BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Pagelle/ Udinese-Atalanta (3-1): i voti della partita (Coppa Italia 2015-2016, quarto turno)

(INFOPHOTO)(INFOPHOTO)

Udinese

La parata su Estigarribia e la presenza, sicura, per tutti i 90 minuti sono incoraggianti. La scuola di portieri dell'Udinese non ha eguali in Italia.

Soffre parecchio la velocità di D'Alessandro, anche se in realtà l'esterno nerazzurro non riesce a concretizzare lo spunto in velocità. Cresce nella ripresa.

Bruciato da Monachello sul gol, gli anni si fanno sentire, nonostante le chiusure di esperienza sul giovane rivale.

Lo si nota davvero poco, presenza quasi trasparente nel match ed assente su Brivio, in occasione del cross per Monachello.

Come Domizzi in ritardo sul taglio della punta avversaria, a segno in avvio di ripresa. Esce infortunato nel finale.

Primo tempo di carattere, al netto di qualche errore di troppo nel passaggio. Ripresa molto più complicata ed interrotta ben presto dal cambio di Colantuono.

Entra nel clima del match solo dopo un tempo di sonnolenza, grazie al duello caratteriale e spigoloso con Grassi. Può dare molto di più.

Anche lui quasi mai impiegato finora in campionato, trova una serata positiva anche se non straripante in mezzo al campo.

Irrefrenabile, un fattore nella vittoria dell'Udinese. Mette in porta Perica e Di Natale, per i due gol decisivi.

Freddo nel trasformare il rigore iniziale, pregevole nel deviare al volo il cross di Adnan e chiudere il discorso qualificazione. Gol d'altri tempi.

Generoso, spreca tanto ma alla fine trova la giusta soddisfazione, con un movimento e colpo di testa da bomber vero.

 

Entra con il mood giusto e partecipa con profitto al secondo tempo tutto corsa e gioco di squadra dei suoi.

Prezioso nel finale, tutto sommato tranquillo, per murare le ultime speranze nerazzurre di pareggio.

 

All.COLANTUONO 6,5: Ha trovato un filotto di vittorie, tra campionato e coppa, da svolta stagionale. E se Di Natale gli regala prestazioni così...