BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Risultati Serie A/ Classifica aggiornata, diretta gol livescore e prossimo turno: Juventus, sesta vittoria consecutiva (16^giornata, 13 dicembre 2015)

Risultati Serie A: classifica aggiornata, diretta gol livescore e prossimo turno. In programma 5 partite della 16^ giornata: spiccano Napoli-Roma e Juventus-Fiorentina (oggi 13 dicembre)

Un'immagine di un vecchio Napoli-Roma (Infophoto)Un'immagine di un vecchio Napoli-Roma (Infophoto)

La Juventus vince la sesta partita consecutiva e si rilancia in chiave scudetto: 3-1 alla Fiorentina che adesso è solo a +2, come il Napoli, mentre la Roma è scavalcata e l'Inter, pure ancora a -6, viene tenuta a distanza di tiro. La Juventus soffre e va sotto dopo soli tre minuti per un calcio di rigore di Josip Ilicic (fallo di Chiellini su Bernardeschi), ma reagisce subito trovando un gol fortunoso di Juan Cuadrado che sbaglia la sponda in area e batte Tatarusanu. Il finale è tutto bianconero: Mario Mandzukic segna su una respinta di Tatarusanu, poi Paulo Dybala fa 8 in campionato quando su un lancio lungo di Bonucci Astori sbaglia calciando addosso a Cuadrado e lanciando l'argentino in area, finta sullo stesso Astori e sinistro da due passi a battere il portiere rumeno. Sesta vittoria consecutiva per la Juventus, cade la Fiorentina del grande ex Paulo Sousa e la lotta per lo scudetto si apre a cinque squadre. 

All'80' minuto di gioco la Juventus si porta in vantaggio contro la Fiorentina: silente fino a questo momento della partita, Mario Mandzukic trova il gol numero 4 in campionato e il settimo in stagione. Il croato fa tutto: inizia l'azione resistendo a un contatto e allargando un pallone che Pogba gestisce mandando nello spazio Dybala, l'argentino si allunga il pallone ma riesce comunque a toccare con la punta calciando in porta. Tatarusanu respinge, ma non può bloccare: Mandzukic ha seguito l'azione e si butta con il destro mandando il pallone sotto la traversa prima che il portiere rumeno e la difesa possa intervenire. Gol importantissimo dell'attaccante croato che porta in vantaggio la Juventus nel finale. 

Un grande inizio, poi Juventus-Fiorentina pur giocata su buoni ritmi ha regalato meno emozioni. E' 1-1 all'intervallo: per il momento decidono i gol di Josip Ilicic su rigore e di Juan Cuadrado, realizzati nei primi cinque minuti e a distanza di 120 secondi l'uno dall'altro. Juventus e Fiorentina stanno prestando fede al loro buon momento, ma dopo i fuochi d'artificio iniziali si sono viste davvero poche occasioni; la Juventus ha provato a fare la partita ma la Fiorentina, attenta dietro, ha concesso poco o nulla pur senza riuscire a scatenarsi in contropiede. Vedremo cosa ci riserverà il secondo tempo del posticipo domenicale della sedicesima giornata di Serie A, e come cambierà la classifica al termine della partita dello Juventus Stadium. 

Al 3' minuto di gioco la Fiorentina è in vantaggio sul campo della Juventus: sesto gol in campionato di Josip Ilicic, sesto calcio di rigore trasformato dal centrocampista sloveno. Bernardeschi entra in area di rigore, si trova di fronte Chiellini e va giù scartandolo sulla destra: Orsato non fischia, ma segnala l'addizionale Damato che c'è stato un tocco di Chiellini. Ilicic batte: sinistro a incrociare forte a mezz'altezza, Buffon intuisce ma non può nulla. Al 6' minuto però la Juventus pareggia: discesa di Evra a sinistra, Juan Cuadrado di testa trova una traiettoria che scavalca Tatarusanu e non esulta visto il suo passato in maglia viola. Straordinario inizio allo Juventus Stadium. 

Bella partita ma nessun gol allo stadio San Paolo: Napoli e Roma hanno concluso sul risultato di 0-0, in casa dei partenopei non accadeva dal 1995. Gli azzurri sono andati più volte vicini al gol ma i giallorossi hanno comunque mostrato solidità ed organizzazione. Roma che in classifica sale a 29 punti, il Napoli invece si porta a 32: Juventus e Fiorentina potranno approfittare di questo risultato per scalare posizioni in graduatoria. Alle ore 20:45 fischio d'inizio allo Stadium di Torino. 

