BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

DIRETTA / Inter-Frosinone (risultato finale 4-0) info streaming video e tv: poker e vetta, trionfo nerazzurro! (Serie A 2015, oggi 22 novembre)

Diretta Inter-Frosinone info streaming video e tv, risultato live e cronaca della partita di Serie A valida per la 13^ giornata a San Siro (oggi domenica 22 novembre 2015)

InfophotoInfophoto

L'Inter rifila quattro reti al Frosinone e conquista la vetta della Serie A in solitaria al termine della 13^ giornata del massimo campionato italiano. La formazione nerazzurra dopo un primo tempo in sordina, sbloccato comunque dal gol di Biabiany, ha trovato maggiore fluidità nella ripresa, trovando prima il gol del 2 a 0 con Icardi, e chiudendo poi i conti nel finale con Murillo e Brozovic. Nulla da fare per un Frosinone comunque uscito a testa alta da San Siro soprattutto per quanto fatto vedere nella prima frazione. Inter adesso capolista del campionato a quota 30 punti, due in più rispetto a Fiorentina e Napoli; Frosinone invece impelagato nelle zone basse, attualmente 18° in classifica.  

Quando Inter-Frosinone, match valido per il posticipo della tredicesima giornata di Serie A si avvia verso la conclusione, possiamo dirlo: i nerazzurri sono la nuova capolista del massimo campionato italiano. La formazione di Mancini ha anche trovato la rete della sicurezza con Murillo, che spostato terzino destro a metà ripresa, si è reso protagonista di una bella incursione sulla fascia finalizzata con un incursione in area premiata dallo splendido colpo di tacco di Jovetic da cui è scaturita la battuta a rete vincente del colombiano. Sull'ali dell'entusiasmo l'Inter ha poi colpito nel secondo minuto di recupero con Brozovic, bravo a finalizzare un preciso assist da parte di Ljajic mandando in visibilio il popolo nerazzurro, pronto a festeggiare il primato in classifica in solitaria.

Il doppio vantaggio ha donato sicurezza all'Inter nel posticipo della tredicesima giornata di Serie A contro il Frosinone: i ragazzi di Mancini in questo momento stanno gestendo al meglio il possesso del pallone, cercando a più riprese di chiudere i conti trovando il gol del 3 a 0 che spezzerebbe definitivamente le resistenze ciociare. L'occasione più ghiotta è capitata al 69' ancora a Biabiany, che servito splendidamente da Icardi con un colpo di tacco, ha incrociato il tiro con un destro preciso, che ha superato Leali m non Blanchard, bravissimo a farsi trovare pronto sulla linea di porta e a spazzare lontano il pallone. Inter in controllo dunque, Frosinone in affanno! 

Il secondo tempo della sfida tra Inter e Frosinone, match valido per la 13^ giornata del massimo campionato è iniziato da 10 minuti e il risultato è ora di 2 a 0 in favore dei nerazzurri. In questo avvio di secondo tempo non sono mancate le emozioni: in particolare Biabiany, dopo aver percorso tutta la fascia destra a velocità stratosferica, ha mancato il gol del raddoppio a pochi passi da Leali dopo ave beneficiato della sponda in area di Icardi. Pronta, seppur fortunosa, la replica del Frosinone, che ha regalato un brivido ai tifosi di fede nerazzurra con il calcio d'angolo battuto da Soddimo e deviato prima da Ciofani, poi da Paganini, che per poco non rischiava di finire in rete. La rete del due a zero nerazzurro è arrivata però al nono con Icardi, bravo a finalizzare al meglio una splendida triangolazione con Ljiaic, battendo a colpo sicuro a porta sguarnita: Inter sempre più sola in vetta! 

Si sblocca il risultato del posticipo della 13^ giornata di Serie A a San Siro tra Inter e Frosinone, con i nerazzurri che trovano il gol del vantaggio al 29' grazie a Biabiany. Tutto nasce da un tiro di Jovetic murato dalla difesa del Frosinone che consente a Ljajic di provare la conclusione dal limite: il serbo può mirare, calcia e trova la respinta di Leali; sulla ribattuta del portiere è prontissimo proprio Biabiany, che di prima intenzione trova il destro vincente e gonfia la rete con un pallone che si insacca sotto la traversa. Inter in vantaggio dunque: brutto colpo per un Frosinone che fino a questo momento non ha certo demeritato alla Scala del calcio!

