BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Risultati Ligue 1/ Le partite, i marcatori e la classifica aggiornata (13^ giornata, 6-7-8 novembre 2015)

Risultati Ligue 1. Le partite, i marcatori e la classifica aggiornata dopo la 13^ giornata del massimo campionato francese, Psg sempre in fuga (6-7-8 novembre 2015)

Zlatan Ibrahimovic (Infophoto)Zlatan Ibrahimovic (Infophoto)

Andiamo a vedere insieme i risultati delle partite dell'ultimo turno della Ligue 1 e la classifica aggiornata. Il massimo campionato francese ha dato vita al suo tredicesimo turno, caratterizzato da alcune conferme e da molte sorprese. La giornata è iniziata nella serata di venerdì, quando l'Angers ha perso 2-0 in casa contro il Rennes. per effetto delle reti di Doucourè e di Gelson Fernandes, centrocampista già visto a Verona, sponda clivense, e Udine. I bretoni avrebbero potuto riaprire la contesa a nove minuti dal termine, ma Mangani si è fatto ipnotizzare da Costile che ha messo in cassaforte una vittoria con cui la sua squadra è salita all'ottavo posto.

Il Paris Saint Germain non ha avuto invece alcuna difficoltà a sbarazzarsi del Tolosa, un 5-0 che non ammette eccessive repliche. Il grande protagonista della serata è stato Zlatan Ibrahimovic, autore di quattro reti che lo hanno portato in testa alla classifica dei cannonieri. Una vittoria facile e rapida, che ha consentito ai parigini di rafforzare ulteriormente la loro posizione, mentre il Tolosa vede aggravarsi la sua posizione, rimanendo al penultimo posto con 9 punti. Altrettanto facile la vittoria del solido Lorient contro un Troyes che continua a soffrire il salto di categoria. I padroni di casa hanno vinto per 4-1, con reti di Jeannot, Moukandjo (doppietta) e Ndong, mentre per gli ospiti è stato Nivet su rigore a segnare la classica rete della bandiera. Con questa vittoria il Lorient si attesta a 20 punti, subito dietro la parte alta della classifica, mentre il Troyes rimane sconsolatamente ultimo con appena 4 punti conquistati in tredici gare.

Successo sofferto, ma meritato per il Caen sul Guingamp, un 2-1 arrivato grazie alle segnature a metà ripresa di Feret e Delort, compensate solo parzialmente dalla rete di Leveque a cinque minuti dal termine. Nel tempo rimanente i padroni di casa hanno controllato agevolmente e conquistato così tre punti molto importanti. Con la posta conquistata il Caen ha rafforzato la sua ottima posizione, mentre il Guingamp rimane abbastanza tranquillo a metà classifica, grazie ai 16 punti collezionati in precedenza. E' invece terminata in pareggio la sfida tra Lille e Bastia, na gara recuperata da Rio Mavuba e compagni solo in extremis, dopo una rete messa a segno da Danic ad un quarto d'ora dal termine. L'espulsione di Boufal ad otto minuti dal termine sembrava aver posto una pietra tombale sulle speranze del Lille, ma cinque minuti dopo è stato Sidibe a pareggiare i conti con un pregevole tiro dalla media distanza. Un pareggio assolutamente meritato, considerato che in precedenza il Lille aveva sfiorato più volte il vantaggio, in particolare in apertura di gara, con un palo di Boufal.

Molto combattuta anche la gara tra Montpellier e Nantes, vinta dai padroni di casa per 2-1, con una rete proprio nel finale di Hilton. Nel primo era stato Roussillon a portare in vantaggio il Montpellier, costringendo gli ospiti ad avanzare il loro raggio d'azione. La rete del pareggio siglata da Bammou a metà del tempo era stato il giusto corollario del gioco espresso dal Nantes, che non è però riuscito ad evitare il colpo di coda del Montpellier il quale, per effetto di questa preziosa vittoria sale a 12 punti e può guardare con maggiore fiducia al futuro. Mentre rimangono a 19 punti, a metà classifica, gli ospiti che dovranno rimandare a migliore occasione il proposito di scalare posizioni in graduatoria.

Ha invece destato una certa sorpresa il successo esterno dell'Ajaccio sul campo del Reims, un 2-1 arrivato grazie alle reti di Boutaib e Zoua, cui ha solo in parte risposto Kyei. I Remois sono ormai in caduta libera dopo un buon inizio di campionato, fermi a 15 punti, mentre l'Ajaccio si è portato a 12, rimanendo comunque al terz'ultimo posto in coabitazione con il Montpellier. Nelle gare serali di domenica, da rilevare il successo del Lione sul Saint Etienne, un 3-0 firmato da un Lacazette tornato finalmente ai suoi livelli. Le tre reti dell'attaccante hanno posto il sigillo su una gara dominata da capo a fondo dal Lione, che ora si candida, come del resto era nelle previsioni, come unica possibile alternativa al Paris Sain Germain.

Continua invece l'andamento altalenante del Marsiglia, capace stavolta di perdere la gara casalinga con il Nizza. La gara, terminata con l'unica rete messa a segno al quarto d'ora della prima frazione di gioco da Germain, ha confermato ancora una volta i problemi dei padroni di casa. La cura Michel sembra non aver ancora funzionato e ora il Marsiglia si ritrova al tredicesimo posto in graduatoria, con soli 15 punti, sei in meno rispetto ad un Nizza che è invece salito al sesto posto in classifica e si candida per un torneo di buon livello. Infine la vittoria del Bordeaux sul Monaco, un 3-1 siglato da Maurice-Belay, Yamberè e Plasil, i quali hanno risposto alla rete messa a segno in apertura da Helder Costa.

Il grande protagonista della giornata è stato naturalmente Zlatan Ibrahimovic, che con la sensazionale quaterna inflitta al Tolosa si è attestato in cima alla classifica dei cannonieri, con 9 reti in 8 gare. Tra le note dolenti Wissam Ben Yedder, estroso attaccante ormai diventato un corpo estraneo in un Tolosa non in grado di supportarne le ambizioni. Per lui si parla ormai apertamente di un imminente addio, forse già a gennaio.