BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Video/ Lazio-Milan (1-3): highlights e gol della partita. Le azioni da gol (Serie A 2015-2016, 11^giornata)

Video Lazio-Milan (1-3): highlights e gol della partita di Serie A disputata domenica 1 novembre 2015 allo stadio Olimpico di Roma, valida per l'11^giornata di campionato

Santiago Gentiletti, 30 anni, difensore argentino della Lazio (INFOPHOTO)Santiago Gentiletti, 30 anni, difensore argentino della Lazio (INFOPHOTO)

Probabilmente è la miglior prestazione stagionale degli uomini di Mihajlovic, che all'Olimpico centrano la terza vittoria consecutiva. Rossoneri (ieri in maglia verde) in vantaggio al 25. del primo tempo con Bertolacci, che sfrutta la corta respinta di Marchetti sul tiro-cross di Cerci (che più avanti prenderà anche un palo). Il Milan raddoppia nella ripresa con un colpo di testa all'ottavo minuto di Mexes, appena subentrato all'infortunato Alex (colpito alla tempia, è stato portato in ospedale per accertamenti), e triplica con Bacca, che al 34', imbeccato da Bonaventura scarta il portiere e segna a porta vuota. La rete della Lazio arriva a sei minuti dalla fine, con Kishna che sorprende il giovanissmo Donnarumma con un secco diagonale sul primo palo.

Terzo successo consecutivo per il Milan, che dopo Chievo e Sassuolo batte anche la Lazio. Allo stadio Olimpico di Roma, il match di ieri sera contro la Lazio si è chiuso con il risultato di tre a uno per i rossoneri, ora a quota 19 punti, al sesto posto in classifica al pari del Sassuolo. Tanti sorrisi in casa Diavolo anche se resta un pizzico di amarezza per l’infortunio del difensore centrale Alex. Il brasiliano, durante una punizione, si è scontrato in area, anche se non si capisce bene se con un proprio compagno di squadra o un avversario, cadendo poi a terra in malo modo e sbattendo fortemente la testa.

Il posticipo dell'undicesima giornata di Serie A tra Lazio e Milan è terminato sul punteggio di tre a uno in favore dei rossoneri: in rete Bertolacci, Mexes e Bacca per il diavolo, Kishna per i capitolini.

Andiamo ora ad analizzare i dati statistici della partita per comprendere meglio l'andamento del match. Cominciamo dal possesso palla (61% Lazio 39% Milan). La squadra di casa è andata al tiro 10 volte, centrando lo specchio della porta in 4 occasioni; il Milan è andata alla conclusione 9 volte e ha impegnato Marchetti in 3 circostanze. Ammontano a 346, invece, i passaggi completati dalla formazione di Pioli mentre 200  dalla truppa di Mihajlovic. Passiamo ora alla precisione di esecuzione. La Lazio ha ottenuto una percentuale pari a 75,0 mentre il Milan 66,0. Per quanto riguarda i calci d'angolo sono 7 in favore della Lazio e 3 battuti dai rossoneri. Dal punto di vista disciplinare è stata una gara piuttosto regolare, con 32 falli fischiati dal direttore di gara che ha estratto 4 cartellini gialli. Infine diamo uno sguardo alle presenze allo stadio: ad assistere alla sfida tra Lazio e Milan erano presenti oltre 30 mila spettatori.

Il commento del tecnico della Lazio, Stefano Pioli, al termine della sconfitta interna contro il Milan: "Non eravamo stanchi e non stavamo già pensando al derby. Ci penseremo da adesso, perché sarà una partita fondamentale per noi. Abbiamo avuto difficoltà nel trovare ritmo contro un Milan che ha giocato con intensità e ci ha castigati. E' stata una partita strana. L'avevamo preparata bene, ma non siamo stati capaci di avere quelle fiammate che ci contraddistinguono, specialmente quando giochiamo in casa. Abbiamo avuto delle occasioni, ma non è stato facile reagire contro un avversario che purtroppo per noi stasera si è dimostrato più forte".

Ecco, invece, quanto dichiarato dall'allenatore del Milan, Sinisa Mihajlovic: "Non so se è stato il miglior Milan della stagione, ma sono contento perché tutti hanno dimostrato spirito di squadra, soprattutto quelli che sono entrati a partita in corso. Ci hanno dato una grossa mano. Abbiamo preparato bene la partita e i ragazzi hanno fatto molto bene. Non era facile, la Lazio aveva sempre vinto in casa finora e ha giocatori che possono mettere in difficoltà chiunque. Dovevamo tenere i reparti stretti e corti, siamo stati bravi ad accorciare. Si vede che la squadra ha ritrovato fiducia, abbiamo giocato anche bene il pallone in diverse situazioni". (Jacopo D'Antuono)