BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Diretta / Juventus-Torino (risultato finale 4-0) info streaming video Rai.tv: poker bianconero, Toro travolto! (Coppa Italia 2015, oggi 16 dicembre)

Diretta Juventus-Torino, info streaming video Rai.tv: risultato live e cronaca del derby della Mole, partita valida per gli ottavi di finale di Coppa Italia 2015-2016 (16 dicembre 2015)

Foto InfophotoFoto Infophoto

La Juventus batte il Torino per 4 reti a zero e oltre alla soddisfazione di trionfare nel Derby della Mole con un risultato senza storia, conquista la qualificazione ai quarti di finale di Coppa Italia. Dopo la doppietta di Zaza tra primo e secondo tempo, e lo splendido sinistro piazzato dal limite dell'area di Dybala, il punto esclamativo sulla sfida è stato messo da Pogba all'83', con il francese autore di uno splendido calcio di punizione dai 25 metri su cui Ichazo non è riuscito ad intervenire in maniera incisiva. La Juventus conferma dunque di aver intrapreso un cammino di rinascita dopo un avvio di stagione al di sotto delle aspettative, il Torino ha il rammarico di aver dovuto affrontare gran parte del secondo tempo in dieci contro undici a causa dell'ingenuità di Molinaro. Adesso grande attesa per il match di domani tra Lazio e Udinese che eleggerà l'avversaria della Juventus nei quarti di finale della coppa nazionale!

Sembra ormai indirizzato questo ottavo di finale di Coppa Italia tra Juventus e Torino: gli uomini di Massimiliano Allegri hanno trovato anche il gol del 3 a 0 con uno splendido sinistro a giro dal limite dell'area del neo-entrato Dybala, e adesso la qualificazione tra le migliori otto della coppa nazionale è sempre più vicino. Negli ultimi minuti la Vecchia Signora si era resa pericolosissima sempre con Dybala, che ancora una volta di sinistro aveva mirato all'incrocio dei pali mancandolo di poco. Poco prima era stato Belotti a rendersi pericoloso dopo il lancio in profondità di Maxi Lopez, ma il destro dell'ex Palermo, uno dei pochissimi guizzi della partita del Torino, aveva colpito soltanto l'esterno della rete. La Juventus aveva poi impensierito il Torino con un'accelerazione di Pogba sventata dall'intervento coraggioso di Ichazo. Dieci minuti al termine della sfida: Juventus sul velluto! 

Avvio di secondo tempo shock per il Torino nell'ottavo di finale di Coppa Italia contro la Juventus! Dopo soli 20 secondi Morata mette alla prova i riflessi di Ichazo che devia in angolo dopo l'ottimo sinistro dello spagnolo. Sugli sviluppi del corner Bonucci riesce a gonfiare la rete ma la bandierina alzata del guardalinee stoppa sul nascere l'esultanza del bianconero per un presunto fuorigioco non confermato dal replay televisivo. Il peggio per il Torino deve ancora arrivare: Molinaro interviene in netto ritardo su Lichtsteiner e merita il secondo giallo della sua partita lasciando i suoi in dieci contro undici. Dal calcio di punizione scaturito dall'intervento di Molinaro nasce l'azione del 2 a 0 che manda in Paradiso il pubblico di fede bianconera: Marchisio crossa in mezzo, la retroguardia bianconera prova ad allontanare ma il pallone rimbaza su Chiellini e arriva a Zaza, che prima finta il tiro di destro, poi piazza di sinistro confezionando la doppietta! Sotto di due gol e in dieci contro undici: per il Torino l'impresa sembra disperata! 

Il primo tempo di Juventus-Torino, ottavo di finale di lusso di questa Coppa Italia 2015/2016 si è da poco concluso con il risultato di 1 a 0 in favore della formazione in maglia bianconera! Decisiva fino a questo momento la splendida conclusione di Simone Zaza, bravo a concludere al 28' con un sinistro d'incontro di mezzo-volo sugli sviluppi di un cross operato da Alvaro Morata dopo una grande inziativa personale. La coppia d'attacco di "rincalzi" juventini, Morata-Zaza non fa rimpiangere dunque quella titolare, Dybala-Mandzukic, ennesima dimostrazione di quanto la "profondità" della rosa a disposizione di Allegri sia importantissima nel corso di una stagione fitta di impegni. L'intervallo consentirà a Ventura di studiare le contromosse per opporsi ad una Juventus fino a questo momento molto solida e ben organizzata: sicuramente il Torino non potrà affidarsi, come fatto finora, solo ed esclusivamente alle azioni di contropiede. Da segnalare nel frattempo il grandissimo nervosismo in campo che ha portato l'arbitro Doveri ad estrarre due cartellini gialli per parte nel corso dei primi 45' di gioco. 

