BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Juventus-Torino: quote e ultime novità. La prima di Rugani (Ottavi Coppa Italia, 16 dicembre 2015)

Probabili formazioni Juventus-Torino: le quote e le ultime novità sulla partita che si gioca oggi mercoledì 16 dicembre per gli ottavi di finale di Coppa Italia, allo Juventus Stadium

Foto InfophotoFoto Infophoto

Sarà anche la prima occasione per vedere dal primo minuto Daniele Rugani: lo ha confermato Massimiliano Allegri, il difensore del ’94 sarà titolare. Tornato alla Juventus con cui aveva giocato la stagione 2012-2013 in Primavera, Rugani arriva da due splendide stagioni nell’Empoli, una in B e una in Serie A; la Juventus vuole farne il centrale del futuro ma per il momento la stagione di Rugani si riassume in appena 2 minuti, giocati in Champions League contro il Siviglia. Per il resto 19 panchine senza entrare in campo: dura la vita quando i titolari a cui devi rubare il posto si chiamano Barzagli, Bonucci e Chiellini. Oggi però gioca lui: l’occasione buona per dimostrare ad Allegri di poter essere schierato più spesso nella seconda parte della stagione.

Andiamo ad analizzare le probabili formazioni del big match di Coppa Italia, Juventus-Torino, con uno sguardo attento ai calciatori che non potranno scendere in campo questa sera allo Stadium, gli assenti. Massimiliano Allegri dovrà rinunciare per il derby torinese al solito Asamoah, nonché a Lemina e Pereyra, tutti fermi ai box con acciacchi vari. Fra le fila dei granata, invece, out il giovane Benussi per un problema muscolare, nonché i lungodegenti Maksimovic e Farnerud. Si rivede invece Avelar, che dovrebbe comunque accomodarsi in panchina.

La Juventus se la giocherà contro il Torino questa sera, a partire dalle ore 20.45, per gli ottavi di finale di Coppa Italia 2015-2016. Mister Allegri è intenzionato a mandare in campo alcune seconde linee, di modo da dare spazio a quei giocatori che sono scesi poco in campo, e nel contempo, da far fiatare i titolari. Fra le novità vi sarà anche l’estremo difensore Norberto Neto, con il brasiliano che sarà quindi alla seconda gara da titolare in questa stagione. Dopo aver giocato per novanta minuti il match contro il Frosinone in campionato, terminato con il risultato di parità per uno a uno, l’ex Fiorentina difenderà i pali bianconeri anche questa sera, nell’affascinante derby di Coppa.

Il più atteso nel derby di Coppa Italia tra Juventus e Torino è Paulo Dybala. L'attaccante bianconero sta facendo vedere grandi cose con la maglia bianconera conquistandosi la fiducia di tutti i tifosi della Juventus. Massimiliano Allegri sembrava non aver deciso di puntare su di lui ad inizio stagione ma a suon di gol Dybala si è conquistato il posto da titolare e contro il Torino farà di tutto per regalare i quarti di Coppa Italia vincendo proprio contro il Torino di Ventura. In casa granata, invece, il più atteso è senza dubbio Fabio Quagliarella. L'attaccante non sta disputando un campionato eccellente, mancano i gol ed i tifosi sperano di poter esultare per una sua rete proprio contro i cugini bianconeri. Atteso anche il difensore Glik, autore di diverse reti lo scorso anno, ma quest'anno non sta disputando un campionato alla sua altezza.

È la partita valida per gli ottavi di Coppa Italia 2015-2016; si gioca in gara secca allo Juventus Stadium (ore 20:45), e per i granata è un’ottima occasione per vendicare la bruciante sconfitta di campionato. L’ultima volta in cui si è giocato il derby della Mole in Coppa Italia era la stagione 1992-1993, il Torino vinse la doppia semifinale e si aggiudicò la quinta e finora ultima coppa. Arbitra la partita il signor Daniele Doveri della sezione di Roma; andiamo dunque a dare uno sguardo più approfondito alle probabili formazioni di Juventus-Torino.

Le quote Snai per Juventus-Torino, valida per gli ottavi di finale di Coppa Italia 2015-2016, ci forniscono le seguenti informazioni: vittoria Juventus (segno 1) a 1,60; pareggio (segno X) a 3,65; vittoria Torino (segno 2) a 6,00.

Massimiliano Allegri ha fatto sapere che Neto e Rugani saranno sicuramente titolari, ma per il resto è stato criptico; Lemina è indisponibile (era a Barcellona lunedì per il problema ai tendini), Marchisio sarà titolare e a centrocampo saranno chiesti gli straordinari ad altri giocatori. Per esempio Sturaro, che sarà una delle due mezzali; dall’altra parte potrebbe rivedersi Hernanes, che però potrebbe anche essere lasciato in tribuna (si è allenato ma non è al meglio). Dunque il ruolo di altro interno in mediana potrebbe essere affidato a Padoin, con un turno di riposo per Pogba; difficile vedere Khedira giocare due partite consecutive, non in questo periodo. Con il 3-5-2 Bonucci sarà l’altro centrale di difesa, Lichtsteiner giocherà a destra con Alex Sandro a sinistra; dalla panchina Cuadrado, che invece sarebbe titolare in caso di 4-3-3. In attacco dovrebbe riposarsi Dybala; le due maglie da titolare usciranno tra i nomi di Mandzukic, Morata e Zaza con il croato che sembra destinato ad andare in panchina, con il ritorno dello spagnolo dal primo minuto a caccia di un gol che gli manca da tempo. 

Giampiero Ventura ha convocato tutti, con la sola eccezione di Josef Martinez e, naturalmente, al netto degli infortunati. A centrocampo spicca l’assenza di Benassi; dovrebbe dunque esserci una mediana con Gazzi davanti alla difesa e Acquah ad agire dall’altra parte, dando per scontata la presenza di Baselli sul centrosinistra. E’ tornato arruolabile Avelar, che potrebbe avere qualche scampolo nel secondo tempo; il titolare dovrebbe essere Molinaro, con il ballottaggio a destra tra Zappacosta e Bruno Peres (favorito il primo). In difesa spazio a Jansson al centro dello schieramento, mentre a fargli compagnia saranno Cesare Bovo e Moretti; potrebbe essere titolare anche Glik, da valutare le scelte di Ventura che si trascinerà il dubbio fino all’ultimo. In attacco Maxi Lopez scalpita per una maglia che dovrebbe essere sua; Quagliarella molto probabilmente dovrebbe affiancarlo, la partita è importante e lo stabiese vuole tornare a segnare.