BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Borussia Monchengladbach-Juventus: quote, le ultime novità. Gioca Lichtsteiner (oggi 3 novembre 2015, Champions League)

Probabili formazioni Borussia Monchengladbach-Juventus: le quote e le ultime novità sulla partita del Borussia Park, valida per la quarta giornata del girone D di Champions League 2015-2016

Foto Infophoto Foto Infophoto

Probabili formazioni Borussia Monchengladbach-Juventus: le formazioni ufficiali di uefa.com riportano il rientro dal primo minuto di Stephan Lichtsteiner. Il terzino svizzero ha saltato le ultime partite per i problemi cardiaci riscontrati dallo staff medico bianconero, ma è già ritenuto in grado di tornare in campo. Con lui la Juventus si dispone a quattro in difesa: coppia centrale Bonucci-Chiellini e Barzagli in panchina. A centrocampo c'è Sturaro, davanti la coppia Morata-Dybala. Questo il 4-3-1-2 anti Borussia: Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra; Sturaro, Marchisio, Pogba; Hernanes, Morata, Dybala. 

Quali sono i protagonisti attesi di Borussia Monchengladbach-Juventus? Per la formazione tedesca scegliamo Oscar Wendt, terzino sinistro di 30 anni (appena compiuti): gioca al Borussia Park dal 2011, sabato ha segnato nel 4-1 esterno contro l’Hertha Berlino e soprattutto avrà il compito di incrociare con Cuadrado, potendo provare a far rimanere il colombiano più basso del solito e togliere così alla Juventus un’arma devastante. Per la Juventus invece scegliamo come protagonista Hernanes: il Profeta sembra favorito per giocare in mediana ma, anche se dovesse partire dalla panchina, ha qualcosa che altri bianconeri non hanno, vale a dire il tiro da fuori. Una caratteristica utilissima a una squadra che fatica a costruire nitide palle gol: Hernanes può tirare di destro o sinistro in maniera indifferente, non ha ancora trovato la rete in bianconero ma anche stasera, se utilizzato, proverà a sbloccarsi. 

Non sono pochi gli assenti nelle formazioni di Borussia Monchengladbach-Juventus. André Schubert, allenatore dei tedeschi, deve rinunciare al suo leader tecnico e carismatico Patrick Herrmann. Classe '91 e cresciuto nel club, dal 2010 fa stabilmente parte della prima squadra del Gladbach (139 partite in Bundesliga, con 25 gol) nella quale è stato subito considerato come l'erede di Marco Reus; purtroppo quest’anno ha giocato solo una partita in Champions League perchè il 3 ottobre scorso, nella gara di campionato contro lo Schalke 04, si è rotto il legamento crociato. Una perdita davvero importante per un Gladbach che deve anche rinunciare a due difensori come Martin Sranzl e Tony Jantschke oltre che al terzino sinistro Nico Schulz. 

In Borussia Monchengladbach-Juventus mancherà ancora una volta Sami Khedira. Una stagione poco fortunata al momento per il centrocampista tedesco: le sue cifre parlano di 4 partite in campionato e due in Champions League, e peraltro lo scorso sabato nel derby contro il Torino ha giocato soltanto 10 minuti prima di infortunarsi ed essere sostituito. Appena arrivato a Vinovo, alla prima amichevole giocata, si è infortunato ed è dovuto rimanere lontano dai campi per un paio di mesi. Del resto gli ultimi anni avevano già segnato un trend negativo dal punto di vista fisico: nel 2013-2014 Khedira aveva giocato 13 partite nella Liga e 5 in Champions League con il Real Madrid, restando in tribuna nella finale vinta contro l’Atletico Madrid, a causa di un grave infortunio in Nazionale. Peggio ancora l’anno seguente, quando il centrocampista - anche a causa delle scelte tecniche di Ancelotti - è rimasto in campo 11 volte in campionato e 2 in Champions League, con anche tre presenze in Coppa del Re. 

In Borussia Monchengladbach-Juventus tiene banco come sempre la questione modulo: Massimiliano Allegri giocherà con il 3-5-2 o il 4-3-3? Al di là dei tanti cambi a partita in corso, sono questi i due schemi “base” che la Juventus utilizza in questa stagione. Il problema riguarda il ruolo di terzino destro: in Champions League infatti Padoin non può essere schierato perchè ad agosto era rimasto fuori dalla lista UEFA. Con Lichtsteiner infortunato e Caceres ancora non al meglio, l’unica soluzione praticabile - già vista contro il Siviglia, e a San Siro in campionato - è quella di allargare Barzagli sulla corsia. L’alternativa, come detto, è la solita difesa Barzagli-Bonucci-Chiellini, con Cuadrado che scala in mediana e l’altro laterale (Alex Sandro o Evra) che si alza. Immutati comunque i tre di centrocampo, davanti Morata diventa più decisivo e finalizzatore sotto porta non dovendo allargarsi e sacrificarsi troppo in difesa. 

