BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Carpi-Chievo (1-2): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2015-2016, 13^ giornata)

Infophoto Infophoto

Chievo

BIZZARRI 6,5: Non può nulla sull'autogol di Gamberini, ma invece è sempre sicuro sui tentativi emiliani che blocca sempre con sicurezza. Si supera su Mbakogu quando devia sopra la traversa di istinto una conclusione volante del centravanti da distanza ravvicinata.

FREY 5,5: Il capitano clivense ha potuto gestire senza troppa fatica la situazione fino a quando Pasciuti ha agito nella sua zona, non appena Matos prima e soprattutto Di Gaudio poi hanno agito sulla sua corsia, ha faticato non poco a limitarne le iniziative.

CESAR 7: Ottima partita del centrale sloveno che ha preso tutti i palloni alti lnell'area scaligera ed è riuscito anche a rendersi pericoloso anche in avanti, sfiorando il gol con un colpo di testa, respinto ottimamente da Belec.

GAMBERINI 6: L'esperto difensore gioca una buona gara al fiando di Cesar ma è apparso un pò goffo in occasione dell'autogol che ha realizzato quando ha deviato nella propria porta il cross di Letizia respinto dalla traversa.

GOBBI 5,5: L'esterno mancino controlla Matos senza troppe difficoltà, ma fatica invece a contenere la costante spinta di Letizia nella ripresa che lo mette in constante difficoltà con la sua velocità.

CASTRO 6,5: Altra ottima gara dell'argentino che sembra un altro giocatore rispetto a quello ammirato a Catania, difatti riesce a rendersi prezioso anche in posizione più accentrata ed è abilissimo nel finale a guadagnare tempo, facendo respirare i suoi nei minuti finali quando viene avanzato dopo l'uscita di Megggiorini.

RIGONI 6: E' costretto a giocare col "turbante" quasi tutto l'incontro per un brutto colpo che gli rifila Lollo nei minuti inziali. Si dedica più alla lotta in mezzo al campo che alla costruzione della manovra.

HETEMAJ 6: Gara come sempre ricca di generosità e quantità per il finlandese che corre a tutto campo fino al 97^ minuto, aiutando la sua squadra conquistare questa faticosa vittoria anche grazie al suo lavoro "sporco".

BIRSA 6,5: Ottimo primo tempo per lo sloveno che, dopo aver messo sulla testa di Inglese la punizione che ha sbloccato l'incontro, ha regalato diverse pregevoli giocate ed ha sfiorato il gol più volte che gli è sempre stato negato all'ultimo da Zaccardo. Esce per la decima volta nel corso della ripresa durante la quale ha dimostrato di essere molto stanco anche per gli impegni con la sua nazionale.

INGLESE 6,5: L'unico ex della sfida, conferma la famosa legge del "gol dell'ex" visto che è riuscito a sbloccare l'incontro dopo soli 8 minuti quando ha deviato di testa in rete un'ottima punizione calciato da Birsa. Ha anche il merito di servire l'assist a Meggiorini in occasione del raddoppio clivense. Nella ripresa si fa notare solo quando viene ammonito in occasione dell'infortunio di Bubnjc. Viene sostituito da Paloschi, a cui sembra aver strappato il posto da titolare.

MEGGIORINI 6,5: L'attaccante scaligero, rientrato dalla squalifica, dimostra di essere fondamentale per la sua squadra, non solo per il gol segnato ma anche per l'enorme lavoro col quale aiuta i suoi compagni a difenderer il vantaggio degli uomini di Maran.

 

PALOSCHI 5,5: Il grande escluso dell'incontro entra a metà ripresa al posto di Inglese che gli ha soffiato il posto nell'undici iniziale. Prova a rendersi utile cercando di tenere lontano il pallone dall'area scaligera ma si fa più notare per i tanti falli che commette ai danni dei difensori avversari.

PEPE 6: Entra al posto dello stanco Birsa, piazzandosi però sull'out destro da dove si è però più dedicato ad aiutare Frey nel limitare le discese di Gabriel Silva e di Di Gaudio.

RADOVANOVIC 6: Maran lo fa entrare al posto di Meggiorini col chiaro intento di aumentare l'intensità difensiva in mezzo al campo. Si fa ammoonire nei minuti finali per un fallo su Di Gaudio.

 

All.MARAN 6,5: Ottimo approccio della sua squadra all'incontro che, dopo 14 minuti aveva difatto già chiuso l'incontro. Azzecca in piena la scelta sorprendente di lanciare l'ex Inglese al posto di Paloschi ma non riesce ad evitare che i suoi ragazzi subiscano nettamente il ritorno nella ripresa degli avversari.

 

(Marco Guido)

© Riproduzione Riservata.