BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Pagelle/ Lazio-Udinese (2-1): i voti della partita (Coppa Italia 2015-2016, ottavi)

Pagelle Lazio-Udinese, i voti della partita: i migliori e i peggiori dello Stadio Olimpico, partita che si è giocata giovedì 17 dicembre per gli ottavi di finale di Coppa Italia 2015-2016

Foto InfophotoFoto Infophoto

La Lazio vince in rimonta contro l'Udinese e conquista il quarto di finale più duro, quello contro la Juventus. All'Olimpico è 2-1, con gol strepitoso di Kone a cui rispondono nel giro di pochi minuti prima Matri e poi Cataldi (in sospetto fuorigioco). Biancocelesti che respirano visto il momento difficile in campionato, Udinese sfortunata per l'infortunio di Aguirre dopo un minuto dall'ingresso in campo e rimasta dunque in 10 contro 11 nel momento chiave del match. Si affida ai solisti più in forma, Matri e Candreva, ritrovando anche Cataldi, anche se solo a livello di gol... Partita determinata, contando le palle gol merita ampiamente la vittoria.  Il gol di Kone è abbastanza estemporaneo, il resto del match è fatto di troppa sofferenza e poche idee. Il dazio da pagare alla fortuna è troppo, in questo contesto.  L'episodio più importante, ovvero il fuorigioco non fischiato (da rivedere) a Cataldi sul gol, sposta il suo voto al di sotto della sufficienza.

Al termine di un primo tempo giocato nel deserto dell'Olimpico, Lazio e Udinese sono sullo 0-0. I friulani devono ringraziare il loro portiere Meret (voto 7), giovane di valore potenziale molto interessante: almeno due gli interventi decisivi, su Matri e Candreva (entrambi sul 6 abbondante), gli unici a rendersi pericolosi per i padroni di casa. Anche se a più riprese. Meritava probabilmente qualcosa in più la formazione di Pioli, anche perchè i bianconeri – molto timidi in attacco, con Perica (voto 5,5) volenteroso ma poco efficace – hanno badato soprattutto al contenimento, senza ripartire con grande verve. Irriconoscibili Felipe Anderson e Cataldi (voto 5), rispetto ai giocatori che avevano impressionato tutti nella scorsa stagione. E Mauricio (voto 5,5) assieme a Hoedt (voto 6), pur alla luce della scarna produzione offensiva avversaria, non ha certo fatto la figura della muraglia biancoceleste...

Manca il colpo al mento dell'avversario, che si difende con i denti e si affida al proprio giovane portiere. Discreta prestazione, nulla più E' sempre il migliore dei suoi, il più pericoloso. Non si capisce perchè mai Pioli non l'abbia considerato un titolare fisso finora Non si vede quasi mai, il suo spreco di talento è da arresti domiciliari calcistici

Per lunghi tratti di match si difende in 9 eppure non riesce ad impedire alcuni tiri anche ravvicinati delle punte laziali. Troppa sofferenza Sicuramente dei singoli bianconeri è quello con più futuro. Ma valutando questo primo tempo, già il presente è sufficiente e da applausi Leggero, periferico, non entra mia veramente in partita. Prova non sufficiente (Luca Brivio)