BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Pagelle/ Manchester City-Borussia Monchengladbach (4-2): i voti della partita (Champions League 2015-2016, girone D)

Pubblicazione:martedì 8 dicembre 2015 - Ultimo aggiornamento:martedì 8 dicembre 2015, 23.38

Il tedesco del Gladbach Julian Korb (sinistra), 22 anni e il serbo del Manchester City Aleksandar Kolarov, 30 (iNFOPHOTO) Il tedesco del Gladbach Julian Korb (sinistra), 22 anni e il serbo del Manchester City Aleksandar Kolarov, 30 (iNFOPHOTO)

PAGELLE MANCHESTER CITY-BORUSSIA MONCHENGLADBACH 4-2 (CHAMPIONS LEAGUE 2015-2016, GRUPPO D): I VOTI DELLA PARTITA - All'Etihad Stadium il Manchester City supera il Borussia Mönchengladbach per 4 a 2 e, in virtù della vittoria del Siviglia sulla Juventus, accede agli ottavi di finale da prima classificate del gruppo D. Nel primo tempo gli inglesi sbloccano il punteggio al 16' con Sterling che, di tacco, taglia fuori tre giocatori avversari e serve Silva, bravissimo nel superare Sommer sul primo palo. Tuttavia, i tedeschi non si lasciano scoraggiare e pareggiano subito al 19' grazie a Korb dopo che Stindl non aveva agganciato il traversone rasoterra di Johnson. Lo stesso Johnson è poi protagonista del momentaneo sorpasso dei suoi al 42' con il passaggio vincente per Raffael. La squadra di Pellegrini è comunque determinata a ribaltare la situazione: il secondo tempo si rivela essere completamente di marca Sky blues e, alla fine, l'ingresso di Bony cambia la partita con due assist per la doppietta decisiva di Sterling realizzata tra l'80' e l'82'. Sempre Bony, all'85', cala il poker con la marcatura personale e sfiora il 5 a 2 allo scadere dell'ultimo minuto di recupero.

VOTO PARTITA 8 Gara spettacolare piena di ribaltamenti di fronte e dall'esito mai scontato.

VOTO MANCHESTER CITY 8 Passa avanti, si fa rimontare e finisce col ribaltare tutto in pochi istanti. La fame di vittoria rende irresistibile per il Borussia una squadra già molto forte per il proprio valore tecnico. CLICCA QUI PER LE PAGELLE DEL MANCHESTER CITY

VOTO BORUSSIA MONCHENGLADBACH 5,5 Crolla in pochi minuti dopo aver trovato un sorprendente vantaggio ed aver resistito per ottanta minuti. CLICCA QUI PER LE PAGELLE DEL BORUSSIA MONCHENGLADBACH

VOTO ARBITRO: Makkelie (Olanda) 6,5 Fischia puntualmente ma senza estrarre cartellini. 

LE PAGELLE DI MANCHESTER CITY-BORUSSIA MONCHENGLADBACH (CHAMPIONS LEAGUE 2015-2016): I VOTI DEL PRIMO TEMPO - All'Etihad Stadium di Manchester il City, a caccia della leadership nel girone in attesa di Juventus-Siviglia, affronta il Borussia Mönchengladbach e, trascorsi i primi quarantacinque minuti, il punteggio è di 1 a 2.

I padroni di casa subiscono un paio di iniziative avversarie ma riescono a passare in vantaggio al 16' quando Sterling serve di tacco Silva che supera Sommer sul suo palo. Gli ospiti reagiscono immediatamente e pareggiano al 19', su assist di Stindl, grazie a Korb, bravo nel concretizzare l'iniziativa di Johnson. Nel finale, al 42', i tedeschi riescono a portarsi avanti con Raffael, malamente marcato da Kolarov, su passaggio di Johnson.

VOTO MANCHESTER CITY (PRIMO TEMPO): 5 Si fa rimontare ingenuamente nonostante fosse riuscito a sbloccare le marcature per primo. MIGLIORE MANCHESTER CITY (PRIMO TEMPO): STERLING 6,5 Si muove molto svariando su tutto il fronte offensivo e regala l'assist per la rete di Silva con uno spettacolare colpo di tacco. PEGGIORE MANCHESTER CITY (PRIMO TEMPO): KOLAROV 5 Non chiude a dovere sul secondo goal di Raffael, con la complicità dei compagni della difesa, e perde costantemente il duello con Korb sulla sua fascia.

VOTO BORUSSIA MONCHENGLADBACH (PRIMO TEMPO): 7,5 Mette in mostra un ottimo spirito combattivo senza farsi intimorire dallo svantaggio così da ribaltare il risultato prima dell'intervallo. MIGLIORE BORUSSIA (PRIMO TEMPO): KORB 7 Aggira Kolarov senza problemi e realizza il pareggio con un inserimento importante. PEGGIORE BORUSSIA (PRIMO TEMPO): CHRISTENSEN 5 Viene attratto dal pallone consentendo a Sterling di lanciare Silva. (Alessandro Rinoldi)


  PAG. SUCC. >