BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Pagelle/ Genoa-Bologna (0-1): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2015-2016, 16^ giornata)

Pubblicazione:sabato 12 dicembre 2015 - Ultimo aggiornamento:sabato 12 dicembre 2015, 17.45

Infophoto Infophoto

GENOA-BOLOGNA: I VOTI DEI LIGURI

PERIN 6: Nulla può sullo stacco solitario di Rossettini nel recupero, prima aveva parato molto bene proprio sull'autore del gol, rinviando però soltanto per questione di minuti la beffa

DE MAIO 6,5: Paradossalmente la linea difensiva e i marcatori rossoblu sono i migliori in campo. Per lui un paio di gol sfiorati e un grande intervento con il corpo su Destro

BURDISSO 6,5: Abbassa un voto abbondantemente più alto con un finale da brividi ed un retropassaggio sanguinario, salvato da Perin

ANSALDI 6,5: Preciso negli anticipi, sempre uno dei più positivi nel Genoa, non sbaglia praticamente nulla

IZZO 6: Pur essendo un difensore interpreta bene il ruolo di esterno destro nel 3-4-3 e non lesina spinta e intraprendenza

LAXALT 5,5: Anche lui come Burdisso, dopo una partita di alto livello si addormenta negli ultimi 5 minuti e la responsabilità del gol è principalmente sua nell'uno contro uno

RINCON 6: Entra in partita nella ripresa, quando si inizia a "menare"... Fa il suo, senza infamia nè lode

T. COSTA 6: Parte molto bene, monopolizza il gioco del Genoa per gran parte del primo tempo. Poi cala nettamente di ritmo e viene sostituito

TACHTSIDIS 5,5: Lui e Laxalt osservano il treno-Rossettini che fa deragliare il Genoa all'ultimo assalto. Episodio purtroppo per loro decisivo

PANDEV 6: Mancano un pizzico di fortuna e precisione nelle conclusioni. E la condizione fisica non aiuta

GAKPE' 6: Non è una vera e propria punta, corre tantissimo e impegna tutta la linea difensiva avversaria. Deve crescere tanto però nella finalizzazione

ALL. GASPERINI 6: Non si può dire sua colpa sua per diversi motivi, oggi. Mirante para tutto, le sue punte peccano di cattiveria e soprattutto se mandi in campo il tuo miglior giocatore e lui si fa cacciare come un ragazzino alle prime armi...

(PEROTTI 4: Senza testa non esiste campione. Ci ragioni, il talentuoso argentino)

(D. CAPEL 5,5: Entra per aumentare le possibilità offensive sugli esterni ma non trova mai lo spunto decisivo)

(NTCHAM SV)


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >