BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Pagelle/ Lech Poznan-Fiorentina (0-2): i voti della partita (Europa League 2015-2016, gruppo I)

Pubblicazione:giovedì 5 novembre 2015 - Ultimo aggiornamento:venerdì 6 novembre 2015, 0.15

Nikola Kalinic, 27 anni, attaccante croato della Fiorentina (INFOPHOTO) Nikola Kalinic, 27 anni, attaccante croato della Fiorentina (INFOPHOTO)

Fiorentina

SEPE 6: Non ha praticamente mai dovuto effettuare un intervento perchè i pochi tentativi degli avversari sono sempre terminati a lato della sua porta.

TOMOVIC 6,5: Buona prova per il serbo che ha controllato con autorità la sua zona, limitando l'ottimo Pawloski.

RODRIGUEZ 6: Per l'argentino occuparsi di un centravanti come Hamalainen non è stato troppo complicato. Dirige la retroguardia con la solita autorità.

ASTORI 6: Controlla il reparto arrettrato con Gonzalo Rodriguez senza troppi patemi visto che gli avversari hanno faticato ad affacciarsi in avanti.

BLASZCZYKOWSKI 6: Partita emozionante per il polacco che si è fatto vedere solamente una volta nel corso del primo tempo col tentativo di cross bloccato da Buric in uscita. Esce a metà della ripresa.

SUAREZ 6: Lo spagnolo, confermato dopo la buona prova di domenica contro il Frosinone, si è limitato a gestire il possesso palla al fianco di Vecino. Esce nel corso della ripresa abbastanza affaticato.

VECINO 6,5: E' il regista della squadra. Prende in mano le redini del gioco viola sostituendo Borja Valero e sopperendo anche alla mancanza di iniziativa del suo compagno Suarez.

BERNARDESCHI 5,5: Partita di sacrificio per il talentino viola che è costretto a percorrere tutta la fascia e a duellare con Formella. Brutto errore in avvio che sarebbe potuto costare caro. Non riesce mai a rendersi pericoloso nella metà campo avversaria.

MATI FERNANDEZ 7: Gran partita ancora una volta per il cileno dopo la buona prova disputata anche contro il Frosinone, dà sempre qualità alla manovra con le sue giocate. Ottimo l'assist per Ilicic in occasione del raddoppio.

ILICIC 8: Lo sloveno decide praticamente da solo la sfida e regala tre punti d'oro alla sua squadra. Magistrale la punizione a pochi minuti dall fine del primo tempo, così come il colpo sotto col quale supera Buric chiudendo l'incontro.

ROSSI 6: Il pepito nazionale è ancora lontano dal campione ammirato prima dei tanti infortuni ma stasera ha avuto il merito di guadagnare il calcio di punizione col quale Ilicic ha sbloccato la gara. Pregevole anche il dribbling nella ripresa che però viene vanificato dal recupero di Kedziora.

KALINIC 6: Dopo la panchina di domenica, quasi tutti credevano di vederlo dal primo minuto. Entra al posto di Rossi e riesce a costruirsi un'occasione nel finale bloccata da Buric.

ALONSO 5,5: Entra e si fa anticipare da Lovrencsiscs rischiando di far pareggiare i polacchi. Sousa lo fa entrare per accumulare minuti dopo l'infortunio subito a Napoli.

BADELJ S.V.

All.PAULO SOUSA 7: Conquista tre punti essenziali per il passaggio del turno riuscendo comunque a far riposare giocatori di fondamentale importanza come Borja Valero e Kalinic in ottica campionato.

 

 

(Marco Guido)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.