BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Risultati Premier League/ Le partite, i marcatori e la classifica aggiornata (12^ giornata, 7-8 novembre 2015)

Pubblicazione:lunedì 9 novembre 2015

Claudio Ranieri (Infophoto) Claudio Ranieri (Infophoto)

RISULTATI PREMIER LEAGUE LE PARTITE, I MARCATORI E LA CLASSIFICA AGGIORNATA (12^ GIORNATA, 7-8 NOVEMBRE 2015) - Andiamo a vedere insieme i risultati delle partite dell'ultimo turno della Premier League e la classifica aggiornata. Nel massimo campionato inglese continua la "favola" del Leicester City di Ranieri, che si porta ancora più sotto alla coppia di testa Manchester City–Arsenal, grazie a Vardy. Per le due big un pareggio mentre il Manchester United si rifà sotto a 2 punti. Arriva anche la prima sconfitta per il Liverpool sotto la gestione Klopp, mentre continua, inesorabile, la crisi del Chelsea che con Mourinho squalificato perde ancora ed ora con 11 punti ha alle sue spalle solo 4 squadre con l’Aston Villa che chiude la classifica a quota 11. Per i blues si tratta della 7° sconfitta su 12 gare disputate.

Dopo la vittoria di sabato con il Watford, Claudio Ranieri ha conquistato anche la vetta a pari merito, in attesa delle gare domenicali delle formazioni di Pellegrini e di Wenger. Il 2 – 1 del Leicester sul Watford è arrivato ancora una volta nel segno di Vardy che ha raggiunto quota 12 per quanto riguarda le reti segnate, nove di fila ed insidia anche il record di 10 che fu realizzato da Van Nistelrooy nel 2003. Il Watford si era reo pericoloso colpendo un palo nella prima frazione di gioco con Ighalo, poi nella ripresa è uscita la formazione di Ranieri: prima la rete di Kantè, segnata al 52esimo con una certa complicità del portiere avversario, Gomes, poi il rigore segnato da Vardy che lo stesso attaccante si era procurato venendo fermato fallosamente in area proprio dal portiere. Al 65esimo il Leicester è sul 2 – 0, poi dopo 10 minuti arriva la rete che dimezza lo svantaggio da parte di Deeney, anche questa su calcio di rigore, ma nonostante una grande sofferenza finale la formazione di Ranieri conquista i 3 punti.

Un solo punto più indietro c’è il Manchester United, che ha battuto 2 – 0 il West Bromvich Albion grazie alle reti messe a segno dopo 52 minuti da Lingard ed al 90esimo su calcio di rigore da Mata. Anche il successo dei Red Devils è maturato nella ripresa dopo che nel primo tempo era stata la formazione ospite a farsi più pericolosa con un colpo di testa di Evans, en ex del Manchester United.

Vittoria esterna per il Southampton che ha superato il Sunderland grazie ad un rigore trasformato da Tadic dopo 69 minuti di gioco. Rigore causato da un fallo commesso da M’Vila su Bertrand. In questa partita in campo anche gli italiani Pellè, dall’inizio, e Borini, nella ripresa. Il West Ham invece, si è dovuto accontentare di un pareggio casalingo contro l’Everton: padroni di casa in vantaggio con una rete segnata da Lanzini dopo 30 minuti di gioco e pareggio di Kukaku al 43esimo. Nella ripresa attacchi di entrambe le formazioni ma il risultato non si sblocca. Vittoria importante anche per il Norwich che passa contro i gallesi dello Swansea, con la rete di Howson, realizzata quando mancavano solo 20 minuti alla fine. In coda batte un colpo il Newcastle ottenendo un successo sul campo del Bournemouth grazie alla rete messa a segno di testa da Perez. Per il Bournemouth è una sconfitta immeritata, in quanto la squadra di casa ha guiocato meglio per tutta la durata della gara, ma la sola disattenzione commessa le è costata i tre punti, che hanno preso la strada di Newcastle.

Il Chelsea è appena un punto sopra il Newcastle, a quota 11, con la sconfitta sul campo dello Stoke City siglata da una rete dell’ex interista Arnautovic al 53esimo, e con un altro ex nerazzurro, Shaqiri, migliore in campo. Mourinho, squalificalo e sostituito in panchina da Rui Faria, torna perciò in bilico, dopo la mini rinascita dovuta alla vittoria in Champions League contro la Dinamo Kiev. Arnautovic ha segnato dopo 53 minuti una grande rete, mettendo il pallone alle spalle del portiere avversario con una spettacolare girata al volo, poi il Chelsea ha avuto anche le occasioni per pareggiare, con Pedro che al 67esimo colpisce il palo e con Remy all’85esimo. Lo Stoke Cuty regala al Chelsea un’altra giornata amara dopo averlo eliminato appena 11 giorni fa dalal Coppa di Lega ai calci di rigore. I "Potters" hanno avuto anche altre occasioni di andare a rete, sprecate però sia da Walters e poi da Arnautovic, ma alla fine hanno conquistato i tre punti dopo 4 lunghi minuti di recupero, dando da pensare ad Abramovich circa la permanenza di Mourinho sulla panchina dei Blues.

Nella giornata di domenica sono andate in campo tre delle big della Premier, ma il loro bottino è stato scarso, con due pareggi delle capolista Manchester City ed Arsenal e la sconfitta del Liverpool. Il pari nel derby londinese per eccellenza è stata una partita divertente, con il Tottenham che è sembrato molto più in palla dell’ASrsenal, pur avendo giocato giovedì in Europa League. La formazione di Wenger sembrava risentire ancora del pesante 5–1 subito in Champions League da parte del Bayern Monaco. Il vantaggio del Tottenham, con Kane al 32esimo, arriva dopo che l’Arsenal aveva provato con Sanchez e gli Spurs con Rose e con Dier. L’attaccante del Tottenham sfrutta bene un errore difensivo ed infila Cech. Nella ripresa si mettono in mostra i due portieri, Lloris e Cech, il primo respingendo un tiro di Campbell, il secondo quello scagliato da Eriksen. La mossa decisiva da parte di Wenger avviene al 29esimo con l’ingresso di Gibbs che segna la rete del pareggio dopo 3 minuti ed avrebbe anche l’occasione per raddoppiare, ma la spreca.

Pari anche per il Manchester City che viene fermato sullo 0–0 dall’Aston Villa che è stato guidato per la prima volta in panchina dal nuovo allenatore, il francese Garde. Il Liverpool invece deve incassare una sconfitta casalinga da parte del Crystal Palace, che espugna Anfield. La prima sconfitta dell’era-Klopp, arriva con le reti di Bolasie al 21esimo e di Dann all’82esimo per la formazione londinese, mentre il momentaneo pareggio dei Reds era arrivato al 42esimo con l’ex interista Coutinho. Con questa sconfitta il Liverpool vien raggiunto in classifica dai concittadini dell’Everton. CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE RISULTATI PREMIER LEAGUE: LE PARTITE E LA CLASSIFICA AGGIORNATA (12^ GIORNATA, 7-8 NOVEMBRE 2015)


  PAG. SUCC. >