Ritmi alti e occasioni al San Paolo, ma all'intervallo il big match tra Napoli e Roma è ancora bloccato sul risultato di 0-0. Le due squadre stanno prestando fede al loro valore e si sono sfidate a viso aperto; prima parte di frazione favorevole alla Roma, poi il Napoli è uscito e ha messo pressione all'area giallorossa, ma ha trovato ottima opposizione da parte della difesa con Digne (soprattutto) e Manolas che hanno rintuzzato tutti gli attacchi partenopei. Da segnalare un ispirato Lorenzo Insigne, che però in fase di conclusione ha peccato: per due volte ha cercato la porta da posizione defilata, non servendo Higuain che al centro dell'area non l'ha presa benissimo. Partita comunque apertissima: può finire in ogni modo, anche con un pareggio senza reti che certamente farebbe la felicità dell'Inter, che ha oggi la possibilità di guadagnare due punti su tutte le quattro inseguitrici del campionato di Serie A.

Luci al San Paolo, Napoli e Roma sono in campo e pronte a contendersi tre punti molto importante per i quartieri alti della classifica. Napoli terzo con 32 punti, a meno 4 dall'Inter capolista: la Roma segue a quota 28 e sta attraversando un periodo più delicato. Chi avrà la meglio? 

Terminate le sfide del pomeriggio. il Chievo ha battuto l'Atalanta grazie al gol di Valter Birsa, due espulsi tra gli orobici che diventano la squadra con più cartellini rossi ricevuti (9, superato il Genoa a quota 8). Bella vittoria dell'Empoli che regola il Carpi con tre reti nella ripresa; all'ultimo posto sempre il Verona che però muove la classifica pareggiando a San Siro contro il Milan. Alle ore 18:00 la prima delle due supersfide della domenica: Napoli-Roma.

Pareggio dell'Hellas Verona a San Siro: sesto gol esterno degli scaligeri e la firma è quella di Luca Toni, che realizza un calcio di rigore concesso per fallo di De Jong ai danni di Greco. Contestualmente il centrocampista olandese è stato espulso per aver interrotto una chiara occasione da gol, rossoneri quindi in inferiorità numerica. Nel frattempo l'Empoli spicca il volo: arriva il 3-0 sul Carpi e la doppietta di Maccarone, servito da un grande passaggio di Buchel dai 20 metri.

Il primo gol del pomeriggio arriva dallo stadio Carlo Castellani: ad inizio ripresa Empoli in vantaggio sul Carpi, bell'assist del polacco Zielinski per Massimo Maccarone che colpisce al volo di destro e supera il portiere Belec. Quarta rete in questo campionato per Big Mac. Poco dopo i toscani vanno ancora in gol: stavolta Maccarone veste i panni dell'assistman, il suo filtrante premia l'inserimento di Saponara nel lato destro dell'area del Carpi, il numero 5 finalizza con un destro basso sul primo palo. Per Saponara i gol in campionato sono 5, mentre a San Siro segna anche il Milan grazie a Carlos Bacca: assist di Luiz Adriano e conclusione vincente con il destro per il colombiano, partito in linea con Moras.

Siamo arrivati all'intervallo delle partite di Serie A: non si è ancora segnato nei primi tempi, le tre gare sono ferme sullo 0-0. Poche emozioni: a Verona soltanto all'ultimo secondo l'Atalanta ha avuto una buona occasione con Denis che ha però girato a lato di testa. La partita più interessante è senza dubbio Milan-Verona: il Milan ha spinto e creato (annullato un gol a Luiz Adriano, ma la posizione sembrava essere regolare) ma il Verona non si è tirato indietro ed è andato vicino al gol, in particolare con un diagonale di Viviani al termine di un'azione nata da una palla persa da Montolivo. Vedremo se nel secondo tempo cambierà qualche risultato e assisteremo ai primi gol di questa domenica dedicata alla sedicesima giornata del campionato di Serie A.

Si gioca in Serie A: quali risultati usciranno dalla sedicesima giornata? In attesa dei due big match del tardo pomeriggio-sera, Napoli-Roma e Juventus-Fiorentina, si giocano tre partite alle ore 15 e anche qui dobbiamo porre grande attenzione sui risultati che ne conseguiranno, risultati molto importanti in termini di classifica. Il Milan cerca di risalire la corrente e avvicinare il terzo posto ospitando il Verona che non ha ancora vinto in questo campionato; l'Empoli può proseguire nel suo buon momento battendo il Carpi che però sembra essere in ripresa, mentre l'Atalanta sogna la zona europea pur sapendo che in casa del Chievo sarà molto dura. Vedremo dunque come andranno a finire queste partite delle ore 15, il calcio d'inizio si sta avvicinando a grandi passi. 

