BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Risultati Premier League/ Classifica e prossimo turno: Ranieri primo (13^giornata, 21-22 novembre 2015)

Premier League 2015-2016: risultati e classifica alla 13^giornata. Il Leicester di Ranieri passa in casa del Newcastle ed è primo da solo, perché Manchester ed Arsenal hanno perso

Claudio Ranieri, 64 anni, allenatore del Leicester (INFOPHOTO) Claudio Ranieri, 64 anni, allenatore del Leicester (INFOPHOTO)

Giornata di Premier League che consegna agli onori della ribalta, caso mai ce ne fosse bisogno, un tecnico italiano conosciuto in tutta Europa per la sua bravura e la sua gentilezza. Claudio Ranieri infatti, vincendo (o meglio stravincendo) in casa del Newcastle si porta con il suo Leicester in testa alla classifica di Premier e mette dietro di sè squadre ben più titolate per blasone ed organico. La squadra del tecnico romano evidenzia un ottimo calcio offensivo, grazie al tredicesimo gol di Vardy (decima segnatura consecutiva, record di Van Nistlerooy) riesce a regalare ai propri tifosi un primo posto totalmente insperato all’inizio del campionato, indice di un team solido e ottimamente disposto in campo.

La tredicesima giornata del massimo campionato inglese consegna alle statistiche anche altre verdetti interessanti. Ottima la vittoria del Liverpool: i Reds sembrano aver ritrovato fiducia nei loro mezzi dopo l’arrivo del tecnico tedesco Kloop, nel turno di campionato appena concluso hanno umiliato per 1-4 in casa il Manchester city; la squadra di Pellegrini non era in giornata e la rete di Aguero, che alla fine del primo tempo aveva dato speranza ai propri tifosi, non ha acceso la rimonta sperata. Il gioco dei Citizens è apparso lento e prevedibile e tante, dopo la partita, sono le attese per lo scontro che la squadra inglese dovrà affrontare in Champions League in casa della Juventus.

Caduta in trasferta anche per l’Arsenal: i Gunners lasciano tre punti e testa della classifica in casa di un ottimo West Brom, pesante l'errore dal dischetto di Santi Cazorla all'84'; lo spagnolo si era ritrovato tra i piedi una ghiotta occasione per pareggiare i conti, e cercare quanto meno di limitare i danni in una giornata no per gli attaccanti di Wenger. Vittoria di misura da parte dello United in casa del Watford, il gol vincente è arrivato a tempo scaduto ed ha legittimato una prestazione sempre alla ricerca della vittoria finale. I giocatori di Van Gaal sono stati bravi a reagire al pareggio su rigore della squadra di casa. Protagonista assoluto della fase finale della partita è stato l'attaccante del Watford Deeney, che prima ha trasformato la massima punizione (87°) e poi ha segnato nella sua porta un goffo autogol (93°), cosa che ha permesso agli ospiti di acciuffare i 3 punti sul filo di lana.

Risposte positive sono giunte dal Chelsea capace, anche se con una partita non entusiasmante, di regolare di misura il Norwich; il gol scaccia crisi è stato firmato dal redivivo Diego Costa, ma il gioco espresso dai Blues è apparso senza mordente, soprattutto la mancanza di grinta espressa dai giocatori lascia pensare che Mou quest’anno probabilmente debba dire addio alle posizioni d'alta classifica. Pareggio invece tra Swansea e Bournemouth, il risultato di 2-2 lascerebbe pensare ad una partita spettacolare ma non è stato però così, le due squadre dopo i 4 gol (avvenuti tutti nella parte centrale del primo tempo) hanno pensato solamente a non farsi del male.

Caduta in casa per il Southampton, la squadra dell’attaccante italiano Graziano Pelle non è riuscita a replicare al gol segnato dallo Stoke City ad inizio partita, e ha perso una buona occasione per fare un importante balzo in classifica. Successo largo dell’Everton che ha fatto a fette un Aston Villa sempre più in crisi e desolatamente ultimo in classifica, con soli cinque punti racimolati in quest’inizio di stagione. Tottenham e West Ham hanno dato vita invece ad una bella partita che ha visto trionfare per 4-1 gli Spurs. Pochettino ha messo in campo una squadra tosta in difesa, che grazie alle ripartenze veloci ha schiantato un West Ham incapace di ribattere alla doppietta di Kane: le segnature di Walker e di Toby Alderweireld hanno fatto il resto, inutile il gol di Lanzini nel finale di partita (87°).

Il Tottenham con questa vittoria conferma la sua quinta posizione in classifica e punta ai piani alti di una Premier sempre più avvincente. Monday night che chiude la tredicesima giornata di campionato tra Crystal Palace e Sunderland.