BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Video/ Lech Poznan-Fiorentina (0-2): gol e highlights della partita. Magia di Ilicic su punizione (Europa League, giovedì 5 novembre 2015)

Video Lech Poznan-Fiorentina (0-2): gol e highlights della partita di Europa League, valida per la quarta giornata del girone I per i viola di Sousa (giovedì 5 novembre 2015)

Nikola Kalinic (Infophoto) Nikola Kalinic (Infophoto)

Importante vittoria della Fiorentina che in Polonia, sul campo del Lech di Poznan, ottiene i tre punti durante il match della quarta giornata dell’Europa League 2015-2016. Successo che permette alla Viola di scavalcare in un solo colpo il Belenenses e i polacchi, e di portarsi al secondo posto in classifica, dietro al solo Basilea. Assoluto protagonista del match è stato il nazionale sloveno Josip Ilicic, autore dei due gol siglati dalla compagine toscana. Di pregevole fattura in particolare la seconda marcatura, quella che l’ex Palermo ha realizzato direttamente da calcio di punizione: il giocatore ha superato il portiere avversario con un tiro forte e nel contempo preciso, che ha ricordato da vicino le punizioni di Sinisa Mihajlovic.

Lech Poznan-Fiorentina 0-2. Andiamo ad analizzare le statistiche che confermano il controllo della partita da parte dei viola che hanno raggiunto il 61% contro il 39% degli avversari grazie a 677 passaggi contro 392 dei polacchi. Il numero dei tiri tentati è stato più equilibrato (10-12) anche se i padroni di casa sono riusciti a centrare lo specchio solo in 2 contro le 5 degli ospiti che hanno calciato anche più corner (1-3). I giocatori guidati da Urban hanno commesso anche più falli (16-9) in una partita che è stata difatti molto corretta. Pepito Rossi è il giocatore fermato più volte in fuorigioco, così come la sua squadra, bloccata in 6 occasioni contro le due del Lech Poznan.

Spazio adesso alle interviste del post partita. Ecco quanto riportato dall'allenatore Paulo Sousa ai microfoni di Sky Sport: "Il segreto è essere sempre senza limiti. Dobbiamo essere attenti e concentrati. Ilicic è un giocatore importante anche nelle transizioni, oggi nel momento del gol i nostri avversari hanno iniziato ad allungarsi e lì è diventato ancora più determinante. Oggi è stata una gara molto dura, loro sanno difendersi alla grande e ripartono forte. Ho visto una squadra di carattere e grinta, volevamo portare a casa i tre punti, era troppo importante vincere. Europa League o Scudetto? L’unica cosa che mi interessa è vincere tutte le partite. Il nostro Scudetto è migliorare giorno dopo giorno, avere una cultura sempre vincente come oggi. Lottiamo tantissimo, così possiamo portare a casa punti importanti. Per noi oggi era molto importante vincere. Loro a Firenze hanno saputo sempre difendersi facendoci male nelle ripartenze. Oggi credo che la nostra velocità di esecuzione sia stata non al solito livello, ma sapevamo che potevamo anche calciare da fuori questa sera. Rossi ci ha aiutato a poter attaccare la profondità e quasi quasi riuscivamo a segnare prima. Per è molto importante il posizionamento dei giocatori perché così possiamo dettare i tempi. Stiamo lavorando continuamente su questo per riuscire a capire la necessità di capire i tempi al meglio”. (Marco Guido)

© Riproduzione Riservata.