Sono diversi i risultati di Serie A che rimangono in bilico e che lasciano aperte diverse possibilità anche in quella che sarà la variazione della classifica. Chi vuole approfittare di questa giornata è sicuramente il Milan di Sinisa Mihajlovic. I rossoneri infatti sperano che nel doppio big match, Napoli-Roma e Juventus-Fiorentina, le squadre si tolgano punti a vicenda per continuare la rincorsa a un posto nell'Europa che conta. Questo però passerà soprattutto dalla prestazione del Giuseppe Meazza dove arriverà il Verona di Luigi Delneri. Il tecnico ha sostituito Andrea Mandorlini e vuole fare i primi punti con la maglia gialloblu. Non sarà una sfida facile, ma di sicuro si confronteranno due squadre con grande voglia di fare punti. Il campo ci darà la risposta, ma il risultato rimane molto aperto e non è facile parlare di partita già scritta nonostante sulla carta i padroni di casa siano favoriti. 

Dopo gli anticipi di Serie A di ieri continua oggi la sedicesima giornata con incontri interessanti e soprattutto due big match tra le 18.00 e le 20.45. La prima gara dal punto di vista cronologico si gioca al San Paolo tra il Napoli di Maurizio Sarri e la Roma di Rudi Garcia. Entrambe le squadre giocheranno con la pressione della vittoria dell'Inter ieri sera contro l'Udinese. Gli azzurri vivono un momento di salute importante, reduci da un'altra bella notte d'Europa League. Dall'altra parte c'è unas squadra in crisi di risultati e di identità. I giallorossi sono passati agli ottavi di finale di Champions League con lo 0-0 raccolto contro il Bate Borisov, ma sono usciti dal campo sommersi dai fischi dei loro tifosi. Chi potrebbe approfittare dell'eventuale scivolone di una delle due, o di un pari, si giocherà il posticipo. Juventus e Fiorentina si affrontano allo Stadium per una sfida che promette risvolti positivi e sicuramente un risultato imprevedibile. Bisognerà vedere come le due approcceranno la gara cercando di giocare con qualità, senza sbagliare nulla dal punto di vista tecnico. 

La Serie A 2015-2016 è grande protagonista anche oggi con la sedicesima giornata, a dire il vero già ampiamente cominciata ieri con ben quattro anticipi: Genoa-Bologna, Palermo-Frosinone, Sassuolo-Torino e Udinese-Inter. Oggi però ci attende un programma decisamente invitante: alle ore 15.00 Chievo-Atalanta, Empoli-Carpi e Milan-Verona, alle ore 18.00 Napoli-Roma e alle ore 20.45 Juventus-Fiorentina. Infine, ci sarà anche un posticipo del lunedì sera, che sarà Lazio-Sampdoria, con fischio d'inizio alle ore 20.45. Il pomeriggio dunque proporrà solo tre partite: Chievo e Atalanta è sfida fra due squadre in salute, in particolare i nerazzurri orobici che in caso di colpaccio entrerebbero davvero nella lotta per un posto in Europa League; anche l'Empoli sta bene e vuole continuare a viaggiare nella massima tranquillità, ma attenzione a un Carpi che (pur penultimo) nelle ultime giornate ha dato chiari segnali di crescita. Serve solo la vittoria invece a Milan e Verona, che si affronteranno a San Siro: i rossoneri in casa con l'ultima non si possono permettere passi falsi, ma d'altronde anche l'Hellas deve fare di tutti per non scivolare verso una retrocessione che rischia di essere vicina. Il culmine della domenica è però costituito dai due posticipi. Al San Paolo si affrontano Napoli e Roma: gli azzurri vogliono tornare alla vittoria dopo il passo falso di domenica scorsa che ha interrotto una lunghissima serie positiva, ma i giallorossi hanno bisogno di una grande vittoria per porre fine a un periodo decisamente complicato. Di certo lo scontro diretto darà risposte molto importanti su entrambe le squadre e lo stesso concetto vale naturalmente per Juventus e Fiorentina. I bianconeri con una vittoria tornerebbero definitivamente in piena lotta per lo scudetto e pure con ottime possibilità (difficile a dirsi solo 40 giorni fa), ma per i viola sul campo della storica rivale c'è l'occasione per fare il definitivo salto di qualità che proporrebbe gli uomini di Paulo Sousa ai vertici assoluti. Insomma, oggi sarà una domenica scarsa in quanto a numero di partite, ma che promette grande qualità e tantissime emozioni...