Un derby della Mole all'insegna del tatticismo: così potremmo definire la prima mezz'ora della sfida tra Juventus e Torino in questi ottavi di finale di Coppa Italia, ma dopo 30 minuti di gioco il risultato è di 1 a 0 in favore dei bianconeri grazie al gol di Zaza. A gestire maggiormente il possesso palla è certamente la Juventus, ma la grande densità creata dal Torino nella propria metà campo ha a lungo complicato i piani dell'undici di Allegri, costretto spesso ad affidarsi alle iniziative dei singoli per tentare di superare il muro granata. Clima molto teso in campo, dove non sono stati pochi fino a questo momento gli interventi del direttore di gara, costretto ad estrarre il primo cartellino del match al 23' in seguito ad un tackle in ritardo di Zaza nei confronti di Bruno Peres. Qualche minuto più tardi proprio Zaza ha regalato un brivido alla propria tifoseria rendendosi protagonista, questa volta in positivo, di una splendida conclusione di sinistro di controbalzo che ha gonfiato la rete granata. Juventus dunque in vantaggio e Torino costretto a cambiare strategia: quali mosse studierà Ventura? 

Il match valido per gli ottavi di finale di Coppa Italia tra Juventus e Torino è iniziato da circa dieci minuti e il risultato allo Juventus Stadium è ancora fermo sullo 0 a 0. Grande equilibrio in campo tra le due squadre: una Juventus cambiata per sei undicesimi rispetto a quella anti-Fiorentina sta cercando di portare un pressing alto sui portatori di palla avversari; da parte sua il Toro cerca di manovrare con attenzione il pallone provando ad impostare l'azione con i 3 centrali, ma arrivata alla linea di metà campo trova tutti gli spazi chiusi vista l'ottima disposizione sul rettangolo di gioco degli uomini di Allegri. Tema tattico molto chiaro: la squadra in fase di non possesso, attende l'altra per tentare di colpirla in contropiede: chi tra Juventus e Torino risulterà più incisivo? 

Juventus-Torino sta per cominciare: il secondo derby della Mole della stagione vale questa volta per gli ottavi di finale di Coppa Italia. Vediamo subito le formazioni ufficiali della partita: turnover per entrambi gli allenatori anche se nella Juventus giocano contemporaneamente Bonucci e Chiellini e ancora una volta viene riproposto il centrocampo Khedira-Marchisio-Pogba. Nel Torino giocano Belotti e Maxi Lopez in attacco, Quagliarella parte dalla panchina. JUVENTUS (3-5-2) 25 Neto; 24 Rugani, 19 Bonucci, 3 Chiellini; 26 Lichtsteiner, 6 Khedira, 8 Marchisio, 10 Pogba, 12 Alex Sandro; 7 Zaza, 9 Morata. Allenatore: Massimiliano Allegri. TORINO (3-5-2) 28 Ichazo; 5 C. Bovo, 25 Glik, 24 E. Moretti; 33 Bruno Peres, 6 Aquah, 14 Gazzi, 16 Baselli, 3 Molinaro; 9 Belotti, 11 Maxi Lopez. Allenatore: Giampiero Ventura 

Quale sarà la chiave tattica di Juventus-Torino? Entrambi gli allenatori si sono ormai stabilizzati sul 3-5-2, ed entrambi hanno rivisto le loro convinzioni: Giampiero Ventura ha fatto lo stesso percorso del suo “allievo” Antonio Conte, passando dal 4-2-4 tanto utilizzato al 3-5-2 con cui ha trovato solidità difensiva e spinta sulle corsie con inserimenti dei centrocampisti. Massimiliano Allegri ha giocato gran parte delle partite dello scorso anno con il 4-3-1-2; lo ha provato anche all’inizio dell’anno, ma di fronte alla crisi di gioco e risultati ha ripiegato sul 3-5-2 con cui già un anno fa chiudeva le partite blindando la difesa. Juventus-Torino potrebbe dunque risolversi in un duello individuale, anzi in più duelli individuali, a cominciare dalle fasce e dalla capacità che i centrocampisti avversari avranno nel leggere gli inserimenti senza palla che arriveranno da dietro, quelli che hanno sempre fatto le fortune della Juventus degli ultimi anni.

Derby in Coppa Italia tra Juventus e Torino, con i bianconeri che stanno passando un ottimo momento di forma. In campionato la Juventus ha vinto contro Fiorentina, Lazio, Palermo, Milan ed Empoli. Il Torino di Ventura, invece, ha vinto contro Bologna ed Atalanta e pareggiato con Genoa e Roma. Nelle ultime cinque gare unica sconfitta contro l'Inter. Nelle mura dello Juventus Stadium i bianconeri hanno totalizzato 15 punti nelle ultime cinque gare, i granata invece lontano dall'Olimpico ha vinto solo contro l'Atalanta e perso quattro gare di fila. Nella stagione 2013/2014 il girone d'andata ha visto la Juventus vincente per 2-1 mentre al ritorno ha vinto il Torino sempre per 2-1. Nella stagione in corso, invece, la Juventus ha vinto per 2-1 (le reti di Pogba, Cuadrado e Bovo). Dal 2012 ad oggi, invece, i precedenti parlano di sei vittorie a favore dei bianconeri ed una vittoria per il Torino.

