BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Pagelle/ Udinese-Lazio (0-1): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2014-2015 23a giornata)

Pagelle Udinese-Lazio, i voti della partita di Serie A valida per la ventitreesima giornata. I protagonisti, i migliori e i peggiori al Friuli: tutti i giudizi per il Fantacalcio

(INFOPHOTO)(INFOPHOTO)

La Lazio vince al Friuli grazie a un rigore trasformato da Candreva nel primo tempo. La squadra del presidente Lotito è riuscita a mantenere il vantaggio, contenendo senza troppa fatica la reazione dell’Udinese. Grazie a questa vittoria i biancocelesti insidiano la zona Champions League raggiungendo il quinto posto, distante 5 punti dal terzo, occupato dal Napoli. Nel prossimo turno la Lazio affronterà il Palermo all’Olimpico mentre l’Udinese sarà in scena al Tardini contro il Parma. La squadra di Stramaccioni non riesce a pungere a dovere trovando parecchi ostacoli nel costruire occasioni. Nonostante le sostituzioni portino maggiore dinamicità, la squadra bianconera non riesce a riaprire il match. I biancocelesti vincono una partita molto difficile ritrovando i tre punti. L’ottima fase difensiva, impreziosita da movimenti rapidi e precisi atti a far scattare la trappola del fuorigioco, manda in confusione gli avversari. Sul rigore concesso alla Lazio fa la cosa giusta. Nel secondo tempo le eccessive proteste lo condizionano un po’ troppo.

Udinese – Lazio ha chiuso il primo tempo sul parziale di 0-1. Decide il cucchiaio di Candreva dagli undici metri. Stramaccioni per la sfida odierna schiera i suoi con il 3-5-2. Il tecnico bianconero deve rinunciare agli infortunati Kone e Pasquale e agli squalificati Geijo e Domizzi. Di fronte a Karnezis troviamo Wague, Danilo e Piris. Sulle fasce spazio a Widmer e Gabriel Silva, mentre in zona nevralgica ci sono Bruno Fernandes, Allan e Badu. In avanti ritorna Di Natale assistito da Thereau. Pioli, alle prese con numerose assenze, risponde con il 4-3-3. Tra i pali Berisha al posto di Marchetti, squalificato, in difesa Basta, De Vrij, Mauricio e Radu, a centrocampo Onazi, Biglia e Parolo. In attacco ritorna Felipe Anderson. Insieme a lui Candreva e Klose. Arbitra Davide Massa della sezione di Imperia. L’Udinese parte forte. Ritmi alti e grande affollamento a centrocampo. Dopo una prima fase di combattimento nella zona centrale del campo i bianconeri spostano in avanti il proprio baricentro cercando di bucare la difesa laziale. Bruno Fernandes e Thereau si muovono tra le linee cercando di premiare i continui movimenti in profondità di Totò Di Natale. La linea difensiva ospite resta però estremamente concentrata. Pochissime disattenzioni e movimenti sincronizzati garantiscono una serie cospicua di fuorigioco collezionati dai bianconeri. Considerate le difficoltà a penetrare per vie centrali, Widmer prova a dialogare nello stretto con Bruno Fernandes per poi cercare il tiro dal limite. Conclusione sbilenca, Berisha senza particolari problemi blocca. La Lazio si affida invece a rapidi contropiedi condotti dagli improvvisi cambi di passo di Candreva e Felipe Anderson. I vari suggerimenti per gli inserimenti di Parolo e Biglia vengono però bloccati da Badu e Danilo. Al 23esimo la Lazio ottiene un calcio di rigore. Wague nel tentativo di anticipare Klose commette fallo regalando a Candreva la possibilità di rifarsi di quel rigore sbagliato all’andata proprio contro l’Udinese. L’ex di turno non sbaglia, superando Karnezis con un “cucchiaio biricchino”. Il pubblico del Friuli nonostante la decisione di Massa sia inopinabile protesta ferocemente coinvolgendo anche Stramaccioni e i giocatori bianconeri. La Lazio invece non perde la testa. Danilo deve fare gli straordinari per evitare ulteriori dispiaceri a Karnezis. I biancocelesti, negli ultimi dieci minuti della prima frazione, provano ad abbassare i ritmi proponendo lunghe fasi di possesso palla. Di Natale prova a battere Berisha con un pallonetto, ma il suo tentativo è troppo debole. Vedremo se nella ripresa i bianconeri riusciranno a rimettere tutto in discussione… DANILO 6,5 WAGUE 5,5 CANDREVA 6,5 ONAZI 4,5 (Francesco Davide Zaza)