BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Pagelle/ Napoli-Verona (3-0): i voti della partita (Coppa Italia 2015-2016, ottavi)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

NAPOLI- VERONA: I VOTI DEGLI SCALIGERI

COPPOLA 5,5: L'estremo difensore viene lanciato da Delneri per la prima volta in questa stagione in una partita alquanto complicata per lui visti i tanti attacchi partenopei. Non è sicuramente perfetto il suo intervento in occasione del raddoppio di Mertens, il cui potente sinistro sembrava tutt'altro che irresistibile. Nella ripresa è bravo a respingere d'istinto una conclusione ravvicinata di Higuain.

E. PISANO 5: Sbaglia in occasione del vantaggio partenopeo dato che rimane più basso rispetto alla linea della difesa scaligera, mantenendo così in gioco Higuain e perdendo El Kaddouri sul passaggio dell'argentino. Fatica a spingersi in avanti e si fa saltare nettamente dall'ex giocatore del Torino in occasione del terzo gol.

BIANCHETTI 4: Partita da incubo per il giovane difensore che Delneri decide di schierare sulla destra per limitare le iniziative di Mertens che invece lo salta sistematicamente senza troppe difficoltà. Nella ripresa soffre un pò soprattutto per il calo degli avversari che hanno sensibilmente abbassato il ritmo. Nel finale torna finalmente al centro al posto di Moras lasciando la tanto odiata fascia destra al brasiliano Winck.

HELANDER 5: Giocare contro un centravanti come Higuain non è mai facile per un giovane difensore come luip che fatica anche per la scellerata tattica del fuorigioco che la retroguardia scaligera prova ad attuare sbagliando molto. Nella ripresa si fa apprezzare per due interventi precisi in scivolata in area di rigore che fermano gli attaccanti partenopei.

MORAS 5,5: Il greco viene chiamato agli straordinari da Delneri che schiera il greco per cercar di dirigere la retroguardia scaligera, compito molto complicato vista la verve soprattutto di Mertens e la voglia di Higuain. Viene sostituito nella ripresa dal giovane Winck permettendo a Bianchetti di tornare al centro.

CHECCHIN 5,5: Dopo un primo tempo abbastanza convincente nel quale aveva anche sfiorato il gol con una conclusione di destro respinta solamente dalla traversa, cala vistosamente nella ripresa commettendo diversi errori di appoggio che hanno messo in difficoltà la sua squadra. Delneri lo sostituisce col giovane Zaccagni.

HALLFREDSSON 5: Partita di sacrificio per l'islandese che viene chiamato agli straordinari da Delneri in una partita in cui deve soprattutto concentrarsi sulla fase difensiva non riuscendo così a sfruttare le sue qualità in fase di possesso palla.

JANKOVIC 5: Il serbo parte largo sulla destra poi, ad inizio ripresa, viene accentrato nel tridente schierato da Delneri faticando tremendamente a ricevere palloni giocabili. Si fa apprezzare per un bel colpo di tacco che libera nel finale il neo-entrato Winck.

SILIGARDI 5: Il fantasista gioca solamente i primi quarantacinque minuti, in vista del prossimo impegno di Domenica, nei quali è costretto a sacrificarsi molto in fase difensiva, facendosi vedere nell'area avversaria solo in un occasione nella quale ha tirato sull'esterno della rete della porta di Reina. 

FARES 5: Il giovane algerino inizia bene la gara nella quale prova a fare valere la sua gran velocità negli spazi che inizialmente il Napoli li concede. Nella ripresa fatica molto di più dato che non riesce mai ad innescarsi in avanti. Sbaglia clamorosamente quando stende con una scivolata Mertens in area di rigore.

WSZOLEK 5: Il polacco viene inizialmente al centro dell'attacco scaligero poi, col passaggio al 4-3-3 viene spostato sull'esterno dove comunque fatica a creare pericoli alla difesa partenopea.

L. GRECO 5,5: Entra nella ripresa, permettendo così alla sua squadra di tornare al tradizionale 4-3-3. Non riesce a prendere in mano le redini del gioco visto che il Napoli riesce a mantenere il possesso del pallone a lungo. Calcia malamente una punizione da buona posizione scivolando malamente.

ZACCAGNI 6: Entra al posto dell'altrettanto giovane Zecchin e lo fa col piglio cercando di mettere in mostra la sua grande qualità nel saltare l'avversario, cosa che gli riesce almeno in due occasioni, una delle quali in area di rigore viene fermato proprio all'ultimo dall'ottimo intervento di Chichires.

WINCK 6: Il brasiliano entra sulla fascia destra, riportando Bianchetti alla sua prediletta posizione di centrale e nei pochi minuti in cui gioca ha il merito di cercare la conclusione calciando sul corpo di Reina un tiro da dentro l'area di rigore dopo uno smarcante colpo di tacco di Jankovic.

(Marco Guido)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.