In Coppa Italia si vivrà alle ore 20.45 il derby della Mole Juventus-Torino, partita attesissima da entrambe le fazioni. Il primo motivo per seguire la partita è che un derby non è mai una sfida come le altre anche se arriva per la Coppa Italia, in più il turno a eliminazione diretta aumentano l'attenzione sul match. I granata avranno poi voglia di rifarsi dopo come per la seconda volta di fila allo Stadium hanno perso all'ultimo istante. L'anno passato a decidere la gara fu Andrea Pirlo con un tiro violento e preciso da lontanissimo, quest'anno la gara invece l'ha risolta Cuadrado andando ad appoggiare la palla a porta spalancata su un assist decisivo di Alex Sandro. Sarà poi il momento finalmente di Daniele Rugani e a Torino c'è grande attesa perchè il calciatore ex Empoli inizi a prendere il posto di uno dei tre grandi calciatori là dietro. Occhio anche Neto che è alla sua seconda partita con la maglia della Juventus dopo l'1-1 in casa contro il Frosinone. 

Si gioca alle ore 20:45 di questa sera; diretta dall’arbitro Daniele Doveri della sezione di Roma, è valida per gli ottavi di finale di Coppa Italia 2015-2016. Si gioca in gara secca: sono previsti dunque tempi supplementari ed eventuali calci di rigore in caso di parità dopo i 90 minuti regolamentari. Il derby della Mole torna a far visita alla stagione; si era già infatti giocato il 31 ottobre in campionato, quando il gol di Juan Cuadrado in pieno recupero aveva regalato alla Juventus, per il secondo anno consecutivo, una vittoria in extremis contro il Torino.

Partiamo proprio da qui: sembrava di rivedere una squadra in grande difficoltà che nelle prime 10 giornate di campionato aveva perso già quattro volte e messo insieme appena 12 punti. Da quel pomeriggio invece la Juventus ha solo vinto: lo ha fatto per sei volte consecutive, incassando appena tre gol e ribaltando una classifica che adesso la vede al quarto posto, a 6 lunghezze dalla capolista ma già due dalla coppia che occupa la seconda posizione. Insomma: una stagione completamente cambiata.

Massimiliano Allegri era stato buon profeta nel dire che entro Natale la Juventus sarebbe stata in quota scudetto o comunque terzo posto; questo anche grazie ai gol della coppia Paulo Dybala-Mario Mandzukic, 12 in campionato e 16 in stagione. La Coppa Italia quest’anno è forse un assillo minore: lo scorso giugno la Juventus ha vinto il suo decimo trofeo (prima squadra a riuscirci) spezzando un digiuno che durava da 20 anni esatti. 

Il Torino ha vinto cinque volte la Coppa Italia, ma non festeggia dal 1993 che è anche l’anno della sua ultima finale; se la Juventus esordisce oggi nel torneo i granata lo hanno fatto già in agosto, e hanno dovuto superare due turni per essere agli ottavi (4-1 sia al Pescara che al Cesena). Nel fine settimana la formazione di Giampiero Ventura non ha giocato: la partita contro il Sassuolo è stata rinviata per nebbia. Nonostante ciò i granata arrivano al derby in salute, sapendo di potersela giocare; ci sarà ovviamente un po’ di turnover da parte dell’allenatore, perchè provare a guadagnarsi un posto in Europa League per la prossima stagione rimane l’obiettivo principale e dunque bisogna correre anche e soprattutto in campionato.

Non sono pochi i precedenti che riguardano il derby di Coppa Italia, ma Juventus e Torino non si incrociano dal 1993: allora un doppio pareggio aveva qualificato i granata per la finale, grazie al maggior numero di gol realizzati in trasferta. In generale la Juventus ha ottenuto 7 vittorie contro le 4 del Torino, ultima delle quali nell’aprile 1988 (2-1) mentre i granata non festeggiano dal 2-0 della partita di andata (e anche in quel caso si erano qualificati).

Adesso non ci resta che metterci comodi e dare la parola al campo per stare a vedere come andrà a finire questa entusiasmante partita; un derby è sempre un derby ed è aperto a qualunque risultato, anche con le seconde linee in campo le due squadre tengono enormemente a vincere e dare continuità alla loro stagione. Ci siamo allora: la diretta di Juventus-Torino, valida per gli ottavi di finale di Coppa Italia 2015-2016, sta per cominciare…

La diretta tv di Juventus-Torino sarà trasmessa dalla televisione di stato: bisogna andare su Rai Uno, e dunque sarà disponibile per tutti, senza costi aggiuntivi, la diretta streaming video accedendo al sito ufficiale www.rai.tv. Il sito ufficiale di riferimento per gli aggiornamenti e le informazioni utili sulla partita di Coppa Italia è invece www.legaseriea.it, con i corrispettivi account sui social network alle pagine facebook.com/serieatim e (su Twitter) @SerieA_TIM.