BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Diretta/ Genoa-Sassuolo (risultato finale 2-1): info streaming video e tv. Pavoletti trascina il grifone (oggi 22 novembre 2015, Serie A 13^ giornata)

Diretta Genoa-Sassuolo: info streaming video e tv, risultato live e cronaca della partita di Serie A valida per la 13^ giornata a Marassi (oggi 22 novembre 2015)

InfophotoInfophoto

Il Genoa sconfigge il Sassuolo due a uno grazie ai gol di Rincon e Pavoletti, che all'ultimissimo respiro risponde alla rete del momentaneo pareggio siglato da Acerbi. Gara giocata in dieci uomini da entrambe le squadre per oltre un tempo a causa delle espulsioni inflitte a Diego Perotti e a Berardi al termine della prima frazione di gioco. Tre punti d'oro per la formazione di Gasperini, brusca frenata per le ambizioni degli emiliani. 

Mancano circa cinque minuti più recupero alla fine della sfida tra Genoa e Sassuolo. Padroni di casa sempre avanti per una rete a zero grazie al gol siglato da Thomas Rincon ad inizio ripresa. Al settantatreesimo tentativo aereo da parte di Nicolas Burdisso che impegna centralmente Consigli. Poco dopo qualche problema muscolare accusato da Izzo che è costretto a lasciare il campo in favore di Cissokho. Buon momento dei liguri che controllano il vantaggio senza particolari difficoltà. 

Quando siamo giunti oltre il sessantacinquesimo minuto della partita, il risultato tra Genoa e Sassuolo è sempre fermo sull'uno a zero in favore della formazione rossoblu. Padroni di casa avanti grazie al gol segnato da Rincon al cinquantesimo minuto. Gli emiliani provano a scuotersi con un tiro cross improvviso da parte di Vrsaljko che trova la pronta risposta di Perin. Poco dopo i liguri sprecano un buon contropiede con un passaggio troppo corto di Dzemaili per Pavoletti che non riesce a concludere come vorrebbe. Al 65' spazio a Gakpè nel Genoa, esce Lazovic. 

E' ricominciato da circa cinque minuti di gioco il secondo tempo del Luigi Ferraris tra Genoa e Sassuolo, con il punteggio fermo sull'uno a zero in favore del grifone. Al termine della prima frazione di gioco, il direttore di gara ha estratto due cartellini rossi: il primo è stato inflitto a Berardi per un bruttissimo fallo ai danni di Ansaldi, il secondo lo ha preso Diego Perotti probabilmente per eccessive proteste. Durante l'intervallo nessuno dei due allenatori ha effettuato cambi, si riparte quindi con gli stessi giocatori della prima frazione. Ad inizio ripresa la sblocca il Genoa con Thomas Rincon, bravissimo a sorprendere Consigli con un mancino a giro dal limite.  

Oltre trentacinque minuti sul cronometro e risultato sempre fermo sullo zero a zero al Luigi Ferraris, nella sfida tra Genoa e Sassuolo. Grifone pericoloso al ventunesimo minuto con una conclusione di potenza di Leonardo Pavoletti che manda fuori di pochissimo. I neroverdi rispondono al trentunesimo con Berardi che salta Ansaldi e va al tiro: para centralmente Mattia Perin. Poco dopo cross morbido di Tino Costa per Pavoletti che prova a colpire di testa ma non centra lo specchio della porta.

Quando siamo giunti oltre il ventesimo minuto del primo tempo, il punteggio tra Genoa e Sassuolo è sempre fermo sullo zero a zero. Ritmi altissimi e alcune occasioni da rete da entrambe le parti. I neroverdi ci provano al decimo con una conclusione di potenza dal limite da parte di Berardi, bravo Perin a bloccare centralmente.  I padroni di casa rispondono poco dopo con un tentativo di Laxalt, che servito al limite da Ansaldi scarica il mancino e manda fuori non di molto. 

E' cominciata da circa cinque minuti di gioco la sfida del Luigi Ferraris tra Genoa e Sassuolo, con il risultato ancora fermo sullo zero a zero. Avvio di gara abbastanza frizzante con la formazione neroverde che attacca con convinzione. Il Genoa si propone in avanti al terzo minuto con un filtrante interessante di Diego Perotti per Lazovic che contolla malamente la sfera, lasciandola rotolare sul fondo. Bell'atmosfera sugli spalti dove si registrano oltre ventimila spettatori. 

