BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Torino-Bologna (2-0): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2015-2016, 14^ giornata)

Pagelle Torino-Bologna: i voti della partita di Serie A, l'anticipo che apre la 14^ giornata. I protagonisti, i migliori e i peggiori all'Olimpico: tutti i giudizi per il Fantacalcio

Giampiero Ventura (Infophoto) Giampiero Ventura (Infophoto)

Pronti via il Toro prova ancora a trovare il vantaggio. Al minuto 13 palla dentro di Molinaro e colpo di testa di Quagliarella che va a scheggiare l'incrocio dei pali. I granata comandano la partita e ci provano ancora da fuori con Bruno Peres che sfiora il palo alla sinistra di Mirante. E' un finire in crescendo dove però sembra non arrivare mai il gol della vittoria per la squadra di casa fino a quando Belotti stoppa di petto e calcia violento di sinistro trovando l'angolo basso e sbloccando la partita. Il raddoppio lo mette a segno Vives al minuto 91 sfruttando un errore di Maietta;

Nonostante le poche occasioni da gol la partita è godibile e regala emozioni. Le due squadre si muovono con grande ritmo e agonismo in mezzo al campo offrendoci un buono spettacolo;

Partita di straordinaria intensità vinta nella ripresa grazie anceh alle scelte del suo tecnico;

Troppa poca lucidità davanti e nella costruzione del gioco portano la squadra di Donadoni alla prima sconfitta della sua gestione;

Il direttore di gara non sbaglia niente, dirigendo la gara con intelligenza e senza spezzettarla come troppo spesso capita nel nostro campionato;

Parte forte il Torino che nei primi minuti sfiora il gol con un grande tiro da fuori di Baselli (6.5) sul quale è bravo a dire di no Mirante (6). La gara non regala grandi emozioni con le difese che si battono in maniera intelligente. Meglio il Toro che ha una grande occasione con Quagliarella (6). Peres (6) mette dentro su punizione una palla ceh l'attaccante partenopeo gira in acrobazia senza però imprimere potenza, blocca Mirante; - Primo tempo di grande movimento in mezzo al campo, giocate di qualità ma poche conclusioni. Le due squadre si danno battaglia soprattutto in mezzo al campo, anche se alla fine non viene fuori una prima parte di gara spettacolare; - I granata ci mettono più intensità e soprattutto hanno diverse occasioni da gol, soprattutto con Fabio Quagliarella. In difesa poi non si sbaglia davvero niente; - Si muove con grande intensità da mezzala sinistra. Gioca con grinta e carisma, quando glielo concedono poi calcia di prima intenzione da fuori. Uno dei suoi tiri è tra le migliori occasioni della prima frazione di gioco; - Nel primo tempo non si vede, chiuso dalle maglie della difesa avversaria. Non riesce a trovare spazio, rispetto a Quagliarella che è molto più mobile di lui;- In difesa la squadra felisinea commette qualche ingenuità e davanti ci prova senza trovare la porta difesa da Padelli. Ci mette comunque impegno e a tratti anche qualità in mezzo al campo; - In mezzo alla difesa regala esperienza e guida il reparto con autorità contro avversari importanti come Quagliarella e Belotti; - Il centrocampista offensivo non trova spazio, senza riuscire a crescere fisicamente nel corso del primo tempo. Potrebbe anche essere sostituito nella ripresa;- Gestisce la gara con attenzione, senza mai commettere errori o leggerezze. Buona prova di polso e maturità.