Chi si attendeva un posticipo della 13^ giornata di Serie A a senso unico dovrà probabilmente ricredersi: dopo i primi 20 minuti di gioco tra Inter e Frosinone infatti, la formazione ospite si sta distinguendo per coraggio e intraprendenza. La squadra di Stellone si è resa protagonista in avvio di un contropiede pericoloso con Castillo, e subito dopo di una conclusione al volo di Soddimo sventata da un grande intervento di Handanovic. Per quanto riguarda l'Inter solo conclusioni dalla distanza e qualche cross insidioso da parte di Telles, per il resto tanto possesso palla, al momento sterile, e poco altro. Da capire fino a che punto il Frosinone riuscirà a reggere l'urto di una formazione certamente di caratura superiore. 

Il posticipo valido per la 13^ giornata di Serie A tra Inter e Frosinone è iniziato da 5 minuti, ma il risultato allo stadio San Siro di Milano è ancora fermo sullo 0 a 0. Tutto da copione in questi primi scampoli di gioco, con l'Inter che gestisce il possesso del pallone nel tentativo di trovare un varco nelle maglie avversarie. I nerazzurri hanno iniziato il match con ottimo piglio, sfruttando la spinta di un pubblico voglioso di ritrovarsi questa sera in vetta alla classifica in solitaria. Il Frosinone per il momento cerca di non arretrare eccessivamente il proprio baricentro e non disdegna le ripartenze: gli ingredienti per un match spettacolare ci sono proprio tutti! 

Inter-Frosinone sta per cominciare, sono state comunicate le formazioni ufficiali delle due squadre. Mancini opta per il 4-2-3-1 con Biabiany e Ljajic nella batteria dei trequartisti, nell'attacco di Stellone invece gioca anche il cileno Nicolas Castillo. INTER (4-2-3-1): 1 Handanovic; 55 Nagatomo, 25 Miranda, 24 Murillo, 12 Telles; 83 Melo, 7 Kondogbia; 11 Biabiany, 10 Jovetic, 22 Ljajic; 9 Icardi In panchina: 30 Carrizo, 46 Berni, 5 Jesus, 8 Palacio, 13 Guarin, 14 Montoya, 17 Medel, 23 Ranocchia, 27 Gnoukouri, 33 D'Ambrosio, 44 Perisic, 77 Brozovic Allenatore: Roberto Mancini FROSINONE (4-4-2): 33 Leali; 28 Rosi, 24 Diakité, 6 Blanchard, 3 Crivello; 17 Paganini, 5 Gori, 21 Sammarco, 10 Soddimo; 9 Ciofani, 30 Castillo In panchina: 1 Zappino, 23 Gomis, 7 Frara, 8 Gucher, 11 Verde, 12 Longo, 13 M. Ciofani, 29 Carlini, 69 Bertoncini Allenatore: Roberto Stellone Arbitro: Marco Guida (sezione di Torre Annunziata) 

L'Inter di Roberto Mancini ospita a San Siro il Frosinone di Roberto Stellone per una gara valevole per la 13ma giornata di campionato. I nerazzurri sono secondi a 27 punti (8 vittorie, 3 pari, 1 sconfitta) con 12 gol fatti e 7 subiti mentre i ciociari sono terzultimi con 11 punti (3 vittorie, 2 pareggi, 7 sconfitte) con 11 gol fatti e 18 subiti. Il club di casa ha tirato 117 volte di cui 56 in porta, mentre quello ospite 113 volte ci ha provato centrando lo specchio in 53 occasioni. La media del possesso palla è 25'54'' a 18'46''. I calciatori con più assist all'attivo sono Dionisi e Jovetic con 4, seguono a 3 Soddimo e a 2 Ljajic e Ciofani. I migliori marcatori sono ancora Dionisi e Jovetic con l'aggiunta di Icardi a 3 reti. Samir Handanovic con 1145 minuti giocati è il calciatore più presente.

