giornata, 31 ottobre-1 novembre 2015)

Risultati Premier League, partite marcatori e classifica aggiornata: dopo l'undicesima giornata continua la crisi del Chelsea, battuto dal Liverpool con Klopp alla prima vittoria con i Reds

Foto InfophotoFoto Infophoto

In Premier League dopo l'undicesima giornata tutto come prima in testa alla classifica, con Arsenal e Manchester City che comandano con 25 punti nella giornata in cui lo United frena con il terzo pareggio consecutivo, ed il Chelsea di Mourinho sprofonda perdendo in casa con il Liverpool che regala la prima vittoria a Klopp. Continua a sorprendere il Leicester di Ranieri che ora è da solo in terza posizione con 22 punti grazie al successo per 3 – 2 contro il West Bromwich Albion.

In fondo da solo, l’Aston Villa con 4 punti, aspettando il posticipo del lunedì in casa del Tottenham. Davanti ai londinesi il Sunderland con 6 punti ed il Newcastle con 7. I Gunners erano impegnati in trasferta in Galles, ed hanno sbrigato con facilità la pratica Swansea, battuto per 3-0. Per la formazione di Wenger si tratta del quinto successo consecutivo che conferma la solidità della squadra. Dopo il pareggio a reti inviolate del primo tempo, la ripresa è tutta di marca Arsenal: la prima rete arriva al 49esimo con Giroud che mette a segno con un bel colpo di testa, poi il raddoppio è opera di Koscielny al 68esimo e la terza rete arriva con Campbell che al 73esimo chiude definitivamente la partita, con i gallesi che hanno avuto una sola palla goal a disposizione, che Gomis si è letteralmente divorato.

Il Manchester City ha docuto soffrire di più per avere ragione del Norwich, superato solo per 2 – 1 con rete decisiva segnata da Yaya Tourè su rigore quando mancava solo un minuto alla fine. La formazione di Pellegrini è sembrata abbastanza distratta dal prossimo, importante match di Champions League sul campo del Siviglia ed è passata in vantaggio solo dopo 67 minuti con Otamendi che ha messo in rete la palla dell’ 1- 0 dopo un lungo periodo di sterile pressione. Il Norwich è stato bravo a reagire, ed ha trovato la rete del pareggio con Jerome quando scoccava l’83esimo minuto, poi il rigore che ha consegnato i tre punti e la vetta della classifica ai Citizens. Continua a stupire il Leicester di Ranieri che si impone sul campo del WBA giocando un match di ottimo livello. Sono proprio gli uomini di Ranieri a comandare in partenza, ma la prima rete è di Rondon che al 30esimo porta in vantaggio la formazione allenata da Tony Pulis. 

La reazione del Leicester arriva nel secondo tempo: prima è Mahrez a realizzare una doppietta, segnando al 57esimo ed al 64esimo, poi la squadra di Ranieri si porta sul doppio vantaggio grazie a Vardy che realizza per l’ottava gara consecutiva. La partita si potrebbe riaprire all’84esimo, quando il Norwich raggiunge il 2 – 3 con un rigore calciato da Lambert, ma il Leicester è bravo resistere fino al fischio finale. Il Manchester United resta ancora una volta a secco e incasella il terzo 0 – 0 di fila affrontando un Crystal Palace che gioca meglio dei Red Devils, che in attacco soffrono molto ed anche Rooney gira a vuoto per tutti i 90 minuti. Da parte del Crystal Palce cìè anche una traversa colpita da Nolasie, mentre Cabaye e Dann sfiorano la rete del vantaggio. Il Watford vince la sua seconda partita consecutiva contro il West Ham, battuto per 2 – 0.

A portare sempre più in alto la formazione che appartiene alla famiglia Pozzo ci pensa il nigeriano Ighalo, che segna due reti, al 39esimo ed al 48esimo. Ighalo ha giocato brevemente anche in italia, indossando le maglie di Udinese e Cesena. Per il West Ham anche un’espulsione, quella di Collins, a sei minuti dalla fine. La prima vittoria in Premier League del Liverpool di Klopp coincide con l’ennesima sconfitta del Chelsea di Moutinho, che ora rischia veramente la panchina dei Blues. Per la formazione guidata dal tecnico portoghese si tratta della sesta sconfitta su 11 gare, un record negativo da quando Mourinho allena in Inghilterra. Eppure il Chelsea sembrava ispirato in avvio, con i giocatori che hanno fatto quadrato intorno al loro tecnico ed una rete quasi immediata di Ramires sembrava poter essere l’avvio di un bel successo su uno dei più acerrimi avversari.

Il Chelsea però ha mostrato di essere ancora allo sbando, e piano piano il Liverpool ha preso il comando della gara pur se Klopp deve fare ancora a meno di una lunga serie di infortunati. Il pareggio arriva già nel primo tempo con Coutinho, che poi raddoppia nella ripresa, prima che il belga Benteke firmi il goal del definitivo 3- 1. In questo Liverpool si vede già l’impatto dell’allenatore tedesco che ha portato il suo pressing alto ed una concezione di partita diversa da quella del suo predecessore Rodgers. La gara tra Newcastle e Stoke City si è chiusa in pareggio a reti inviolate, mentre al contrario, a Liverpool, l’Everton ha battuto il Sunderland per 6 – 2. I padroni di casa passano in vantaggio dopo 19 minuti grazie ad una rete di Deulofeu, poi raddoppiano al 31esimo con Kone.

Il Sunderland è bravo a reagire e trova la rete del 2 – 1 nel recupero del primo tempo con Kone e poi pareggia dopo 5 minuti della ripresa con Fletcher, A quel punto si scatena l’Everton che ne segna 4 in fila con Coates, Lukaku ed una doppietta di Kone, che così realizza un tris, dal decimo al 31esimo della ripresa mettendo a tacere gli avversari. Nell’altra gara domenicale Il Southampton vince per 2 – 0 contro il Bournemouth con 2 reti nel primo tempo segnate da Davies e dall’azzurro Pellè, che vanno a segno nel giro di 5 minuti, al 31esimo ed al 36esimo.