BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Pagelle / Milan-Atalanta: Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2015-2016, 12^ giornata)

Pubblicazione:domenica 8 novembre 2015

Lo stadio di San Siro (Infophoto) Lo stadio di San Siro (Infophoto)

PAGELLE MILAN-ATALANTA: FANTACALCIO, I VOTI DELLA PARTITA (SERIE A 2015-2016, 12^ GIORNATA) - Al Meazza di San Siro il Milan non va oltre lo 0 a 0 contro un'ostica Atalanta. Nonostante un inizio di grande intensità da parte dei padroni di casa, gli ospiti ci provano con l'iniziativa di Pinilla e Gomez al 6', con quest'ultimo coraggioso nel ritentare all'8'. Al ventesimo Reja perde Dramé per infortunio ed inserisce Bellini al suo posto, poco prima della pericolosa azione di Bacca del 21' dall'esito poco fortunato visto il muro della difesa avversaria. Al 32', proprio Bellini cerca lo specchio mancandolo, cosa che non fa Niang, bravo ad impegnare Sportiello al 38' e ad inizio ripresa al 51'. Intanto Mihajlovic decide di tenere negli spogliatoi un inquieto De Sciglio sostituendolo con Calabria dall'inizio del secondo tempo. Al 64' e al 69' è Donnarumma il vero protagonista con due parate fondamentali rispettivamente su Cigarini e su Grassi. All'83' ci pensa Antonelli a fermare la ripartenza bergamasca con le ultime speranze di vittoria rossonere che si infrangono sull'esterno della rete sul contropiede di Cerci dopo aver superato pure Sportiello. Al Milan non riesce il salto in classifica tanto sperato e l'Atalanta invece torna a muoversi a seguito delle ultime sconfitte patite. VOTO PARTITA 5 Gara noiosa in cui le due squadre si sono annullate per quasi tutti i novanta minuti. VOTO MILAN 5 Crea davvero poco manifestando le proprie difficoltà in zona goal sprecando le proprie chances sul più bello. VOTO ATALANTA 6 Resiste all'avversario crescendo col passare dei minuti e fino a rendersi complessivamente più pericolosi nell'arco della partita. VOTO ARBITRO: Giacomelli (Trieste) 4,5 Prestazione completamente insufficiente da parte sua e di tutti i suoi collaboratori. Adopera diversi metri di giudizio nelle medesime situazioni, grazia De Sciglio, ammonisce Gomez per una simulazione discutibile e non decide per il meglio in un altro paio di situazioni, compreso un probabile rigore in favore dei rossoneri. Ingiusta l'espulsione di Mihajlovic.

PAGELLE MILAN-ATALANTA: FANTACALCIO, I VOTI DELLA PARTITA (SERIE A 2015-2016, 12^ GIORNATA). IL PRIMO TEMPO - A San Siro il Milan affronta l'Atalanta e le due squadre, terminato il primo tempo, sono da poco rientrate negli spogliatoi sul punteggio di 0 a 0. Al 6' gli ospiti potrebbero passare in vantaggio se l'assist di Pinilla fosse solamente un po' più preciso per Gomez che all'8' ci riprova senza fortuna. Al ventesimo Reja è costretto a spendere la prima sostituzione inserendo Bellini per l'infortunato Dramé e al 24' Giacomelli estrae il primo giallo della sfida nei confronti di De Sciglio, colpevole di un brutto fallo su Cigarini. Al 21' Bacca crea la prima situazione pericolosa per i suoi con un gran dribbling seppur il suo tiro venga murato e, dall'altra parte, al 32' proprio il neo entrato Bellini tenta una conclusione fuori dallo specchio della porta. Il tentativo di Niang al 38' impegna Sportiello e chiude la prima frazione. VOTO MILAN (PRIMO TEMPO): 5,5 L'inizio è promettente salvo perdersi col passare dei minuti. MIGLIORE IN CAMPO MILAN (PRIMO TEMPO): NIANG 6,5 Al rientro dall'infortunio si rivela il migliore tra i suoi compagni per voglia ed intensità. PEGGIORE IN CAMPO MILAN (PRIMO TEMPO): DE SCIGLIO 5 Si salva con l'ammonizione per un intervento pericoloso su Cigarini e rischia il secondo cartellino appena qualche istante dopo. VOTO ATALANTA (PRIMO TEMPO): 5,5 Subisce a lungo l'avversario faticando a costruire manovre prolungate. MIGLIORE IN CAMPO ATALANTA (PRIMO TEMPO): GOMEZ 6,5 Punta l'uomo con costanza cercando di trovare lo spiraglio giusto nell'area milanista. PEGGIORE IN CAMPO ATALANTA (PRIMO TEMPO): CIGARINI 5 Sbaglia diversi passaggi e si fa ammonire ingenuamente sul finire del primo tempo. (Alessandro Rinoldi)


  PAG. SUCC. >