Genoa-Sassuolo sta per cominciare: andiamo a vedere quali sono le formazioni ufficiali della partita, che può lanciare entrambe le squadre. Il Genoa vuole punti per abbandonare la zona bassa della classifica, il Sassuolo si può confermare in zona Europa League. Calcio d’inizio alle ore 15.  1 Perin; 5 Izzo, 8 Burdisso, 3 Ansaldi; 11 Diogo Figueiras, 88 Rincon, 20 Tino Costa, 93 Diego Laxalt; 10 Perotti, 19 Pavoletti, 22 Lazovic. In panchina: 23 Lamanna, 27 Ujkani, 90 I. Cissonkho, 31 Dzemaili, 77 Tachtsidis, 18 Ntcham, 13 Gakpé, 16 Diego Capel, 21 Pandev. Allenatore: Gian Piero Gasperini 47 Consigli; 11 Vrsaljko, 28 Cannavaro, 15 Acerbi, 13 Peluso; 7 Missiroli, 4 Magnanelli, 32 Duncan; 25 D. Berardi, 92 Defrel, 17 N. Sansone. In panchina: 1 Pomini, 79 Pegolo, 3 Longhi, 20 Ariaudo, 23 Gazzola, 6 L. Pellegrini, 8 Biondini, 10 Laribi, 16 Politano, 83 Floro Flores, 99 Floccari. Allenatore: Eusebio Di Francesco. Arbitro: Nicola Rizzoli 

Il Genoa gioca con il 3-4-3 mentre il Sassuolo propone un offensivo 4-3-3. I padroni di casa puntano molto sulla rapidità dei loro interpreti, bravi a cambiare passo soprattutto dalla trequarti in su. Dall'altra parte invece c'è una squadra abile a muovere rapidamente la palla e cercare di giocarla sempre di prima. La chiave tattica del match si vedrà soprattutto sulle corsie esterne dove ci sono calciatori abili nel muoversi con rapidità come Perotti e Lazovic da una parte e con Berardi e Defrel dall'altra. La differenza appunto la faranno anche l'interpretazione di gara dei terzini che nel grifone si muoveranno leggermente più avanti di quelli degli avversari. 

Genoa-Sassuolo si gioca alle ore 15: si annuncia una partita molto interessante per la tredicesima giornata di Serie A. In settimana Serge Gakpé ha parlato con il sito ufficiale del Grifone esprimendo il proprio dolore per i recenti, tragici avvenimenti internazionali, ma anche raccontando della sua famiglia, del Genoa che gli ricorda proprio una famiglia e la bellezza di giocare in uno stadio come il Ferraris, dove i tifosi molto vicini al campo danno una spinta in più (clicca su https://twitter.com/GenoaCFC/status/667382384619294720). Per il Sassuolo invece è giusto sottolineare una importante iniziativa: la società neroverde ha partecipato a un corso di formazione per il contrasto al 'match fixing', cioè le frodi sportive che troppo spesso inquinano il calcio. La prima squadra e il settore giovanile hanno dunque partecipato al progetto 'Fairplay Neroverde – Per l'integrità del gioco' voluto dalla società emiliana e patrocinato anche dalla Lega Serie A (clicca su https://twitter.com/SassuoloUS/status/667384196827111424).

Il Genoa di Gian Piero Gasperini ospita tra le mura amiche del Luigi Ferraris il Sassuolo di Eusebio Di Francesco per la tredicesima partita del campionato. Il grifone è 15mo (3 vittorie, 4 pari, 5 sconfitte) con 12 gol fatti e 16 subiti, mentre il Sassuolo è quinto (6 vittorie, 4 pareggi, 2 sconfitte) con 14 gol fatti e 10 subiti. I padroni di casa hanno collezionato 103 tiri di cui 45 nello specchio, mentre gli ospiti 94 conclusioni di cui 53 in porta. Il possesso palla è 25' a 23'27'' di media a partita. Il giocatore che ha collezionato più assist è Ntcham con 9, seguito a 5 da Berardi. L'ex Leonardo Pavoletti è il migliore marcatore con 4 reti, seguito a 3 da Sansone e Gakpe. Diego Laxalt è il calciatore con più minuti giocati, 1151. 

In attesa del fischio d'inizio di Genoa-Sassuolo, andiamo a rileggere alcune dichiarazioni rilasciate nei giorni scorsi dai due allenatori. Gasperini si è detto soddisfatto dell'ultimo pari ottenuto dai suoi a Frosinone, specificando come il Genoa abbia reagito molto bene all'inferiorità numerica, che ha stravolto i piani della squadra che infatti in undici contro undici stava conducendo il gioco. Di Francesco ha ricordato come ci siano club più blasonati del Sassuolo per rincorrere le posizioni di vertice, ma ha sottolineato come i risultati ottenuti siano frutto di un progetto e di un gioco ben precisi e non della casualità, e che quindi i neroverdi continueranno a cercare di ottenere il massimo da ogni partita senza porsi limiti. 

