BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Diretta/ Crotone-Avellino (risultato finale 3-1) info streaming video e tv: Insigne segna il gol della bandiera! (Serie B 2015, oggi 9 novembre)

Diretta Crotone-Avellino: info streaming video e tv, risultato live e cronaca della partita di Serie B in programma lunedì 9 novembre 2015 alle ore 20:30, posticipo della 12^giornata

(dall'account Twitter ufficiale @TernanaOfficial) (dall'account Twitter ufficiale @TernanaOfficial)

Triplice fischio dell'arbitro Nasca che sancisce la fine della gara tra Crotone e Avellino. Vittoria dei padroni di casa per 3 a 1, passivo troppo pesante per la formazione di Tesser che soprattutto nel primo tempo aveva giocato molto bene mettendo alle corde gli avversari. Al minuto 83 gli ospiti accorciano le distanze con un gran gol di Roberto Insigne che firma la rete del 3 a 1. L'undici di Tesser ci crede e tenta di riaprire clamorosamente una partita che sembrava ormai in cassaforte per il Crotone, ma la difesa casalinga riesce a non far passare altri palloni dentro l'area di rigore, la formazione di Juric riesce dunque a mantenere i due gol di vantaggio. Grazie a questa vittoria il Crotone torna al secondo posto a 24 punti, davanti a Cesena e Bari; l'Avellino rimane fermo a quota 13 punti.  

Quando siamo arrivati al trentacinquesimo minuto del secondo tempo, il punteggio tra Crotone e Avellino è di 3 a 0 in favore dei padroni di casa che ormai hanno la gara letteralmente in pugno. Il doppio vantaggio consente alla formazione di Juric di giocare ancora più in scioltezza e a rendersi sempre pericolosa in contropiede, con gli ospiti costretti a scoprirsi per cercare quanto meno di accorciare le distanze e riaprire la partita. Le sortite dell'undici di Tesser sono infruttuose, così il Crotone chiude il match a poco meno di un quarto d'ora dalla fine con il terzo gol realizzato da Budimir, su assist di Capezzi.  

Al ventesimo minuto del secondo tempo, il risultato dell'incontro tra Crotone e Avellino è cambiato ancora, ora i padroni di casa conducono per 2 a 0. Per la formazione di Juric la partita si è messa nel migliore dei modi, lasciando l'iniziativa agli avversari che devono rimontare lo svantaggio possono permettersi di giocare in contropiede, avendo gli uomini che sfruttano alla perfezione gli spazi lasciati liberi dalla difesa dell'Avellino. Il Crotone sfiora il raddoppio con Ricci che a due passi dalla porta viene murato, ma pochi minuti più tardi Martella si inventa un altro assist, stavolta per Ricci che non sbaglia due volte e firma la rete del raddoppio. Ora per l'undici di Tesser si fa veramente dura.  

È ripresa allo Scida la gara tra Crotone e Avellino, al quinto minuto del secondo tempo il punteggio rimane sull'1 a 0 in favore dei padroni di casa. La seconda frazione di gioco comincia con alti ritmi, Avellino in avanti che però si sbilancia e concede il contropiede al Crotone, fermato dall'arbitro per un fallo commesso da Budimir che in realtà non c'era. Dall'altra parte ci prova Visconti a impensierire Cordaz, il tiro termina non lontano dalla porta.  

Alla fine del primo tempo, il punteggio tra Crotone e Avellino è di 1 a 0 in favore dei padroni di casa. L'Avellino continua a fare la partita, ma in contropiede arriva il vantaggio della formazione di Juric: cross di Martella per Zampano che trova la parabola giusta per battere Frattali e firmare la rete dell'1-0 a pochi minuti dall'intervallo. Gli ospiti non accusano il colpo e tornano subito in avanti alla ricerca immediata del pari, cercando di approfittare dei tre minuti di recupero assegnati dall'arbitro, ma le due squadre tornano negli spogliatoi con il Crotone avanti di un gol.  

Quando siami al trentacinquesimo minuto del primo tempo il punteggio di Crotone-Avellino è sempre fermo sullo 0 a 0. Al 26' Stoian ottiene per il Crotone un calcio di punizione dal limite dell'area di rigore, ma il centravanti rumeno calcia malissimo sciupando così l'occasione. L'Avellino continua ad attaccare ma la linea difensiva dei padroni di casa funziona e lascia gli attaccanti avversari spesso in fuorigioco. Anche l'Avellino, comunque, si avvicina dalle parti di Cordaz solamente su palla inattiva.  

