BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Sampdoria-Fiorentina (0-2): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2015-2016, 12^ giornata)

Pagelle Sampdoria-Fiorentina 0-2, i voti della partita per il Fantacalcio: i migliori e i peggiori della partita giocata al Franchi, valida per la dodicesima giornata della Serie A 2015-2016

Il bosniaco della Sampdoria Ervin Zukanovic (sinistra), 28 anni e il croato della Fiorentina Nikola Kalinic, 27 (INFOPHOTO) Il bosniaco della Sampdoria Ervin Zukanovic (sinistra), 28 anni e il croato della Fiorentina Nikola Kalinic, 27 (INFOPHOTO)

Nel posticipo tra Sampdoria e Fiorentina valido per la 12^ giornata di Serie A, la squadra toscana esce vincitrice dal confronto di scena a Marassi con il punteggio di 2 a 0 e si conferma prima forza del campionato a pari merito con l'Inter.

La squadra di casa non entra mai veramente in partita: dopo un primo tempo rinunciatario i ragazzi di Zenga fanno ancora peggio nella ripresa. La prima sconfitta interna è figlia prima che della superiorità viola, dell'atteggiamento dei blucerchiati.

Se la trasferta di Genova doveva rappresentare la prova del nove per la squadra di Sousa, l'esame è stato ampiamente superato. I ragazzi di Sousa conducono in porto un successo mai veramente in discussione e riconquistano la vetta della classifica.

Nessun dubbio sull'assegnazione del calcio di rigore procurato da Zukanovic e sulla scelta di non espellere il blucerchiato. Sfoggia tanti cartellini gialli ad inizio match ma sorvola sul tocco di mano di Vecino già ammonito che averebbe potuto causare l'espulsione del centrocampista viola. 

Il posticipo della dodicesima giornata di Serie A vede lo scontro tra Sampdoria e Fiorentina. Walter Zenga sceglie il 4-3-3: davanti a Viviano (voto 6,5) la linea di difesa è composta da destra verso sinistra da De Silvestri (voto 6), Silvestre (voto 6), Zukanovic (voto 4,5) e Pereira (voto 6,5). Il ruolo di playmaker nella mediana blucerchiata è affidato a Fernando (voto 6), con Barreto (voto 5,5) e Soriano (voto 5,5) ad alternarsi nel ruolo di interditori e incursori. In avanti a comporre il tridente assieme ad Eder (voto 5,5) e Muriel (voto 6) anche il colombiano Carbonero (voto 5,5).

La Fiorentina di Paulo Sousa si schiera con il classico 3-4-1-2: Tatarusanu (voto 6) è protetto dai tre centrali Roncaglia (voto 6), Gonzalo Rodriguez (voto 5,5) e Astori (voto 6). A centrocampo il compito di creare gioco è affidato a Badelj (voto 6,5) e Vecino (voto 5,5), con Bernardsechi (voto 6,5) e Pasqual (voto 6) chiamati a creare superiorità numerica sugli esterni.  Al "jolly" Borja Valero (voto 6) viene chiesto di agire dietro alle due punte Ilicic (voto 7) e Kalinic (voto 5,5).

Non approccia al meglio il match: troppo attendista l'atteggiamento di inizio gara. Subisce il gol di Ilicic e rischia di andare al tappeto, piano piano si riprende. Non può nulla per arrestare il tiro di Ilicic dagli undici metri: nelle successive occasioni dei viola è sempre pronto, in particolare nel finale salva su Bernardeschi. Regala un calcio di rigore con un tocco di mano tanto ingenuo quanto inutile. Non riesce mai a mettere l'errore da parte ed è sempre in vistosa apprensione.

La Viola sembra sulla buona strada per compiere l'ennesima prestazione da favola della stagione: i tifosi gigliati continuano a strabuzzare gli occhi. Tocchi vellutati di sinistro, tanti inserimenti e un gol su rigore: cosa gli si può chiedere di più? La pagella sotto la sufficienza è dettata dal tocco di mano che poteva costargli l'espulsione. Un giocatore già ammonito non può rischiare di lasciare i suoi in 10 per una tale ingenuità. Con l'esperienza crescerà anche sotto questi aspetti. (Dario D'Angelo)