L'Inter giocherà nel posticipo sapendo già i risultati dei suoi diretti avversari per lo Scudetto e proverà a rimanere agganciata al treno in testa cercando di battere un Frosinone che però al di là della classifica non è assolutamente da sottovalutare. Andiamo a vedere i migliori delle due squadre. I calciatori che hanno collezionato più assist sono Dionisi e Jovetic a 4. Sempre loro sono quelli che hanno collezionato più tiri rispettivamente con 18 e 23. I migliori marcatori sono ancora i due calciatori con l'aggiunta di Icardi con 3 reti. I calciatori con il maggior numero di minuti sono rispettivamente Handanovic (1145) e Leali (1056).

Inter-Frosinone, posticipo della tredicesima giornata di Serie A, inizia tra poco. I nerazzurri scenderanno in campo con il 4-3-3 mentre i ciociari saranno impiegati nel rettangolo verde con il 4-4-1-1. Paradossalmente questa partita potrebbe essere più complicata delle altre per la squadra di Roberto Mancini, perchè dovrà cambiare modo di giocare e quindi prendere in mano la partita senza aspettare l'avversario. Sarà questa la chiave tattica del match che vedrà i nerazzurri pronti ad affidarsi alla reattività di Stevan Jovetic. Attenzione però a come riusciranno a venir fuori dalla pressione di San Siro Soddimo e Paganini perchè allargando il gioco sugli esterni potrebbero mettere in difficoltà la difesa dei padroni di casa.

In settimana il centrocampista francese dell'Inter Geoffrey Kondogbia ha risposto alle domande dei tifosi nell'iniziativa #askKondogbia, promossa tramite l'account Twitter ufficiale @Inter. Il numero 7 nerazzurro ha delineato Napoli e Roma come le avversarie al momento più difficili da affrontare, quando ai giocatori della Serie A che lo hanno più impressionato il francese ha citato Mohamed Salah della Roma e il compagno di squadra Jeison Murillo. I giocatori con cui ha legato di più sono Jonathan Ludovic Biabiany e il giovane Assane Gnoukouri, i cibi italiani più graditi risultano invece le tradizionali pasta e pizza. Quanto ai tre aggettivi con cui descrivere l'Inter, Kondogbia ha scelto questi

L'ala del Frosinone Danilo Soddimo ha incontrato i giornalisti nella conferenza stampa di giovedì. Queste alcune delle sue dichiarazioni: "Quella contro l'Inter è una partita che stiamo vivendo in maniera normale. Dobbiamo affrontarla senza paura anche perché non abbiamo niente da perdere, quindi dobbiamo andare a San Siro e cercare di rimediare qualche cosa; se andiamo a Milano col pensiero di giocare contro l'Inter e non provarci nemmeno è inutile; invece io dico: andiamo per vincere e magari viene fuori un pareggio, come è successo con la Juventus. Poi ci saranno due partite in casa che saranno sicuramente ancora più decisive di questa". Che Soddimo vedremo al Meazza? Il diretto interessanti risponde: "Intanto vediamo se gioco… Spero di fare bene come in altre partite, sicuramente per noi sarà anche la prima volta a San Siro quindi l'entusiasmo deve stare alle stelle, dovremo andare sempre a spada tratta, senza paura, anche con un pizzico di divertimento così magari si riuscirà a fare qualcosa di veramente buono. (…) Io vado a Milano per vincere la partita, se dobbiamo aspettare l'Inter per poi prendere quattro gol è meglio provarci; poi magari ne prendiamo quattro lo stesso ma almeno ci avremo provato, magari ne faremo uno o la partita si potrà mettere in maniera differente. San Siro è uno stadio che ho visto cento volte in televisione: alla centunesima io sarò in campo a giocare quindi volto divertirmi, io come la mia squadra vogliamo far vedere che possiamo stare in questo campionato". 