La Juventus affronterà in Germania il Borussia Monchengladbach questa sera, prima giornata di ritorno dei gironi di Champions. Per la partita di oggi l’allenatore bianconero Massimiliano Allegri sembrerebbe aver già deciso l’11 che manderà in campo, a cominciare dal centrocampista Hernanes, che dovrebbe stazionare in mezzo, in cabina di regia, supportato dai due interni che saranno i soliti Paul Pogba e Claudio Marchisio. In attacco, invece, probabile panchina per Dybala, con Morata ala sinistra, Mario Mandzukic punta centrale e Cuadrado confermatissimo sulla destra dopo il gol vittoria contro il Torino.

La Vecchia Signora tornerà in campo questa sera, a partire dalle ore 20.45, per sfidare i tedeschi del Borussia Monchengladbach nel quarto turno dei gironi di Champions League 2015-2016. Buone nuove per l’allenatore juventino, Massimiliano Allegri, visto che per la gara di oggi recupererà Lichtsteiner. Il terzino destro della nazionale svizzera è finalmente arruolabile dopo l’operazione al cuore e questa sera dovrebbe sedere in panchina, anche se il Conte Max non ha escluso nulla: «Magari lo faccio giocare…».

Si gioca al Borussia Park; alle ore 20:45 va in scena la partita valida per la quarta giornata del girone D di Champions League 2015-2016. I bianconeri sono in testa al girone con 7 punti, il Borussia è ultimo con 1; all’andata, cioè due settimane fa, è finita 0-0 e ora la Juventus ha una bella occasione per blindare la sua qualificazione agli ottavi di finale. Arbitra la partita l’olandese Bjorn Kuipers; andiamo dunque a dare uno sguardo più approfondito alle probabili formazioni di Borussia Monchengladbach-Juventus.

Le quote Snai per Borussia Monchengladbach-Juventus, valida per il girone D della Champions League 2015-2016, ci forniscono le seguenti informazioni: vittoria Borussia Monchengladbach (segno 1) a 3,15; pareggio (segno X) a 3,25; vittoria Juventus (segno 2) a 2,30.

Non cambia il 4-4-2 di André Schubert che in campionato continua a vincere con punteggi larghi; quattro gol anche sabato e poco turnover per il Gladbach, anche perchè ci sono degli infortuni che accorciano la coperta e non si può girare troppo la rosa. Davanti allo svizzero Sommer solita linea con Christensen e Alvaro Dominguez centrali, sugli esterni invece giocheranno Korb e lo svedese Wendt che ha anche trovato il gol in campionato. A centrocampo il fosforo e la leadership di capitan Granit Xhaka si sposano con la gioventù di Dahoud, un prospetto da tenere d’occhio per il futuro ma già una bella realtà attualmente; esterni saranno il veloce Ibrahima Traoré e Johnson, mentre Stindl che di fatto è un laterale va a giocare sulla linea degli attaccanti insieme a Raffael. Mancherà ancora Herrmann che di questa squadra è il giocatore più tecnico e quello forse più pronto a spiccare il salto internazionale, ma il Borussia Monchengladbach ha trovato stabilità e assetto offensivi anche senza di lui pur cambiando modulo rispetto al passato. Dalla panchina occhio a Nordtveit, mediano norvegese che alcuni degli juventini ben conoscono dalle due partite giocate con la Nazionale.

Non ce la fa Khedira, che dovrebbe tornare a disposizione dopo la sosta; Allegri perde i pezzi di continuo anche se Lichtsteiner è tornato ad allenarsi con il gruppo (ma non è ancora pronto). Il tecnico livornese dovrebbe comunque riproporre il 4-3-3, senza rinunciare ad Hernanes che sposta ancora la sua posizione andando a giocare in mediana, dove è favorito su Lemina e Sturaro che rimangono le alternative. Cuadrado e Dybala sono i due giocatori più in forma: si riparte presumibilmente da loro, anche se l’esperienza europea di Morata (sacrificato nel 4-3-3 perchè dovrebbe giocare largo) e Mandzukic questa sera potrebbero essere più utili alla causa. Si deciderà all’ultimo, anche a seconda del modulo che potrebbe diventare un 3-5-2; in ballo la posizione di Barzagli che con la linea a 4 dovrebbe necessariamente giocare come terzino, visto che Caceres è disponibile ma non ha ancora i novanta minuti nelle gambe. Rispetto al derby torna Chiellini nel pacchetto arretrato, Alex Sandro potrebbe essere riproposto per come è entrato in partita negli istanti finali di sabato pomeriggio, Marchisio sarà ancora in cabina di regia con Pogba - in crescita - sul centrosinistra.