BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Pagelle/ Udinese-Atalanta (3-1): i voti della partita (Coppa Italia 2015-2016, quarto turno)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

(INFOPHOTO)  (INFOPHOTO)

Atalanta

BASSI 5,5: Ci capisce poco sulla spaccata volante di Di Natale e sul movimento di Perica, paga errori difensivi d'insieme nella ripresa.

BRIVIO 6,5: Insua non lo impensierisce mai ed è anzi lui ad attaccarlo e fornire a Monachello l'assist del parziale 1-1.

MASIELLO 5: Quando Adnan accende il turbo – ed anche in marcatura su Perica – ne indovina veramente poche... Serata negativa.

STENDARDO 5,5: I movimenti ad elastico di Di Natale e Perica lo confondono, anche se è il meno colpevole della retroguardia nerazzurra.

CHERUBIN 5: Troppo staccato dall'avversario in marcatura, concede troppo alle punte bianconere che ringraziano sentitamente.

GRASSI 6: Il fallo su Pasquale non sembra così evidente eppure porta ad un rigore immediato. La riposta di carattere seguente è da giocatore importante.

CONTI 5,5: Peccato (per lui e per i suoi) per il gol sbagliato a tu per tu con Meret e peccato in generale per l'infortunio che lo costringe al forfait.

CIGARINI 6,5: Più volte prelibato negli assist per i compagni, che sprecano le caramelle regalate dal "professore" nerazzurro.

ESTIGARRIBIA 5: Sull'1-1 fallisce colpevolmente il gol del KO per l'Udinese, facendosi parare il tiro da Meret.

D'ALESSANDRO 5,5: Velocissimo, dà sempre l'impressione di poter bruciare il suo marcatore ma trova poca concretezza negli ultimi metri di campo.

MONACHELLO 6,5: Movimento rapace e primo gol in nerazzurro, alla prima da titolare. Le basi sono ottime.

 

RAIMONDI 5: Legge solo la targa di Ali Adnan, ingresso a dir poco complicato. Tra i peggiori.

A. GOMEZ 5: Entra per cambiare faccia alla squadra e invece non sposta di un centimetro i termini della contesa.

KURTIC SV

 

All.REJA 6: Si aggrappa un po' troppo agli episodi, la prestazione non è malvagia ma l'Udinese vince con merito. L'espulsione era evitabile, da entrambe le parti...

 

(Luca Brivio)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.