BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Risultati Premier League/ Partite, marcatori e classifica aggiornata (17^ giornata, 19-20-21 dicembre 2015)

Pubblicazione:lunedì 21 dicembre 2015

Van Gaal, allenatore United (Infophoto) Van Gaal, allenatore United (Infophoto)

RISULTATI PREMIER LEAGUE PARTITE, MARCATORI E CLASSIFICA AGGIORNATA (17^ GIORNATA, 19-20-21 DICEMBRE 2015) – Andiamo a dare uno sguardo alla Premier League, facendo il punto sui risultati delle partite, i marcatori e la classifica. Continua la favola del Leicester, leader della classifica anche al termine di una diciassettesima giornata che come al solito si è rivelata scoppiettante. Opposti all'Everton, Mahrez e compagni hanno violato Goodison Park con il punteggio di 3-2, grazie a due reti su rigore del suo attaccante algerino, e di una segnatura di Okazaki, arrivata a metà del secondo tempo, dopo che i padroni di casa avevano pareggiato la prima rete con Lukaku, nella prima frazione. La rete messa a segno da Mirallas, quando mancava un minuto al termine, è servita solo a prolungare l'agonia dell'Everton. Con questo successo si allunga a tre la striscia di vittorie consecutive dei Foxes, dimostrando ancora una volta come la squadra di Claudio Ranieri non abbia alcuna voglia di abdicare presto al suo ruolo di capolista. Nelle altre gare di sabato, desta clamore l'ennesimo tonfo del Manchester United, sconfitto a Old Trafford dal Norwich. La squadra di Van Gaal era passata in svantaggio a pochi minuti dalla fine del primo tempo, a causa di una rete messa a segno da Jerome. Se qualcuno pensava ad una pronta reazione nella ripresa, proprio in apertura di tempo è arrivato il bis di Tettey. Una rete di Martial al 66' ha ridato speranza ai tifosi di casa, ma l'assalto finale non ha poi sortito alcun effetto, spingendoli alla fragorosa contestazione nei confronti del tecnico olandese. La sconfitta è costata anche la quarta piazza solitaria al Manchester United, considerata la concomitante vittoria del Tottenham, capace di passare sul sempre insidioso campo di Southampton. Le reti della vittoria degli Spurs sono state firmate da Kane e Alli, sul finire della prima frazione di gioco. Nella squadra di Pochettino da rimarcare la prestazione di Lamela, che sembra finalmente arrivato alla giusta maturazione, dopo non pochi stenti. Tottenham e United sono state raggiunte al quarto posto dal sorprendente Crystal Palace, capace di passare sul campo di Stoke-on-Trent con il risultato di 2-1. Gli ospiti sono passati in vantaggio proprio allo scadere della prima frazione di gioco con una rete di Wickham, su rigore, venendo raggiunti dai Potters, ancora dal dischetto, alla mezzora del secondo tempo, ad opera dell'ex romanista Bojan Krcic. Ancora una volta, però, il Crystal Palace ha saputo sfruttare gli ultimi spiccioli di tempo per mettere a segno la rete della vittoria con Lee Chung-yong. Un'altra conferma è poi giunta dal Bournemouth, anch'esso giunto alla terza vittoria di fila, stavolta in casa del West Bromwich Albion. Una vittoria meno prestigiosa rispetto a quelle ottenute con Chelsea e Manchester United, ma altrettanto preziosa. La prima rete degli ospiti è arrivata in apertura di secondo tempo, ad opera di Smith, pareggiata a undici minuti dal termine da McAuley. Quando mancavano solo tre minuti al triplice fischio arbitrale, è stato però Daniels a regalare i tre punti ai Cherries, su un rigore concesso per fallo avvenuto fuori area. Il West Bromwich Albion ha peraltro chiuso la gara in nove a causa delle espulsioni di McClean e Rondon. Pareggio 1-1 tra Newcastle e Aston Villa, con reti di Coloccini e Jordan Ayew, un risultato che in pratica non serve a nessuno, lasciando gli ospiti ultimi a soli 7 punti, mentre il Newcastle raggiunge il quartultimo posto, a quota 17. L'ultima gara di sabato è stata quella tra Chelsea e Sunderland, terminata con il punteggio di 3-1 per i campioni d'Inghilterra, orfani dell'esonerato Mourinho. Una gara subito in discesa per i Blues, in rete due volte nel primo quarto d'ora, con Ivanovic e Pedro. Nella seconda frazione di gioco sono poi arrivati un rigore di Oscar e la rete della bandiera di Borini, a fissare definitivamente un risultato che consente al Chelsea di allontanare lo spettro della zona retrocessione. Nelle gare domenicali, in attesa del posticipo tra Arsenal e Manchester City, il clou era quello che metteva di fronte Watford e Liverpool. Netta la vittoria dei padroni di casa, un 3-0 siglato da Akè, in rete dopo appena tre minuti, e da Ighalo, autore di una pregevole doppietta che ha messo a nudo i limiti difensivi della squadra allenata da Klopp. Per effetto di questa vittoria il Watford ha rafforzato la sua pregevole settima posizione, con 28 punti, ad appena una lunghezza dal quarto posto che darebbe accesso ai preliminari di Champions League. Rimangono invece al nono posto i Reds, ancora evidentemente bisognosi di cure da parte del nuovo tecnico. Infine lo 0-0 tra Swansea e West Ham United, in una gara che ha visto le difese prevalere nettamente sui reparti offensivi. La partita ha visto numerosi rovesciamenti di fronte, senza però grandissimi pericoli per i due portieri, dando così vita ad un pareggio sostanzialmente giusto. Il protagonista positivo della giornata è stato Odion Ighalo, attaccante nigeriano del Watford che con la sua doppietta ha aperto le porte alla netta vittoria della sua squadra con il Liverpool. Dopo aver trascinato la squadra della famiglia Pozzo in Premier League, ora si sta confermando a suon di reti, già dieci in questo inizio di stagione. Il protagonista negativo è Van Gaal, tecnico olandese del Manchester United, ormai apertamente contestato dalla tifoseria. La sua squadra, dopo essere uscita dalla Champions League, rischia ora di fallire anche in campionato, dove sta mostrando inspiegabili incertezze, nonostante una sontuosa campagna acquisti.

 

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO, PER CONTINUARE A LEGGERE RISULTATI PREMIER LEAGUE PARTITE, MARCATORI E CLASSIFICA AGGIORNATA (17^ GIORNATA, 19-20-21 DICEMBRE 2015) 


  PAG. SUCC. >