BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Basilea-Fiorentina (2-2): i voti della partita (Europa League 2015-2016, girone I)

Le pagelle del Basilea-Fiorentina 2-2: i voti della partita di Europa League disputata al St.Jakob's Park giovedì 26 novembre 2015, valida per la 5^giornata del girone I

(INFOPHOTO) (INFOPHOTO)

Bella partita quella a cui abbiamo assistito questa sera, irrimediabilmente segnata dall'espulsione di Roncaglia che ha lasciato i suoi in 10 uomini per più di un'ora. Dopo il rigore negato ad Ilicic, le due squadre si sono controllate bene, fino all'invenzione di Borja Valero che ha inventato un corridoio per Bernardeschi che ha segnato con un preciso rasoterra. Nonostante l'inferiorità numerica, gli uomini di Paulo Sousa, sono riusciti anche a raddoppiare sempre con Bernardeschi che ha sfruttato al meglio il gran lavoro in area di Kalinic che gli ha servito un gran pallone in area di rigore. I padroni di casa sono riusciti a riaprire l'incontro con capitan Suchy, bravo a chiudere una mischia in area viola e a pareggiare, sempre sugli sviluppi di un calcio d'angolo, con Elneny che ha calciato in porta una ribattuta della retroguardia gigliata. Un pareggio che accontenta tutti visto che gli svizzeri sono aritmeticamente passati ai sedicesimi di finale, mentre la Fiorentina avrà bisogno di conquistare un pareggio al Franchi contro il Belenenses per garantirsi il pass per il turno successivo.

Gli svizzeri sembrano fin dall'inizio interessati più che altro a non perdere che a conquistare la vittoria. Riesce ad agguantare il pareggio sfruttando due calci piazzati ma, nonostante la superiorità numerica, non riesce a creare molti pericoli alla difesa viola anche nel corso della ripresa quando anche la stanchezza ha costretto gli uomini di Paulo Sousa ad abbassare il baricentro.

Ottimo pareggio conquistato dai viola che sono stati costretti a giocare in 10 uomini per più di un'ora per la folle espulsione di Roncaglia. Peccato per i due gol subiti sugli sviluppi di due calci d'angolo ma Sousa può essere soddisfatto della prova della retroguardia che è stata impeccabile. Il passaggio del turno ora dipende solo dalla squadra gigliata che dovrà conquistare almeno un pareggio contro il Belenenses al Franchi per conquistare il pass per i sedicesimi di finale.

Pessima direzione di gara dello sloveno che non ha mai avuto in mano la partita. Ha iniziato sbagliando clamorosamente la valutazione sul fallo di mano di Elneny nel tenativo di fermare Ilicic, poi ha gestito malissimo i cartellini permettendo ai difensori svizzeri, in particolare a capitan Suchy, di commettere un infinità di falli ai danni del povero Kalinic. I giocatori capendo le sue difficoltà lo hanno regolarmente circondato ad ogni fischio.

Il Basilea e la Fiorentina si affrontano nella quinta giornata del girone di qualificazione I di Europa League al St.Jakob-Park. Dopo aver subito espugnato il "Franchi", nella partita inaugurale del girone, il tecnico degli svizzeri Urs Fisher, pur puntando sempre sul classico 4-4-2,  ha dovuto un pò modificare l'undici iniziale a causa di diversi infortuni, schierando tra i pali Vailati (voto 5) con una difesa formata dall'inedita coppia centrale Suchy (voto 6,5)- Lang (voto 5,5), adattato al centro della retroguardia a causa delle assenze di Hoegh e di Akanji. Xhaka (voto 5) e l'iraniano naturalizzato svedese Safari (voto 6,5) sulla sinistra che sostituisce Lang spostato nel cuore del reparto arretrato. A dirigere il centrocampo ci sono Zuffi (voto 5,5) ed Elneny (voto 6) che era riuscito a segnare a Firenze, mentre sulle corsie laterali agiscono Bojetus (voto 6) e l'ex Pescara Bjarnason (voto 5,5). Davanti la giovane stella della squadra Embolo (voto 5,5), affianca il capocannoniere del campionato rosso-crociato, l'austriaco Janko (voto 5). 

Il grande ex della sfida, Paulo Sousa, ha invece deciso di schierare i suoi col tradizionale 3-4-2-1 un pò atipico con Sepe (voto 6), confermato portiere per l'Europa League, protetto dai tre centrali che sono gli argentini Roncaglia (voto 3) e Gonzalo Rodriguez (voto 6) con l'azzurro Astori (voto 6)che completa il trio. La cerniera di centrocampo è formata da Vecino (voto 6) e Badelj (voto 5,5), mentre sulle fasce agiscono Alonso (voto 6) sulla sinistra ed giovane Bernardeschi (voto 7,5) che si sta adattando velocemente nel nuovo ruolo pensato per lui dal tecnico portoghese. Ilicic (voto 6) e Borja Valero (voto 6,5), a cui il tecnico portoghese ha chiesto un sacrificio visto che non è al meglio della condizione per il problema muscolare accusato domenica contro l'Empoli, hanno il compito innescare la punta centrale Kalinic (voto 6).

Gli svizzeri iniziano la partita cercando più che altro di controllare la situazione concentrandosi maggiormente sulla fase difensiva che viene però scardinata dall'invenzione di Borja Valero. Nonostante abbia usufruito del "regalo" di Roncaglia non riesce a creare grossi pericoli alla Fiorentina e subisce anche il raddoppio del solito Bernardeschi. La squadra di Fisher prova a reagire ed è fortunata a riaprire l'incontro grazie ad una mischia nata sugli sviluppi di un calcio d'angolo che Suchy decide segnando il gol del 1-2. 

Dirige la retroguardia svizzera con autorità riuscendo a limitare le iniziative degli avversari nella zona centrale ma poco può contro un super Bernardeschi che ha colpito due volte partendo dalla fascia sinistra. Ha il grosso merito di riaprire la partita risolvendo una mischia in area viola con una potente conclusione sulla respinta di Sepe. 

Il portiere degli svizzeri è quasi imbarazzante quando è chiamato ad intervenire coi piedi e proprio per questo Kalinic prova sempre a pressarlo come in occasione del raddoppio di Bernardeschi quando l'errato rinvio dell'estremo difensore ha lanciato l'azione viola.

Gran partita della squadra di Paulo Sousa che inizialmente controlla il gioco mediante il possesso palla faticando a trovare spazi anche per la bravura a chiudersi degli avversari ma è micidiale con gli esterni ed in particolare con Bernardeschi che ha colpito due volte accentrandosi. Nonostante l'ingenuità di Roncaglia, riesce a raddoppiare ma poi sbaglia quando permette a Suchy di riaprire l'incontro che era in pieno controllo. Ci sarà da soffrire nella ripresa.  Strepitosa doppietta del numero 10 viola che sta decidendo da solo l'incontro del St.Jakob-Park con due chirurgiche incursioni in area avversaria concluse con due precise conclusioni. Si rende utile su tutta la fascia coprendo anche i tentativi di sfondamento degli avversari mostrando una condizione fisica invidiabile. 

Dopo l'espulsione di Rodriguez nell'andata al Franchi, anche questa volta contro gli svizzeri la squadra viola cerca di complicarsi la vita. La gomitata che rifila a Embolo col pallone in pieno contro sulla fascia destra è assolutamente assurda ed inutile e, oltre a complicare la vita ai suoi compagni di squadra, gli costerà numerose giornate di squalifica. (Marco Guido)