BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Lazio-Genoa (risultato finale 0-1)/ Video highlights, gol e statistiche (9 febbraio 2015, Serie A 22^ giornata)

Video Lazio Genoa 0-1: i gol e gli highlights della partita valida per la ventiduesima giornata del campionato di Serie A 2014-2015. Decide un calcio di rigore trasformato da Diego Perotti

Diego Perotti, 26 anni, argentino: per lui 17 presenze e 2 gol in Serie A (INFOPHOTO)Diego Perotti, 26 anni, argentino: per lui 17 presenze e 2 gol in Serie A (INFOPHOTO)

Il posticipo della 22^giornata di Serie è terminata con la vittoria del Genoa sul campo della Lazio, risultato finale 0-1. Tante le chiavi di lettura, già nel pre partita e sotto la lente d'ingrandimento delle statistiche, per Lazio-Genoa: oltre al traguardo delle 100 in A per Klose ed alla striscia di vittorie consecutive dei rossoblu negli scontri diretti, da annotarsi al 90° come i biancocelesti confermino di essere allergici al pari casalingo (ancora nessuno quest'anno) e come i liguri invece tornino miglior attacco esterno della massima serie, staccando Milan, Juventus, Fiorentina e Cagliari. Aprendo poi l'analisi dei parziali di squadra, eccoci al possesso di palla: 52 a 48% in favore della Lazio, che dimostra sotto questo aspetto di non aver subito l'inferiorità numerica, con numero pressochè identico di palloni giocati, appena superiore per gli ospiti. Un equilibrio quasi da record, come i cartellini - 8 gialli e 1 rosso - e soprattutto i falli, addirittura 42. I due dati più significatici però, anche se il Genoa non riuscirà a raddoppiare e chiudere la contesta, restano quello di attacco alla porta e pericolosità: per entrambi si parla di quasi 10 punti percentuali in più per i rossoblu, che legittimano con i numeri il pur striminzito 0-1. I singoli infine: De Vrij nonostante la partita tutt'altro che sufficiente è il re dei palloni recuperati, sovrastando di poco Izzo, protagonista invece di un match più positivo. Biglia è saldamente in testa per passaggi completati, pur non raggiungendo cifre eclatanti; giusto riconoscimento per Niang, poi, per i 4 tiri verso lo specchio. E' lui il migliore in questa classifica ed anche in senso generale, in campo. Spazio alle interviste del post partita. Molto duro e critico Stefano Pioli, che va a caccia di complotti: "Mi spiace dirlo, ma non m’è piaciuta la direzione di gara – ha spiegato il tecnico, come riporta 'Gazzetta.it' – Ho sempre pensato che gli errori fossero episodi, oggi la prestazione della terna, la gestione della partita nel complesso, è stata in un’unica direzione... C’è qualcosa che non va, stimolerò la società per intervenire nelle opportune sedi. Bastava sentire l’umore del nostro pubblico, di solito molto rispettoso: così non va bene, si influenza la credibilità di tutto il sistema". Gian Piero Gasperini, che si era più volte lamentato esattamente in maniera speculare nelle ultime settimane, canta invece vittoria: "Ho visto una partita senza episodi dubbi e ben arbitrata. Questo successo è importante per tutto quello che è successo. La classifica è molto corta ed essere ancora in alto dopo delle settimane da dimenticare dimostra quanto bene abbiamo fatto prima". Sulla prova di Niang, migliore in campo: "Ha delle caratteristiche molto importanti e potrà migliorare tanto. Lo volevamo già in estate, ora ci siamo riusciti e siamo contenti". (Luca Brivio)