Al ventesimo minuto del primo tempo il punteggio dell'incontro tra Crotone e Avellino rimane sullo 0 a 0. Ospiti ancora in avanti con Mokulu che si presenta davanti a Cordaz ma viene fermato dall'arbitro Nasca per un fuorigioco millimetrico. I padroni di casa faticano a proporsi nella metà campo avversaria, mentre gli ospiti proseguono nel loro gioco aggressivo e, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, vanno di nuovo vicini al gol con Mokulu che tenta di girarsi ma viene anticipato dall'uscita di Cordaz che protegge il pallone. Qualche azione offensiva anche da parte del Crotone senza però arrivare al tiro. Al 20' un petardo cade all'interno dell'area di rigore del Crotone ed esplode a pochi passi da Cordaz, per fortuna l'estremo difensore casalingo si era allontanato giusto in tempo e non ha riportato conseguenze fisiche.  

È iniziata allo Scida la gara tra Crotone e Avellino, al quinto minuto del primo tempo il punteggio è di 0 a 0. Pronti, via, e già al primo minuto l'Avellino arriva il tiro con Bastien che sfrutta una disattenzione difensiva del Crotone, il pallone termina comunque a lato. La formazione campana sembra aver approcciato meglio il match rispetto ai padroni di casa che devono ancora prendere le misure agli avversari e non hanno ancora creato azioni d'attacco.  

Tutto è pronto per Crotone-Avellino, partita diretta dall'arbitro Luigi Nasca che sarà valida come posticipo della dodicesima giornata di Lega Pro. I padroni di casa vogliono vincere per salire al secondo posto, ma anche l'Avellino è in forte ripresa e vuole dunque avvicinarsi alla zona playoff. Eccovi dunque le formazioni ufficiali scelte dai due allenatori Ivan Juric ed Attilio Tesser. Cordaz, Yao, Claiton, Ferrari; Zampano, Capezzi, Salzano, Martella; Ricci, Budimir, Stoian. A disposizione: Festa, Cremonesi, Balasa, Galli, Paro, Salzano, Torromino, Tounkara, De Giorgio. Allenatore: Ivan Juric. Frattali, Biraschi, Chiosa, Ligi, Visconti; D'Angelo, Jidayi, Arini; Gavazzi, Bastien; Mokulu. A disposizione: Offredi, Nica, Giron, Soumarè, D’Attilio, Petricciuolo, Zito, R. Insigne, Napol. Allenatore: Attilio Tesser. 

Il Crotone di Ivan Juric ospita l'Avellino di Attilio Tesser per la dodicesima giornata di campionato. Andiamo a vedere quale sarà la chiave tattica della partita. I calabresi giocano con il 3-4-3 mentre gli irpini sono soliti schierarsi con il 4-3-1-2 e l'abile Roberto Insigne sulla trequarti bravo a sviluppare gioco in tutte le direzioni. Dovranno però stare attenti gli uomini di Tesser nell'abilità sulle corsie della squadra di casa, che in questo campionato sta davvero giocando molto bene nonostante arrivi da un risultato negativo. Sarà determinante chi riuscirà ad avere la superiorità in mezzo al campo. 

Chiude la dodicesima giornata di Serie B il posticipo tra Crotone e Avellino. La formazione di Ivan Juric, che sembrava destinata a una cavalcata trionfale, non vince da due gare, nelle quali ha ottenuto un pareggio (1-1 col Brescia) e una sconfitta (1-4 col Pescara) e ha ceduto il comando della classifica a Cagliari e Cesena, che ora insegue a due lunghezze di distanza. Dall'altra parte abbiamo la squadra di Tesser, vittorioso nelle ultime due partite di campionato contro Ascoli e Ternana, e grazie a questi 6 punti il club campano si è tirato fuori dalle sabbie mobili della zona retrocessione risalendo fino a metà classifica. Tuttavia lo Scida continua a rimanere un ottimo fortino per il Crotone, che in casa finora ha ottenuto quattro vittorie e un solo pareggio, mentre l'Avellino in trasferta ha ottenuto 5 punti in 6 gare, a testimonianza che lontano dal Partenio la formazione di Tesser ha già commesso diversi passi falsi e di questo Juric e compagnia bella devono tenerne conto. Dal 1999 a oggi, il bilancio dei precedenti è di 5 vittorie per il Crotone (che si è aggiudicato entrambi gli scontri diretti disputati lo scorso campionato), 3 successi per l'Avellino (l'ultimo datato 26 aprile 2014) e due pareggi (l'ultimo risalenti addirittura al 21 dicembre 2002, quando le due squadre impattarono 2-2).

