BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Napoli-Inter (2-1): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2015-2016, 14^ giornata)

Pagelle Napoli-Inter, i voti della partita per il Fantacalcio: i migliori e i peggiori del big match del San Paolo, quattordicesima giornata del campionato di Serie A 2015-2016

Foto Infophoto Foto Infophoto

Il Napoli batte l’Inter 2-1 nel posticipo della quattordicesima giornata di Serie A ed è la nuova capolista del campionato: scavalcati i nerazzurri grazie alla doppietta di Gonzalo Higuain. In dieci per tutto il secondo tempo (espulso Nagatomo), l’Inter reagisce con Adem Ljajic e nei minuti di recupero coglie due clamorosi pali con Jovetic e Miranda (grande parata di Reina), dando però ottime sensazioni in termini di reazione. Il Napoli ora guarda tutti dall’alto in basso ma nel secondo tempo è calato troppo e ha sofferto oltre misura. La formazione di Sarri merita i tre punti, sia chiaro, ma non ha saputo essere costante nell'arco dei 90 minuti, soffrendo nel finale l'assalto dei nerazzurri. Ma ora il Napoli non può più nascondersi, pensare allo scudetto non è più un tabù. Oggi l'Inter ha perso, ma solo nel punteggio: pur con l'uomo in meno, i nerazzurri non si sono tirati indietro e solamente la sfortuna ha impedito loro di pareggiare, per lo scudetto c'è anche la banda Mancini. Fin troppo severo nell'espellere Nagatomo per doppio tempo, una decisione che condizionerà il secondo tempo. A fine primo tempo viene quasi linciato dagli uomini dell'Inter che pretendono spiegazioni per l'espulsione giudicata eccessiva.

Alla fine del primo tempo, il big match al San Paolo vede il Napoli in vantaggio 1 a 0 sull'Inter. Pronti, via, e la formazione di Maurizio Sarri fa male a quella di Roberto Mancini con Higuain (7,5) che all'inizio del secondo minuto di gioco trova subito la via del gol trafiggendo Handanovic (6) (imbattuto da quasi 400 minuti) e porta così in vantaggio i padroni di casa, mandando letteralmente in visibilio i tifosi partenopei. La reazione dell'Inter è comunque fulminea, l'undici di Mancini costringe Reina (6) a un'uscita avventata e per sua fortuna c'è Albiol (6,5) a coprire. Continui capovolgimenti di fronte in campo, ma senza che le due squadre creino palle gol vere e proprie. L'occasione più ghiotta per i nerazzurri arriva al 29', quando Guarin (6) da buona posizione prova il tiro, la falla finisce appena sopra la traversa. Poco più tardi Inter di nuovo in avanti con Ljajic (6.5) che serve Perisic (5,5), l'ex-Wolfsburg indirizza il pallone a lato. Qualche minuto prima dell'intervallo, però, arriva il colpo di scena: Nagatomo (4,5), già ammonito, stende Allan (7) che lo aveva lasciato sul posto, Orsato (5,5) non ci pensa due volte ed estrae il secondo giallo, Inter in 10 e Napoli in superiorità numerica. Mancini e il suo staff protestano per la decisione, ritenuta eccessiva, ma ora dovrà giocare il resto della partita in inferiorità numerica. Ci sono i presupposti per un secondo tempo bollente.

Il gol preso a freddo condiziona la prestazione dell'undici di Mancini, che comunque ha una buona reazione in seguito allo 0-1, attaccando diverse volte e in qualche occasione impensierendo Reina. Partita monumentale in difesa, nonostante il gol preso: innumerevoli chiusure sugli avversari e sempre bravo a leggere l'azione prima che avvenga effettivamente. Con i due gialli in meno di 45 minuti macchina una prestazione fin qui da non buttare via e complica terribilmente i piani di rimonta dell'Inter, già in svantaggio.

Come al solito, quando si tratta di giocare con le grandi, la formazione di Sarri dà il meglio di sé con gli spazi che si ritrova grazie agli avversari che giocano a viso aperto. Era l'uomo più atteso, e sblocca il big match dopo appena un minuto di gioco, con un altro gol di pregevole fattura. Qualche errore di distrazione in fase difensiva, e spesso è costretto a ricorrere al fallo per fermare gli avversari. Può e deve migliorare. (Stefano Belli)