, partita diretta dall'arbitro Guida, è il posticipo che chiuderà il programma della tredicesima giornata del campionato di Serie A 2015-2016. I nerazzurri di Roberto Mancini e i ciociari di Roberto Stellone scenderanno in campo alle ore 20.45 allo stadio Giuseppe Meazza di San Siro a Milano per questo confronto che possiamo definire in un certo senso storico fra l'unica squadra che non è mai retrocessa dal massimo campionato e chi invece gioca in Serie A per la prima volta nella sua storia e che farà questa sera il suo debutto alla 'Scala del calcio'.

Per l'Inter una partita da vincere per proseguire nella marcia di questo strano campionato. I nerazzurri sono nel mirino della critica per il gioco effettivamente non esaltante, però è anche vero che sono al primo posto in classifica, 10 punti in più rispetto alle prime dodici giornate della passata stagione e già più punti raccolti rispetto all'intero girone d'andata (erano stati 26 contro i 27 attuali). La vera domanda che tutti si pongono è: riusciranno i nerazzurri a migliorare la qualità del proprio gioco senza perdere l'invidiabile solidità difensiva?

Se la risposta sarà affermativa si potrà davvero sognare in grande, altrimenti l'obiettivo massimo sarà il terzo posto che sarebbe comunque un grande passo avanti rispetto alle ultime, deludenti stagioni della Beneamata. Sotto i riflettori ci sono soprattutto gli uomini dell'attacco a partire da Mauro Icardi. 

Mai in Serie A c'era stata una capolista che dopo 12 giornate aveva segnato soli 12 gol, alla media di esattamente un gol a partita e solo contro il Carpi (l'altra debuttante assoluta di quest'anno nel massimo campionato) i nerazzurri hanno segnato più di un gol nella stessa partita. Era il 30 agosto e ci fu una doppietta di Stevan Jovetic, che da quel giorno non ha più segnato: anche il ritorno al top del montenegrino sarà molto importante per il destino della stagione dell'Inter. 

Quanto al Frosinone, ovviamente per i ciociari l'obiettivo unico della stagione è ottenere la salvezza: al momento la squadra laziale è terzultima con 11 punti ma comunque ha già mostrato chiari segni di miglioramento rispetto alle prime giornate nelle quali l'impatto con la Serie A fu molto duro. In particolare al Matusa il Frosinone sta facendo molto bene: tre vittorie e un pareggio nelle ultime quattro partite casalinghe indicano che in Ciociaria è difficile per chiunque fare risultato. In trasferta il bilancio è molto più magro con un solo pareggio a fronte di cinque sconfitte, anche se fu un punto di grande prestigio allo Juventus Stadium contro i campioni d'Italia, tra l'altro in assoluto il primo risultato utile in Serie A dopo le prime quattro sconfitte consecutive. Fare il bis a San Siro sarebbe naturalmente il sogno di Stellone e dei suoi ragazzi: per scoprire cosa succederà, non ci resta altro da fare che metterci comodi, perché la diretta di Inter-Frosinone sta per cominciare...

La diretta tv di Inter-Frosinone è affidata sia ai canali della pay tv del satellite, per la precisione Sky Sport 1, Sky SuperCalcio e Sky Calcio 1 (numeri 201, 206 e 251), sia a quelli del digitale terrestre, precisamente Mediaset Premium Sport e Mediaset Premium Sport HD. In questo secondo caso la telecronaca sarà di Roberto Ciarapica, con il commento tecnico di Roberto Cravero e i contributi da bordo campo di Simone Malaguti, Marco Barzaghi ed Eleonora Boi. I tifosi nerazzurri potranno seguire il match anche con la telecronaca amica di Christian Recalcati, disponibile sul secondo flusso audio. Tutti gli abbonati delle due piattaforme avranno anche la possibilità di seguire la partita in diretta streaming video, attivando senza costi aggiuntivi le applicazioni Sky Go oppure Premium Play, che consentono di visualizzare le immagini su supporti digitali come PC, tablet e smartphone. Ricordiamo poi che sul sito ufficiale della Lega (www.legaseriea.com) troverete aggiornamenti e informazioni utili su questa partita e su tutto il campionato; i corrispettivi sui social network sono alle pagine facebook.com/serieatim e, su Twitter, @SerieA_TIM. Naturalmente anche i profili ufficiali delle due squadre forniranno gli aggiornamenti in tempo reale.