BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Video/ Sassuolo-Inter (3-1), Icardi insulta i tifosi. I gol della partita (domenica 1 febbraio 2015, Serie A 21^ giornata)

Video Sassuolo Inter: i gol e gli highlights della partita valida per la ventunesima giornata del campionato di Serie A 2014-2015. Squadre in campo domenica 1 febbraio alle ore 15

Foto Infophoto Foto Infophoto

Tensione nell’immediato post-partita di Sassuolo-Inter. I nerazzurri hanno perso 3-1 nonostante lo sforzo prodotto nel secondo tempo; i giocatori si dirigono verso lo spicchio di tribuna occupato dai loro tifosi e applaudono ringraziando. Fredy Guarin e Mauro Icardi si tolgono la maglia e la lanciano verso la curva, ma accade qualcosa di inconsueto: le maglie tornano indietro e i tifosi accusano i loro beniamini di scarso impegno, contestando la seconda sconfitta consecutiva. E i giocatori non ci stanno: Guarin si batte freneticamente la mano sul petto indicando che nonostante il risultato negativo ci hanno messo il cuore. Icardi si contiene meno: indica ripetutamente la curva e il labiale è piuttosto eloquente. “Pezzi di m…” si capisce chiaramente, prima che Ranocchia - da buon capitano - intervenga portando via il compagno che rimane comunque molto nervoso. Un segnale del momento dell’Inter, che non riesce a rialzarsi e perde altre posizioni in classifica.

Il Sassuolo chiude la partita al 93’ minuto, appena dopo essere rimasto in dieci per l’espulsione di Sansone. Berardi riesce a spizzare di testa un lancio, bravo Zaza che prende il tempo a Donkor in area di rigore e si fa buttare giù; secondo giallo per il giovane difensore e cartellino rosso. Dal dischetto lo specialista Berardi calcia contro lo specialista Handanovic, che questa volta sceglie l’angolo sbagliato. Sesto gol in campionato per Berardi e per la prima volta in quattro partite il Sassuolo riesce a battere l’Inter, scavalcandola in classifica (28 punti contro 26).

L’Inter accorcia le distanze all’83’ minuto di gioco grazie all’undicesimo gol in questo campionato di Mauro Icardi. Brutto errore di Magnanelli che non sapendo a chi passare il pallone si gira ed effettua un retropassaggio profondo verso Consigli, ma non si accorge che Icardi è in agguato; scatto del numero 9 dell’Inter che anticipa l’uscita del portiere allargandosi verso destra e poi deposita il pallone nella porta sguarnita.

Al 30’ minuto di gioco il Sassuolo raddoppia: grande gol da parte di Nicola Sansone, il terzo in questo campionato. Azione di calcio d’angolo; il pallone esce dall’area e viene subito rigiocato largo a sinistra, dove Nicola Sansone riceve dopo aver battuto dalla bandierina. Il numero 17 si avvicina alla porta, rientra sul destro saltando un uomo e calcia dritto per dritto sul primo palo. Handanovic si fa sorprendere e ha qualche responsabilità pur se la conclusione è davvero precisa e rimbalza anche sulla traversa prima di entrare in porta.

Sassuolo in vantaggio al 17’ minuto: segna Simone Zaza, che trova l’ottavo gol in questo campionato. Azione che si sviluppa sulla fascia sinistra, con Longhi e Missiroli che scambiano palla. Il numero 7 si libera per mettere in mezzo un pallone basso, Zaza in area di rigore stoppa spalle alla porta e, nonostante l’opposizione di Vidic, riesce a girarsi di scatto e sparare un gran sinistro che prende di sorpresa Handanovic sul palo alla sua destra e si infila in rete. E’ il primo gol che il Sassuolo riesce a segnare all’Inter in quattro partite ufficiali di Serie A.

Va in scena alle ore 12:30 di oggi ed è la prima partita di questa partita che vale per la ventunesima giornata del campionato di Serie A 2014-2015. Per i neroverdi l’Inter non porta certo bene: hanno perso le tre partite giocate finora e non sono ancora riusciti a segnare. Soprattutto hanno già subito due volte un 7-0; le due partite di andata si sono tramutate in un disastro. Lo scorso settembre il Sassuolo è rovinosamente caduto a San Siro: tripletta di Mauro Icardi, doppietta di Pablo Daniel Osvaldo, reti di Mateo Kovacic e Fredy Guarin. Oggi però il Sassuolo si è ripreso ed è la rivelazione del campionato; in classifica ha un punto in meno della stessa Inter, che nel frattempo ha cambiato allenatore e non riesce a trovare continuità, trovandosi molto lontano dalla vetta e dal terzo posto. E’ quindi arrivata l’occasione giusta per il Sassuolo? Riuscirà la squadra di Eusebio Di Francesco a sfatare il tabù nerazzurro? Lo scopriremo insieme tra poco.