La partita di Serie B Crotone-Avellino sarà diretta dall'arbitro Luigi Nasca della sezione di Bari, assistito dai guardalinee Citro e De Troia e dal quarto uomo Fiorini. La favola è già finita o ci troviamo di fronte ad semplice un periodo di appannamento? Per il Crotone l'avvio di campionato è stato comunque da incorniciare: la squadra allenata da Juric che ha stupito tutto e tutti arrampicandosi fino in vetta alla classifica. Il pareggio casalingo contro il Brescia e soprattutto l'ultima pesante sconfitta esterna contro il Pescara (4-1) hanno riportato però l'ambiente calabrese sulla terra.

Nel posticipo della dodicesima giornata del campionato di Serie B, lunedì 9 novembre 2015 alle ore 20:30, i rossoblu proveranno a riprendere il discorso dove l'avevano interrotto contro un Avellino che sta però vivendo un momento estremamente positivo. La squadra di Tesser infatti sembra aver ritrovato il bandolo della matassa ed è reduce da cinque risultati utili consecutivi. Tre pareggi e soprattutto due vittorie negli ultimi due incontri disputati, entrambe per 3-0, che hanno riportato in quota gli irpini allontanandoli dalla zona calda della classifica. Un bel sospiro di sollievo per Attilio Tesser, che un mese fa aveva visto la sua panchina farsi letteralmente bollente.

Queste le probabili formazioni del monday night della dodicesima giornata: per il Crotone difesa a tre composta da Ferrari, dall'ivioriano Eloge e dal brasiliano Claiton davanti al numero uno Cordaz. A centrocampo ci sarà il romeno Balasa a destra, mentre a sinistra si muoverà Modesto, con Barberis e Capezzi che agiranno al centro della linea mediana. In attacco il ritorno di Federico Ricci, assenza pesante la sua contro il Pescara, con Budimir ormai centravanti titolare rispetto a Tounkara e l'altro romeno Stoian a completare il tridente. 

Tesser invece non dovrebbe modificare molto l'Avellino capace di travolgere la Ternana: Frattali in porta, Biraschi terzino destro, Visconti terzino sinistro, Chiosa e Ligi confermati al centro della difesa; Jidayi, Gavazzi e il capitano Arini avranno in mano il centrocampo col belga Bastien sulla trequarti alle spalle del connazionale Mokulu, uomo del momento a segno sia contro l'Ascoli sia contro la Ternana, e di Ciccio Tavano. Senza dimenticare Marcello Trotta che potrà essere una valida soluzione in più sia dall'inizio che partendo dalla panchina.

Il 3-4-3 di Juric è stato finora tatticamente un successo e non per niente il tecnico, costretto a modificarlo a causa delle assenze nelle ultime due partite, ha visto interrompersi la serie positiva dei suoi. Anche a Pescara il Crotone ha tenuto a lungo testa ad un avversario quotato, crollando solo dopo il contestato rigore assegnato agli abruzzesi. L'allenatore croato spera semplicemente di tornare a concretizzare il gioco espresso come avvenuto fino a due settimane fa. Con il 4-3-1-2 Tesser sembra aver trovato un ottimo equilibro per l'Avellino, ma la svolta sembra rappresentata dalla ritrovata vena offensiva di Tavano e Mokulu: i loro gol possono regalare il vero salto di qualità alla formazione irpina. Gli ultimi risultati hanno un po' cambiato lo scenario di inizio stagione al quale i due tecnici si erano abituati, ma entrambi hanno professato calma.

Secondo Juric per il Crotone l'obiettivo fondamentale resta sempre la salvezza e partite come quella di Pescara non dovranno destabilizzare un ambiente chiamato a portare sostegno sempre e comunque alla squadra, che come ha ricordato il tecnico è infarcita di giovani e dunque ha diritto anche di sbagliare per imparare. Secondo Tesser poco è cambiato nell'Avellino attuale, se non la capacità finalmente ritrovata di fare punti. Fondamentale certo, ma che non ha cambiato il modo di giocare degli irpini. Le quote delle agenzie di scommesse lasciano trasparire un certo equilibrio dei pronostici. La quota per la vittoria del Crotone è da favorita ma non bassa, un 2.40 di William Hill che si contrappone al 3.40 di Paddy Power per l'affermazione esterna, mentre per il pareggio Eurobet offre una quota di 3.15.

Il posticipo della 12^giornata di Serie B tra Crotone ed Avellino sarà trasmesso in diretta tv da Sky sui canali Super Calcio HD (il numero 206) e Calcio 1 HD (n.251): telecronaca dalle ore 20:30. I clienti Sky abbonati al pacchetto Sport o al pacchetto Calcio potranno seguire il match anche in diretta streaming video, tramite l'applicazione SkyGo disponibile per pc, tablet e smartphone; per i non abbonati il codice d'acquisto pay-per-view è 487428. Diretta radio sulle frequenze di Rai Radio 1 (FM 89,3), all'interno del programma Zona Cesarini che andrà in onda dalle ore 21:05 e fino alle 23:00.