Dall'arbitro Nicola Rizzoli della sezione di Bologna alle ore 15.00 di oggi pomeriggio, sarà una partita valida per la tredicesima giornata di Serie A. Il Genoa dopo la sosta si ripresenta ai nastri di partenza della Serie A a digiuno di vittorie da quattro partite. Un cammino impietoso per la formazione allenata da Giampiero Gasperini: dopo il sesto posto della passata stagione, i rossoblu sembrano aver ceduto la palma di squadra rivelazione del campionato al Sassuolo che prima della sosta, battendo di misura in casa il Carpi, si è assestato a quota 22 punti al quinto posto in classifica, in piena zona europea.

Saranno proprio Genoa e Sassuolo ad affrontarsi oggi pomeriggio allo stadio Ferraris. I punti in palio saranno sicuramente pesanti per i grifoni, sempre pericolosamente vicini alla zona retrocessione; ma avranno anche valore per un Sassuolo che, pur avendo sempre una tranquilla salvezza come obiettivo stagionale principale, è ben consapevole del fatto di essere l'unica tra le rivelazioni di inizio stagione ad aver retto finora anche sulla distanza. 

Il Genoa è reduce da tre pareggi consecutivi che hanno fatto in parte morale, ma non hanno permesso alla squadra di Gasperini di smettere di flirtare pericolosamente con la parte bassa della graduatoria. Eppure tutti e tre i punti conquistati nelle ultime tre sfide dai rossoblu sono senza ombra di dubbio guadagnati.  

Quello riacciuffato all'ultimo secondo contro il Torino nel rocambolesco tre a tre dello Stadio Olimpico; quello ottenuto contro il lanciatissimo Napoli di Sarri, bloccato sullo zero a zero a Marassi; infine quello strappato al Frosinone, in inferiorità numerica e dopo che i ciociari avevano ribaltato il risultato portandosi in vantaggio.

Il Sassuolo dalla sua ha chiuso le ultime tre sfide disputate in campionato senza mai incassare gol. Vittoria per uno a zero contro la Juventus nel turno infrasettimanale, quindi pari esterno senza reti a Udine e vittoria di misura, sempre per uno a zero, contro il Carpi in casa prima della sosta. Due gol di Sansone che sono di fatto valsi sei punti, più il pari del Friuli ed i neroverdi sognano l'Europa grazie soprattutto a una difesa ottima.

Nei due precedenti in Serie A negli unici campionati disputati dal Sassuolo nel massimo campionato, oltre a quello in corso, mai i neroverdi sono riusciti a violare il Marassi rossoblu. Il 6 gennaio 2014, nel primo precedente in assoluto, il Genoa ha battuto due a zero gli emiliani con le reti di Gilardino e Bertolacci. Nella scorsa stagione, il 18 gennaio 2015, il confronto è terminato con uno spettacolare tre a tre. Sassuolo in vantaggio per ben tre volte con le reti di Berardi, Missiroli e ancora Berardi, sempre raggiunto prima da Iago Falque, poi da Feftatzidis e ancora da Feftatzidis nel recupero, quando i tre punti parevano ormai acquisiti. Con cinque gol realizzati nelle ultime tre partite il Genoa ha risollevato un po' il rendimento di un attacco che era prima dell'ultimo turno infrasettimanale il peggiore della Serie A. Il Sassuolo si gode i suoi talenti italiani, con Berardi e Sansone su tutti che stanno impressionando per qualità e quantità di giocate decisive.

I nove punti che separano Genoa e Sassuolo non impressionano i bookmaker, che considerano i grifoni favoriti per la conquista dei tre punti. Quota Eurobet di 2.15 per l'affermazione interna, mentre GazzaBet quota 3.65 la vittoria esterna e William Hill 3.40 il pareggio. La partita Genoa-Sassuolo potrà essere seguita in diretta tv sia dagli abbonati Sky, sia dagli abbonati Mediaset Premium. I primi potranno collegarsi al canale 255 (Sky Calcio 5 HD), i secondi invece al canale Premium Calcio 2 (per Mediaset telecronaca a cura di Federico Mastria ed interventi da bordo campo di Marco Francioso). Inoltre ricordiamo la possibilità della diretta streaming video che sarà fornita rispettivamente dalle applicazioni Sky Go e Premium Play. Sul sito ufficiale della Lega, www.legaseriea.it, trovate invece tutte le informazioni utili sulla partita di Genova e sul campionato di Serie A.