BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Pagelle/ Udinese-Atalanta (3-1): i voti della partita (Coppa Italia 2015-2016, quarto turno)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

(INFOPHOTO)  (INFOPHOTO)

LE PAGELLE DI UDINESE-ATALANTA 3-1 (COPPA ITALIA 2015-2016, QUARTO TURNO): I VOTI DELLA PARTITA - L'Udinese vince con merito al Friuli, regolando 3-1 l'Atalanta e guadagnandosi gli ottavi di finale di Tim Cup: doppietta di Di Natale (il secondo gol è una chicca da intenditori) e sigillo di Perica per i bianconeri, intervallati dal pareggio momentaneo di Monachello. Tra due settimane sarà Lazio-Udinese, per il prossimo turno della competizione.

VOTO UDINESE 7 – Merita la vittoria con uno scatto di carattere dopo il pari atalantino. Qualche episodio favorevole ed una prestazione maiuscola dei singoli decisivi, Adnan e Di Natale su tutti. CLICCA QUI PER LE PAGELLE DELL'UDINESE

VOTO ATALANTA 5,5 – Lascia troppo spazio, fin dal primo tempo, alle offensive bianconere. Si innervosisce e protesta con Pinzani per alcune decisioni, ma la prova non è totalmente sufficiente. CLICCA QUI PER LE PAGELLE DELL'ATALANTA

VOTO SIG.PINZANI (ARBITRO) 5,5 – Il rigore iniziale non è così nitido, il fallo su Pasquale tutt'altro che netto. Gli ospiti si lamentano molto (troppo) e lui probabilmente esagera nella cacciata di Reja.  

PAGELLE UDINESE-ATALANTA (COPPA ITALIA 2015-2016, QUARTO TURNO): I VOTI DEL PRIMO TEMPO - Al termine di un primo tempo ricco di occasioni da entrambe le parti, l'Udinese è in vantaggio per 1-0 sull'Atalanta grazie al suo capitano Totò Di Natale. Immediato il vantaggio bianconero, arrivato su calcio di rigore: tocco non chiarissimo di Grassi (voto 6) in area bergamasca, con il braccio. Il numero 10 dei friulani non si fa pregare e trasforma dagli 11 metri, spiazzando Bassi (voto 6). Per lui un 6,5 in pagella, con giudizio arricchito anche da diverse giocate – sia nell'assist che nella conclusione – pregevoli ma non perfette. Bene nell'Udinese i due giovani classe 1997, Meret e Pontisso (voto 6,5 per entrambi): il portiere si è fatto trovare pronto quando chiamato in causa; il mediano, coraggioso nelle giocate anche di prima, ha dimostrato personalità, con ampi margini di crescita come precisione nei lanci e nei filtranti. Dall'altra parte il 3-4-3 di Reja non ha esaltato Monachello (voto 6), sufficiente ma quasi mai pericoloso. Illuminante in alcune aperture Cigarini (voto 6,5), pericoloso nelle ripartenze in velocità l'esterno D'Alessandro (voto 6). Alti e bassi per Conti sulla destra: tantissimi movimenti, con un grave errore però nella migliore occasione ospite per il pareggio, calciata alle stelle. Per lui un 5,5 in pagella e purtroppo il sipario già calato al 45°, causa infortunio alla caviglia.

VOTO UDINESE 6,5 – Sfrutta lo sprint iniziale portandosi subito avanti nel punteggio e rischiando di bissare a metà tempo con Perica. Poi però si salva con fortuna, quando l'Atalanta risponde a tono. MIGLIORE UDINESE DI NATALE VOTO 6,5 – La freddezza per segnare il rigore che per ora decide la partita e la classe che provare un gol da urlo: la traiettoria è imprecisa di pochissimo. PEGGIORE UDINESE B. FERNANDES VOTO 5 – Sta patendo lo scarso impiego, lui che era stato – già ai tempi di Guidolin, due stagioni fa – un perno della squadra. 45 minuti anonimi.

VOTO ATALANTA 6 – Un po' troppo distratta in difesa e nelle marcatura, rischia tanto nella prima metà di primo tempo ma nel finale sfiora a sua volta il gol. La sensazione è che, riuscendo a sfruttare D'Alessandro, arriverà la svolta offensiva. MIGLIORE ATALANTA CIGARINI VOTO 6,5 – Un paio di giocate da "professore", come recita il suo soprannome. Regia di spessore. PEGGIORE ATALANTA CHERUBIN VOTO 5 – Quando Perica e Piris, per citarne un paio, si presentano palla al piede dalla sua parte, trovano terreno fertile. Lascia troppo spazio nell'uno contro uno agli avversari. (Luca Brivio)


  PAG. SUCC. >